Una vittoria maledetta

Una vittoria in più ed un grande giocatore in meno : questo è il pessimo affare che i Red Sox hanno dovuto accettare dopo l’home opener contro i Rays.

Ovviamente partiamo subito dalla notizia del giorno ovvero l’infortunio serio ad Ellsbury. Avete presente quando il fato agisce pesantemente sul vicende umane ? Eccovi un altro esempio di quando tutto può andare storto : Ellsbury parte per la seconda, Pedroia batte esattamente sul sacchetto ed il patatrac è servito, due gesti, due azioni che si concatenano e noi perdiamo il nostro iniettore di potenza per l’attacco, bastava fosse partito sul lancio prima o se Pedroia avesse battuto in un qualsiasi altro punto del campo e non staremmo qui a fare i conti con questa disdetta. Le ultime notizie danno un’assenza di 6-8 settimane essendo la cosa al momento classificata some una sub-lussazione, però verranno fatti a breve altri esami per vedere se possano esserci altre problematiche (ad. esempio sulla cuffia del rotatore), in quel caso l’assenza sarebbe per l’intera stagione.

Ora quindi andremo a combattere con un trio di esterni come McDonald – Ross – Sweeney; non me ne vogliano i suddetti, ma bisogna andare indietro veramente di molti anni per trovare un gruppo di outfielders così poco referenziato. Non possiamo fare altro che sperare che tutti nell’occasione diano quel contributo in più che ora diventa necessario per tenere la barca in linea di galleggiamento, anche perchè viene a mancare uno di quelli insostituibili al momento, uno di quelli che batte, corre, difende. Il giocatore per poterlo sostituire degnamente potremmo anche avercelo, mi sto riferendo a Crawford … già ma quale dei due ? Quello di Tampa che ci ha fatto male in ogni occasione o quell’ectoplasma che abbiamo visto per tutto il 2011 ?

Intanto per coprire il ruolo di quarto esterno i Sox dovrebbero chiamare da Pawtucket il 23-enne taiwanese Che-Hsuan Lin, giocatore che ha svolto tutta la trafila nelle nostre minors dalla Rookie League in sù e che avrà ora l’occasione di debuttare in prima squadra, come tipo di giocatore risulta essere più un difensore che un attaccante per così dire : medie non eccelse (.275 nel 2010 in doppio A come miglior cifra), pochissimi HR (21 in 5 anni di minors) ma eccellenti doti difensive e secondo tutti un gran “braccione”. Onestamente il fatto che il dubbio sia stato tra il taiwanese ed il veterano (in calando) Jason Repko dimostra la scarsa profondità del nostro farm-system al momento, con almeno un paio di draft che hanno dato poco o nulla.

C’è stata anche una partita, portata via agevolmente dai nostri, grazie ad un Beckett chirurgico che ha retto alla grande 8 riprese nonostante un solo K messo a segno alla fine e grazie ad un attacco che ha smontato Price in 3 riprese e che s’è divertito poi contro i rilievi all’ottavo mettendo 8 punti a segno. Nota di merito per Shoppach con tre valide e 3 RBI e con una rubata (la prima in carriera !!!) che potrebbe diventare un hit su youtube vista la grazia nel movimento, più o meno come quella di un branco di rinoceronti che entrano in una cristalleria.

Due parole infine sul rifiuto di Francona di partecipare alle celebrazioni del centenario : beh … mi spiace ma lo capisco perfettamente , siamo riusciti nell’impresa di mandare via il manager più vincente della ns. storia (che vi piaccia o no ma è così) con una mancanza di stile da far schifo, con qualcuno di molto addentro al club che è arrivato a dire che il problema fossero gli antidolorifici che Francona doveva prendere … e che prende da prima che arrivasse a Boston, con un proprietario che s’è negato per mesi al telefono, come riportato dallo stesso Francona. Ora poi lo invitano per la festicciola ? Beh … fatemelo dire , grazie a Dio al mondo c’è ancora qualcuno con la schiena dritta. Risultato finale : Francona batte Red Sox 2-0 … e che i nostri vertici si rendano conto che con questo modus operandi potranno trovare solo dei disperati come Bobby V che pur di tornare nel Grande Gioco allenerebbero anche degli zombie, i manager non disperati risponderanno picche come fatto da tanti nel nostro poco pittoresco inverno.

Alla prossima !!!

PS – Mi associo ai complimenti per Alex Liddi, chiunque frequenti i sempre più deprimenti diamanti italiani come il sottoscritto capisce quanto bene potrebbe fare avere un esempio di un italiano nelle MLB, sapendolo sfruttare … già … sapendolo fare.

