TOP

Celebration

Quando iniziò settembre tirai fuori un titolo ispirato ad un brano meraviglioso della PFM; un utente della message board, chiedo scusa ma non ricordo chi, disse che non sarebbe stato male, se avessimo vinto la division, festeggiare con un altro enorme successo di Mussida, Di Cioccio & Co. : “Celebration”. Io che sono qui per fare quello che dite voi non posso che essere d’accordo e quindi … vai con la musica : https://www.youtube.com/watch?v=esHEPt41Sjc

Un altra notte con poco sonno e molto baseball quindi, non potevo non assistere ad un evento che a marzo faceva perfino fatica ad albergare nei sogni più arditi e sia stramaledetto MLB.TV che ha tagliato prestissimo la diretta. Comunque “worst to first” suona così bene da dire che meriterebbe non una canzone ma un’interno album, vedere il lider maximo dirigere i festeggiamenti mi fa sghignazzare e credo proprio che Big Papi potrebbe avere una carriera da maestro di cerimonie per matrimoni, feste di lauree, etc. etc.

Un altro personaggio di cui mi va di parlare è questo di cui metto una foto tratta da ieri sera, il signore che vedete con l’elmetto è Johnny Gomes, oltre a far capire in quale stato psicologico si trovi uno che raggiunge un traguardo simile, mostra anche uno che ha vinto la division tre volte negli ultimi quattro anni con tre squadre diverse : Cincy 2010, A’s 2012, Sox 2013

BUqjwKlCUAA96q3

Sarà un caso ? L’esperienza mi insegna che il baseball è uno degli sport dove il caso conta di meno, quindi mi vien da dire che non è per nulla un caso e che un giocatore simile è assai funzionale nella costruzione di un team vincente, Ben Cherington lo capì, io per nulla e difatti accolsi il suo arrivo con degli sbadigli. Ora avete capito perchè Cherington fa il GM ed io faccio un blog, fosse viceversa il blog sarebbe migliore visto che lui ha frequentato college esclusivi ed io l’ITC “Paolini” di Imola, però se io comandassi ai Sox probabilmente farebbero fatica a vincere anche il campionato lussemburghese.

Avrete capito che oggi non si parla di tecnica ma di emozioni, sono emozioni che ci meritiamo tutti noi, che abbiamo fatto la lunga traversata del deserto iniziata col collasso del settembre 2011 e proseguita col Circo Barnum di Bobby V, vorrei abbracciare tutti quelli che come me, e vedo che dai messaggi non sono pochi, ormai vivono più sul fuso orario della East Coast che su quello del Bel Paese, con ovvie ricadute negative sulla produttività lavorativa o scolastica. Chi va a lavorare a quest’ora si chiederà se è valsa la pena una ramanzina dal capoufficio per questa esaltante stagione. Chi va a scuola si interroga se quel “quattro” nel compito in casse valeva vedere la rimonta al nono inning contro i pigiamini. Io dico che valeva moltissimo la pena ed anzi … vi vorrei tutti con le occhiaie ad ottobre, con tante altre giornate passate con in testa il fuso orario del Massachussetts.

BUONA DIVISION A TUTTI !!! 

Share

19 comments. Leave a Reply

  1. Angelo Mozzetta

    lo streaming giapponese è stato più clemente…qualche festeggiamento in diretta l’ho potuto vedere. Eh si, vale la pena vivere col fuso orario tutto l’anno, nonostante l’odio profondo per la sveglia. E speriamo di non far pause quest’anno, che i Celtics cominciano proprio a fine Ottobre.

    ps: Sono l’unico pazzo in questo blog che non si taglia la barba da Agosto?…

  2. Xtef

    Grande PROG e grande BLOG !! Se lo stilasse Cherington non sarebbe divertente come il tuo !! Grazie e “verso l’infinito e oltre” con i nostri SOX !!! (e grazie anche all’omessa rasatura di Angelo!!!!)

  3. Luigi

    Felice di aver ispirato il blogger, e di non aver portato sfiga!
    GO SOX!!!!!!!!!!!!!!

  4. Luigi

    Sto leggendo il blog sentendo Celebration della PFM e rivedendo mentalmente le immagini di stanotte, ragazzi, pelle d’oca pura!

