Valentineide

Non so quanti pezzi ho scritto da quando ho inaugurato questo blog, so di sicuro che questo è uno di quelli che mi divertirò meno a scrivere. Non si parla d’altro nel mondo Sox : di Bobby V e del suo modo di condurre la squadra ma soprattutto i rapporti all’interno di essa. Sarebbe bello parlare di ciò che capita in campo, invece parlare delle beghe che capitano fuori dal campo mi da un po’ ai nervi, fa sembrare il tutto un qualcosa di sinistramente simile al “Processo del Lunedì”.

Cominciamo dall’inizio. Chi ha voluto Valentine ? Come detto anche da voi l’arrivo a sorpresa di Bobby V è un’idea partorita dalla mente di John Henry & Co. andando contro i desideri del loro GM appena assunto che aveva selezionato Dale Sveum, andando contro i desideri della tifoseria e andando contro un diffuso scetticismo dei media. Se i proprietari prendono decisioni contro il GM allora c’è da chiedersi a cosa cavolo serva un GM ma peggio di tutto è questa aria da “adesso prendiamo noi le redini” che mi fa scappare da ridere, i proprietari che decidono sull’operatività spicciola non sono certo una garanzia di successo, ma forse l’avere un GM rookie li ha indotti a questa scelta, se il metodo lascia a desiderare, il merito è ancora peggio. Se io scrivo una cosa, poi subito dopo Davide mi dice che ho torto, Raffa pure, John Grady Cole anche e così via io mi porrei il problema : “Ho scritto una caz…. ?” Evidentemente il dubbio che questo in dieci anni non era stato fumato da nessuno e che tutt’ora raccoglieva 20 pernacchie per ogni apprezzamento, non li ha sfiorati. Vabbè …

Appena arrivato, il nostro sembrava aver moderato le asprezze del suo carattere, o almeno sembrava provarci. Il proposito è durato più o meno da Natale a Santo Stefano, i fuochi d’artificio sono iniziati e la santabarbara è pienissima e pronta ad esplodere. La grana Youkilis : in pratica un giocatore più volte ripreso proprio per essere troppo deciso e troppo duro nel gioco è stato ripreso perchè accusato di essere altrove. Siamo su scherzi a parte ? Qui il problema è proprio il metodo, queste cosa VANNO DETTE IN PRIVATO, non spiattellate in pasto alla stampa. Il risultato qual’è stato : abbiamo un manager che già non ha moltissima autorità che s’è dovuto scusare pubblicamente, perdendo un altro po’ dell’autorità di cui sopra, un GM che ha detto di provare gli stessi sentimenti di Youk, il leader in pectore della squadra dire : “questi sistemi sono buoni in Giappone”, il pubblico che ha booooato Valentine alla decima partite (record mondiale assoluto) ed i proprietari che ormai sono più a Wembley che al Fenway.

Certo che questo si poteva evitare con poco, bastava pensare prima di parlare, non è difficile. Uno può guardare Ozzie Guillen alla TV e fare l’esatto contrario ed ha fatto tutto bene. Di sicuro non può continuare così, ora la palla è stata ributtata nel campo di John Henry & Co. Hanno un bivio davanti a loro e non vi nascondo che entrambe le strade mi piacciono pochissimo : la prima strada porta al “lascia così com’è”; non è una buona strada perchè ora il manager è come Robinson Crusoe abbandonato su un’isola con il mare attorno infestato dagli squali ed in queste condizioni pensare a vittorie è abbastanza da schizzati, nel mio passato ho visto anche squadre vincere “contro l’allenatore” ma sono casi rarissimi. L’altra strada che hanno è intervenire pesantemente a sostegno di Bobby V visto che l’hanno voluto, rimettendo in riga i players e questo sarebbe come provare di spegnere un incendio buttandoci sopra della nafta, non oso pensare a cosa porterebbe. Di sicuro non ha senso chiedere a tutti di calmarsi, se uno vuole un team “tranquillo” non ingaggiava Bobby V, sceglieva un Gene Lamont o un Sandy Alomar, aspettarsi da Valentine una gestione posata alla Francona è come aspettarsi di rimanere asciutti dopo essersi presi una secchiata d’acqua in faccia.