Share

23 thoughts on “Una vittoria maledetta

  1. Nota sul baseball made in Italy.
    Sono andato tante volte a vedere le partite di baseball a Messina (spettatori 20-30) ora che sto a Bologna sono andato un paio di volte al Falchi, quando ero studente universitario pagavo 8 euro, ora sono uno stagista in più non pagato e ne vogliono 12. 12 euro per vedere uno spettacolo che, diciamolo francamente, non è un granché.
    Giovedì sera ho pensato, quasi quasi ci vado, ma a questi prezzi ho lasciato perdere. Non sarebbe anche il caso di cercare di invogliare le persone di andare allo stadio con delle politiche più convincenti e abbassando un pò i prezzi, visto che non parliamo di un qualcosa di eccellente o di chissà quale spettacolo?

  2. L’infortunio di Jacoby è una tegola pesantissima scagliatasi sui Red Sox!!!! L’uomo franchigia insieme a Pedroia. Non aveva cominciato benissimo in attacco la stagione, ma proprio ieri sembrava carburare. L’unica mia perplessita per l’outfield è Macdonald, tuttavia Ross e Sweeney, non sono malaccio in difesa, dovrebbero reggere bene. Speriamo l’infortuinio sia meno grave del previsto.
    Ciao ciao

  3. Una osservazione sulla partita, che sull’infortunio ho già detto: sembra proprio un Beckett diverso senza Saltalamacchia nella batteria. Primadonna!

    • Mauro, è esattamente la stessa identica cosa che ho pensato io… Vediamo la prossima chi riceve…

  4. Sottoscrivo pienamente le parole di Paolo sullo schifo di vergogna di Proprietà che abbiamo; un grande insegnamento di mio nonno me lo sono sempre portato dietro… “Davide, è molto più facile saper vincere che saper perdere…” Mi fate davvero vomitare… Henry, vai a investire i tuoi soldi dai portuali inglesi va là… così invece che quinto, arrivi terzo in Premier league….
    E assieme ai tuoi compagni di merenda Lucchino e Werner, scrostatevi dai Sox… (scusate lo sfogo…).

  5. riguardo a Liddi mi ricordo un gran bel reportage realizzato l’anno scorso da Sky.
    in quanto ad Ellsbury, ho idea che non mancherà soltanto in difesa, anche se le statistiche “mostruose” dell’anno scorso sarebbero state difficili da eguagliare.
    lascio da ultimo Francona per dire (in qualità di suo più acerrimo “nemico”) che capisco la sua assenza “celebrativa”, ma di qui a farne un martire………… se l’anno scorso lo spogliatoio gli era sfuggito di mano, una “minima” responsabilità il pelato l’avrà pure, o no? senza parlare dei risultati sportivi, leggi alla voce “playoff mancati per 2 anni consecutivi”.
    sicuramente lo potevano silurare più “gentilmente”, ma che il suo tempo a Fenway fosse finito lo sapevano un po’ tutti.

  6. Forse mi sono spiegato male: il mio “rilievo” è CONTRO gli Owners, non a FAVORE di Francona.
    Egli ha toppato anno scorso, credo l’abbiano detto tutti, anche coloro i quali (pure il sottoscritto) hanno apprezzato il suo operato per anni. Il punto è un altro: dai tempi della prima guerra mondiale (e non è un modo di dire…) noi abbiamo vinto 2 Titoli JGC, non 20 come a ny o 10 come a stlouis… E lì il Comandante era Tito… quel Mng. che mise in panca un solido Coco Crisp per far giocare Ellsbury che puzzava di latte… quello che intravide in un fisico da ragioniere uno dei migliori seconda base del pianeta… ERGO: celebriamo la NOSTRA STORIA e manca costui?!!?!!? Non esiste… E non solo o non tanto per il rispetto a lui, quanto per il rispetto ai BOSTON RED SOX che c’erano prima e, soprattutto, DOPO questi proprietari.

  7. io cmq capisco (e rispetto) la sua decisione di non partecipare.
    mi sarebbe sembrato strano il contrario, visto che è passato troppo poco tempo dal “goodbye”.
    penso che anche tu, Davide, al posto suo avresti fatto altrettanto, viste le modalità del “divorzio”.
    riguardo alla Proprietà, boh… secondo me, critiche se ne possono (e devono) fare tante, ma certo non si può dire che soldi non ne vengano spesi per la squadra, visto il payroll (pur sempre) faraonico: sicuramente, tanti sono spesi male, ma quello è un altro discorso.

  8. Grandissimi oggi! Aviles&Co. grande schiaffo morale!
    Chi mi spiega che differenza c’è tra avg e obp? non come calcolo ma come significato..
    Thanks!
    ps. x Paolo, xkè nel prossimo articolo non fai una bella spiegazione del ruolo di lanciatore? Tipi di lanci, statistiche etc etc..

    • Sarebbe utile x chi come me segue il baseball più assiduamente da un anno! Ed aiuterebbe a capire un pò meglio come si articola in dettaglio il gioco..
      Grazie!

