TOP

Al freddo nel Bronx

I nostri escono dalla ghiacciaia di Philadelphia con 2 vittorie, raccogliendo quello che era nei nostri pensieri, giocando un baseball comunque di fattura eccellente e sopravvivendo anche alle regole anti-diluviane della National League che, giova sempre ricordarlo, ci portano via uno a turno tra Ortiz e Napoli. Il baseball giocato a temperatura polare non credo che abbia inciso molto nell’andamento delle partite, forse l’unico momento che nel quale con un meteo diverso poteva cambiare la storia è stato il mancato fuoricampo al termine di gara-2, però archiviamo la trasferta a Phila con una moderata soddisfazione, ci sarà stata un po’ di sf…ortuna in gara-2, ma bisogna anche essere onesti ed ammettere che in gara-3 nell’inning “buono” abbiamo avuto 3 singoli interni ed il triplo di Bogaerts che possiamo annoverare tra i bloopers.

Ed ora New York … già … per concludere la “vacanza” i nostri si sorbiscono una tre giorni nel Bronx, sono ormai due mesi che i Sox sono partiti da Boston ed credo che sognino il ritorno tra le mura amiche, ammetto che avrei preferito una serie diversa, ho forse paura delle ombre affrontando gli Yankees, questi Yankees ? Come contributo alla discussione volevo postare un articolo letto oggi : http://www.weei.com/sports/boston/baseball/red-sox/john-tomase/2015/04/10/its-ok-feel-sorry-yankees-because-theyre-nowhe

Non lo so … i nostri avversari sono davvero una compagnia di vecchie attrici da operetta non più al passo coi tempi ? Io temo un po’ queste semplificazioni, mi sembra tutto un po’ troppo facile, sarà che abbiamo mandato giù troppi rospi da quelle parti ma faccio una fatica enorme a pensare nei termini dell’articolo di John Tomase. Non a caso ho messo queste righe poche ore prima di gara-1 nel Bronx, son curioso di vedere quale sarà l’approccio in campo dei nuovi, i Sandoval o i Ramirez, vedere quale sarà il loro ingresso in quella che resta una grande rivalità, sebbene forse con un tono un po’ più basso rispetto ad un recente passato.

Chissà … tanti volti nuovi da noi ma anche tanti da loro, non siamo più alle guerre stellari di un decennio fa ed onestamente il pathos che c’era affrontando Mussina, Posada & Soci non c’è scontrandosi con Eovaldi e Gregorius, se poi questi giovani epigoni varranno i vecchi draghi del passato è un discorso che vedremo tra un po’. E’ inutile … io non riesco a pensare ad una sfida coi pigiamini come fosse un match normale. Non ce la faccio proprio …

Share

57 comments. Leave a Reply

Leave a Reply to Giacomo Cancel reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.