Avrete notato che non ho parlato di tecnica, non ho detto nulla di Bard lasciato sul monte a cuocersi o sulle rubate “fantasiose”, è vero … l’altra sera Bard è stato tolto in ritardo e le giustificazioni date in sala stampa sono sembrate puerili, ma questo mi fa meno paura del casino di cui sopra. Vi confesserò che il baseball di Bobby m’è sempre piaciuto e bene o male fu capace di portare i Mets alle World Series con una squadra che per me è nettamente quella con meno talento che abbia mai visto le partite di fine ottobre. Però anche lì il casino cominciò dopo, con un “cinema” che stiamo cominciando a vedere anche a Boston, può aver sbagliato lasciando Bard sulla collina, ma credetemi … questa è la meno.

Per la cronaca stanotte comincia una serie coi bi-campioni della American League ovvero i Texas Rangers, che anche quest’anno sono partiti benissimo col miglior record di Lega (8-2) e con una sfida così all’orizzonte si continua a parlare di Bobby Valentine. Che schifo questo blog da “Processo del Lunedì” !!!

Share

13 thoughts on “Valentineide

  1. A me viene in mente uno degli ultimi interventi in materia di Curt Schilling… non è che ha ragione lui? Per la cronaca Schilling sosteneva che i rapporti tra manager e la squadra non andavano affatto bene e che sarebbero peggiorati a breve … questa faccenda di Youk sembra darne una sinistra conferma…

  2. Sommersi da josh Hamilton..ieri ho visto una squadra di mlb contro una delle leghe minori.. 8 run in un solo inning sono oggettivamente troppi..non sarebbe ora si fare qualcosa ho quest anno vogliamo far ridere proprio tutti???

  3. 80 lanci in 2 riprese credo siano record del mondo, o quasi…
    e dire che Lester aveva giocato una gran partita, la settimana scorsa.
    Melancon ha un’ERA di 49.50!
    (ma chi l’ha portato a Boston??)
    Raffaè, amica mia: per caso, adesso ti stai convincendo del fatto che contano più i lanciatori dei battitori..?

    • Di melancon in questo blog abbiamo scritto e detto tutto..era il closer della peggior squadra della lega l anno scorso.. Speriamo che non lo diventi anche quest anno.. Ripeto.. Non puoi prendere il closer degli astros con il peggior record della lega solo perchè il cognome fa rima con papelbon…

  4. aldila’delle questioni interne al team,per la conduzione o presidenza che sia,c’e’da notare come questa partenza di stagione sia un po’sottotono,per non dire “molto”
    la squadra per adesso e’buona per le percentuali nel box,e addirittura ottima per cio’che riguarda la difesa(chi se l’aspettava!?) fallimentare,com’era prevedibile nel mound,dove siamo per adesso ad un desolante 6.22 di ERA,ed un .288 di AVG…praticamente ultimi nella lega!
    il buon bobby,avra’certamente le sue colpe,ma anche la dirigenza non e’da meno…forse,come scrissi qualche tempo fa’preferiscono investire in qualche squadra di football del vecchio continente,distogliendo cosi risorse preziose per i nostri amati calzini.
    detto questo,andiamo avanti,anche se all’orizzonte le nubi si addensano,ne abbiamo avuto la conferma questa notte,con la grandinata di punti che ci hanno rifilato i sudisti! e per stasera prevedo ulteriori cappottini all’orizzonte!!!