  5. Salvo

    Ancora non riesco a comprendere il motivo per il quale negli United States of America quando c’è da festeggiare con lo champagne utilizzano quelle ridicolissime maschere da mare, bah…

  6. franz6201

    Un abbraccio a tutta la RED SOX NATION…grandi tuttissimi..complimenti sempre al blogger così ematico con tutti noi…

  7. Sono un pirla….
    Venerdì sera una stanchezza micidiale causa lavoro… ma niente… vai di 5 caffè e mi piazzo a vedere tutta la partita (perché ero sicuro che avremmo festegiato oggi!!)
    Ho resistito tutta la partita… ho applaudito la scelta di mettere Koji all’8° e ho visto anche gli ultimi due out prima del nono. E poi… mi vado ad addormentare secco proprio sul più bello!!
    Quando mi sono svegliato ormai non c’era più nepppure quel rompipalle di Bo Jackson 🙂
    Pazienza… me li vedrò su youtube 🙂
    In ogni caso…. grazie Red Sox…. un titolo davvero speciale!!!!

    PS e chi come me ha una bambina di pochi mesi sa che dormire la notte non sempre è scontato. Commettere certi errori è ancora piu grave! 🙁

  8. Riki2314

    Nation, oggi ho il volo per tornare in Italia.. Indovinate dov’ero ieri sera? Sono già in possesso della T-shirt “WE OWN THE EAST” ovviamente..

    Prometto che quando arrivo spedirò le foto a Paolo e magari anche il video dell’ultimo out di Koji con tanto di festa finale..

    Ci si sente presto!!!!!!!

    • Luigi

      NOOOOOOOOOO!!!!!
      quando si dice essere proprio nel posto giusto al momento giusto!
      Che invidia, si esigono foto e video!

  9. Euro

    Grande invidia Riki, beccare la partita con cui abbiamo vinto matematicamente la division non è roba di tutti i giorni, che figata.
    Per il resto mi accodo ai vostri festeggiamenti e complimenti, grande squadra questi Red Sox 2013, grandi i giocatori, grande Farrel e tutto il suo staff, grandissimo Ben Cherington, questa grande stagione parte da quella trade di fine agosto che a molti di noi era sembrata con l’inizio di un lunghissimo rebuilding, e invece dopo 12 mesi siamo qua a festeggiare un incredibile pennant, e perchè no, grande anche la triade che quest’anno si sono limitati a fare quello che ogni proprietà dovrebbe fare, cacciare la grana e lasciare lavorare chi è preposto per farlo.
    Ma grandi anche noi tifosi che non abbiamo mai mollato, dopo il devastante september collapse e la sciagurata stagione scorsa ci vuole una grande fede per i nostri amati Red Sox, keep the faith alive, sempre.
    Per quanto mi riguarda è stata la più bella regular season di sempre seguita da tifoso, tifo datato 2003, la sera in cui Grady Little ha lasciato Pedro sul monte, la sera che ho scoperto l’esistenza della maledizione del bambino, la sera che ho deciso che questi sarebbero stati la mia squadra per sempre, come diceva il personaggio protagonista di Fever Pitch “mi sono perso nel gioco”.

  10. Davide

    Che spettacolo l’italian RS Nation…
    Un membro in honeymoon direttamente nel Tempio… presente dove SI FA la Storia…
    Gente che non si rade…
    Non si dorme un kaz… io sono stato sorpreso da mio figlio alle 4 di notte, c’è rimasto male e mi ha cazziato più di sua madre… (giustamente, lui è “obbligato” ad andare a dormire alle 9:30 e suo padre nottambula….)
    L’Oscar delle citazioni va a Xtef, un Buzz Lighter prodigioso…
    Due parole sul Team: penso che la parola CONSISTENZA si stagli bene, mai perse 4 in fila, se andava male una serie c’era subito una ripresa, indipendentemente dagli avversari; credo che quest’anno si sia manifestata la versione più “plastica” di cosa significhi lavorare bene con le giuste sinergie come ricorda Euro; sul monte s’era deciso di dare fiducia ai partenti martoriati nel biennio scorso, investendo in bullpen, sia come profondità che come qualità… ebbene si è sgretolato piano piano ma nonostante ciò, barra dritta e via andare…
    Ora i playoff, col loro carico di imponderabilità, affascinante e crudele insieme; di certo questa rs 2013 è stata indimenticabile… nel 2007 avevamo fuoriclasse assoluti e il solito binomio divisionale, quest’anno eravamo nemmeno underdog… eravamo i plebei a giocare con i 4 (quattro…) patrizi… che goduria… e ancora di più vederli azzannarsi ora fra loro…

  11. Antonio

    Ancora non ci credo che tutto questa stia succedendo davvero! Sembra ieri il terribile collasso del 2011… Ed ora eccoci…we all started from the bottom and now we’re here! Voglio veramente ringraziare tutto il blog perché ormai siete come una seconda famiglia per me! Vi seguo dal primo post e avete dato un grande contributo alla crescita del mio amore verso il baseball che qui a Napoli é praticamente sconosciuto,grazie a tutti miei fratelli della nation! AND ALWAYS GO SOX!