      • L’on base percentage è certamente il parametro più importante per valutare un lead-off che ha un compito : andare in base in qualsiasi modo per poi farsi spingere a casa da quelli che giocano nel cuore del line-up. L’average invece è un concetto molto più generale. Un esempio pratico : il più grande n.1 del line-up è stato Rickey Henderson. Lui non aveva un’average enorme ma aveva un OBP irreale visto che otteneva una marea di basi-ball. Il buon Rickey poi rubava la seconda, spesso la terza e qualche volta anche casa-base

  9. Grande prestazione dell’attacco nella partita di ieri sera sopratutto da nostro grande big papi.In queste ultime due partite in nostro attacco è sembrato abbastanza in forma ed anche il monte sta facendo delle prestazioni buone…una domanda: ma le macchine parcheggiate dietro il green monster sono dei giocatori?? sai quanti vetri rotti 🙂

  10. Evvai i Red Sox che sbattono cinque dico cinque fuori campo sui denti alle Razze!!!
    E poi non venite a dirmi che le mazze non contano!!! ahahahah!

    Sal, perché non ti trovi un lavoro come parcheggiatore a Fenway Park e poi ci spedisci un po’ di palline a tutti quanti? Nel frattempo aspettiamo le foto!

  11. La lancio nel centro del piatto (ma nascondo la mano, perchè effettivamente sarebbe un po’ prematuro…).

    Un’estate fa ero stato uno dei primi ad iscriversi al club ammalliato dal bracciozzo del giovane Josh, per cui la cessione di fine dicembre sinceramente l’avevo capita pochino. Epperò ‘sto Sweeney! A parte il fatto che laggiù sulla destra, prima dell’incrocio tra la Van Ness ed Ipswich Street, il Ryan l’ho visto finora abbastanza presente, oh, l’AVG sarebbe pure .400…
    Lo so, lo so…

    E già che ci siamo, che non vogliamo parlare di Mike Aviles, detto “Er Voragine”? Vabbè, un pugno di sbandatine qui e là, qualche errore di grammatica, ma al piatto recita finora un .296. D’accordo che non era mai stata la specialità della casa, ma Marco Scutaro in casacca Rockies viaggia a 0.167…
    Anche qui, lo so, lo so….
    E comunque non succede, ma se succede, vuoi mettere che… ?

  12. Prode Ges… Su Sweeney ti dirò… si lascia guardare… Se rimane lì a tener botta e si convince di essere un “every-day player”, può anche far bene; a me piace il suo approccio al piatto, mi sembra non sprechi mai un turno… l’interbase portoricano è così… ha fatto 6 valide in 2 partite, nelle altre 5 liscio… va preso così, ora come ora è carico come una bbestia per essere lead-off, magari dopo un bel 1-14 si squaglia… è un chicano un pò così… PIUTTOSTO, io invece “I put the ass out of the window” (locuzione bolognese dalla facile traduzione, intesa come “mi espongo per…”) per il Morales…. Ieri sera è entrato sull’ 8-5 con la faccia di un toro infilzato, ha sganciato 4/5 aspirine da 95 e 96 a Zobrist e Scott… Ho visto qualcosa in sto venezuelano… e fra un pò vediamo Felix….

  13. E’ la prima volta che vedo Felix D. Certo che è molto migliorato dal suo precedente esordio nelle majors (era il 2010?). Tuttavia gli manca la castagna. Il lancio sopra le 95 miglia per chiudere. Quindi gioca sui fili con gran controllo, ma è costretto a fare troppi lanci. Sarei tentato di dire che si logora troppo, ma poi Raffa pia d’aceto. Insomma, tutto questo per dire che il vantaggio fin qui acquisito (scrivo sul 3-0) non è rassicurante, per ora.

    • Condivido appieno Mauro, la differenza fra lui e Moore sono quelle 5/6 miglia sulle veloci… Però dai, sa stare sul monte, io ho fiducia ci si possa lavorare sopra; sinceramente, pensavo fosse molto più indietro. Stasera vittoria molto importante, 4 pari abbiamo punito Joe Maddon che non si fida del bullpen e ha lasciato su Moore bello cottarello, e noi nonostante le assenze abbiamo un line-up che può far male (il Papi è “ingiocabile” oggi…). Ma, soprattutto, vinta con Padilla, Morales set-up e Aceves closer… Aspettiamo esami più probanti dei Rays, però è una buona iniezione di fiducia….. P.S. Paolo, mi raccomanda, sguinzaglia il tuo Kgb e dicci i “segreti” dell’evoluzione di Ellsbury.

  14. Sono carico di foto e video… posso uploadare da qualche parte? Intanto mando alla mail di Paolo!
    Grande partita! Ancora una volta Papi ha fatto la differenza… mi è piaciuto D, meno Atchinson…
    Sono contento di Aviles!!!! Cody Ross si sta dimostrando uno cazzuto!!

  15. E Grande Sal… che invidia… com’è l “ambient” al Fenway? Si respira ancora un pò la mitica débacle scorsa oppure no?…

Leave a Reply to Sal Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.