  5. anche se stanotte ci hanno ben randellato credo che leister si riprenderà nel corso della stagione ,i rilievi rimangono un problema anche se resto fiducioso che si possano riprendere…

  6. Ci sta di perdere contro i Rangers: sono indubbiamente più forti e non solo da quest’anno.
    Quello che non ci sta è prendere 10 punti a partita già sigillata. Melancon-ia inguardabile: 6 battitori affrontati 4 valide (3 fuoricampo e un doppio) e due basi ball !!!!! In Italia parlerebbero già di licenziamento per giusta causa ……. mandatelo a casa (assieme a chi lo ha preso).
    Poi non si è perso certo per colpa sua …… sarebbe troppo semplice risolvere il problema se fosse stato così.

  7. A Boston è già melancoln-mania, si stanno domandando tutti come impedirgli di raggiungere il mound,quando quell’esperto di cabaret di Bobby V lo chiama in scena…

  8. Questa stagione credo sarà montagne russe fino alla fine: qualche serie di vittorie esaltanti seguite da qualche serie di debacle mortificanti. O almeno dobbiamo augurarcelo, perché è il risultato migliore che possiamo ragionevolmente sperare di ottenere. Questo sarebbe in teoria anche il comportamento tipico delle squadre sbilanciate in attacco, quindi non dovremmo sorprenderci più di tanto.
    D’altra parte abbiamo avuto tanti anni al vertice, è normale che le altre franchigie ci abbiano ripreso e riportato nel gruppo. Capita. Perché non riesco a digerirlo?
    Forse perché si poteva fare un po’ meglio con tutti i soldi che la proprietà ha investito. Forse perché la squadra non è in fase di rifondazione, ma è incompiuta. Forse perché sembra un tunnel senza fine. Forse perché ci giocano campioni di prima grandezza che ad Ottobre dovrebbero giocare e dare spettacolo. Forse perché non si vede un minimo di strategia in questo casino. Forse perché mi sembra che siamo sfigati oltre misura. Forse perché non riesco neppure a immaginare cosa possa succedere perché le cose cambino.
    Voglio tornare nel 2008 in un universo parallelo nel quale Manny Ramirez è un grande estimatore del clima del New England, rimane a Boston e vinciamo le WS in 7 con i Phillies.

  9. Sottoscrivo pienamente il post di Mauro…
    Passaggio chiave secondo me… “Forse perché non si vede un minimo di strategia in questo casino.”
    Le franchigie che funzionano: Phila, Nyy, Texas, Tampa, Detroit, ci metterei anche Arizona… Denominatori comuni: ARMONIA, SINTONIA, COMUNIONE di idee e progetti fra Proprietà/GM/Manager, quest’ultimo lì da tanto tempo…
    Noi eravamo così Nation, sull’onda di una incredibile (e pazza…) vittoria 2004, avevamo tracciato un solco, in cui il trio lescano (HenryLucchinoWerner) faceva il suo, il GM faceva il suo e il Mng pure… Si sbagliava certo, chi non sbaglia (vogliamo parlare di Oswalt a phila? o dei 35M$ a soriano pinstripes?…) ma c’era un idea, una bussola… Ora abbiamo i 3 owners che fanno un casino boia, ancorchè magari in buona fede non so, in fondo cacciano li soldi (e ne cacciano) ma non occorre andare molto lontano (Moratti? Abramovich?…) per vedere che non è che se uno spende è per forza da lodare…. Poi abbiamo un GM che secondo me ne sa, ma è giovane e inesperto, ergo immediatamente delegittimato (come scrive perfettamente Paolo)… Poi, siccome i 3 moskettieri hanno visto il video di Steve Jobs in cui raccomandava “Be hungry, be foolish”, hanno deciso di prendere Bobby V… e il gioco è fatto….

  10. Vedi Napoli e poi perdi ??????
    Altra grande prestazione del rilievo …….. che tristezza.
    Concordo alla grande: zero strategia, grande casino.

  11. Lancio meglio io di Melancon
    ogni volta che mi guardo Bobby V in rassegna stampa mi fa pena….
    Voglio dimenticare lo sfacelo di Texas me lo sogno la notte.

Leave a Reply to Davide Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.