  12. Skuffia

    Ma quanto è bello, tra le altre cose, guardarsi gli altri che si scannano per le due wild card? 😉

  13. bello bello bello!

  14. Angelo Mozzetta

    solo l’HR di JBJ batte la goduria dello splendido safe di Uehara…GO SOX!!!!!!!

  15. Roberto

    A proposito di wild card..ho finito ora di vedere perdere texas contro i royals..secondo me partita buttata da washington nella parte bassa del decimo che ha concesso una base ball con un solo corridore..a mio parere cazzata clamorosa.

    • mauro

      Reputo Washington uno dei peggiori manager e non capisco perchè Nolan continui a sostenerlo, sebbene gli sia costato due anelli. Spero che, nel caso il posto di Girardi resti vacante, possa accasarsi nel Bronx prima o poi.

  16. mauro

    La stagione è agli sgoccioli e sono poche le questioni rimaste aperte.
    In Al rimane da decidere il vantaggio del campo fra noi e gli A’s sui quali ancora abbiamo un -1 nella colonna delle L. Entrambi viaggiamo in trasferta nell’ultima settimana della RS. Noi (2 COL e 3 BAL) dovremmo portare a casa senza problemi almeno 3W. In questo caso il record minimo degli A’s che ci batte è 5-1 (il tiebreak si risolve a loro favore considerando i rispettivi record intradivisionali). Per loro sarebbe una bella performace, ma in linea con il recente comportamento, per cui non mi pronuncio sugli esiti. L’unica cosa che mi preme dire è che, almeno per OAK, evitare DET nelle division series sembra cosa importante. Non vedo perché noi la dobbiamo snobbare.
    Il fatto è che nell’ultima settimana i pronostici non vengono bene. EG avrei scommesso sulla W in gara due con TOR e invece all’inizio del 4° è successa la classica “serie di sfortunati eventi” che ci ha inguaiato:
    1) Lawrie arriva in base perchè Bogaerts si sofferma a ripassare le tabelline invece di assistere.
    2) Il doppio di Lind poteva essere preda del miglior Victorino (ecco l’ho detto! E ora mi nascondo per evitare la furibonda reazione di Davide ).
    3) Sierra era strikeout tutta la vita, ma l’arbitro aveva un moscerino nell’occhio.
    4) Davis batte una palla che centra un area minore di 3 cm quadrati, al di fuori della quale è fly out.
    5) Alla fine Buchholtz decide di non essere da meno e concede anche l’errore su pickoff
    6) Il resto è storia
    Il WC game lo giocheranno TB e CLE. Rimane aperta la questione “su quale campo”. Non è proprio indifferente perché entrambe le squadre hanno record molto migliori in casa. CLE ha il miglior calendario, ma la squadra più debole, staremo a vedere.

    • Davide

      No no, sono proprio d’accordo con te.
      Quella battuta di Lind era proprio playable da Victorino… altroche…
      (Pare, e dico “pare”…. che il Navajo torni mercoledì…)
      Buchholz voleva la L. E’ tutto calcolato Mauro, è come per Uehara… NON CI SI PRESENTA alla postseason con record intonsi o striscie aperte epocali… Non è cabala, è proprio tattica…
      Dici che i Rangers sono fuori fuori?… Lo temo anch’io ma nutro ancora speranziella di farli rientrare dentro… Devono mettere un po’ di pepe al culo agli odiosi raggetti, ai quali gira davvero tutto, troppo, bene… Le ultime 6 ce le hanno fuori casa allo Stadium e Canada… io dico che se Texas non fa cagate contro gli astros… Aggiungo: in caso di parità a 2 o 3 per le wildcard, si giocherebbe lo/gli spareggi fra lunedì 30/9 e martedì 1/10… QUESTO SI’, sarebbe grandioso per noi…

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>