TOP

La calma dei forti

Forse il titolo è un po’ troppo trionfalistico, ma per certo siamo noi ad avere il coltello dalla parte del manico, l’aver vinto tre anelli in nove anni rende tutti molto tranquilli e rilassati in quel di Fort Myers; visto che siamo nel periodo della consegna degli Oscar possiamo dire che i Boston Red Sox sono nella posizione di Cate Blanchett, il ruolo di Di Caprio lo abbiamo affibbiato a qualcun’altro … anche se il vostro blogger è furente perchè tifava proprio per lui avendo adorato la sua interpretazione in “The Wolf of Wall Street”.

Dicevo che la vittoria ha un po’ calmato le acque, ci vedo un rischio però in tutto ciò : mi chiedo se ci sarà ancora quel sacro furore agonistico che rendeva i nostri dei satanassi quasi invincibili. Vincere è difficile, tenere le motivazioni alte dopo la vittoria è doppiamente difficile, quei giocatori di talento non eccelso che hanno condotto la squadra per mano e l’hanno trascinata saranno capaci di rimettersi l’elmetto e di tornare in trincea oppure ci sarà un imborghesimento ? In questo caso io penso positivo, i motivi sono due : il primo è David Ortiz, il secondo è Dustin Pedroia. Finchè avremo quelle due figure nel dug-out io non credo che ci saranno tanti cali di tensione. Vinceremo se saremo capaci di farlo, se gli altri saranno più bravi dei nostri invece perderemo, ma non credo che ciò possa avvenire a causa del poco spirito combattivo.

C’è da dare un’occhiata anche a queste prime partite di pre-season; noto una grossa cautela nel far giocare chi l’anno scorso ha tirato il carretto, specie sul monte : pochissimo l’impiego del duo nippo, non ancora in campo Lester e Lackey. La mossa è ovvia, se ciò comporterà un andare in forma un po’ più tardivo non lo so, ma Tazawa ha finito la stagione senza benzina nel serbatoio e sperare che Uehara ripeta il 2013 giocando con quella frequenza mi pare arrischiato, quindi ben venga la cautela … anche questa fa parte di quella calma dei forti di cui dicevo prima.

Due altre parole sullo spring-training sotto l’aspetto televisivo : 1) Grande che si possano vedere le partite in italiano con il commento (finalmente !!!) di uno veramente competente come Pietro Nicolodi che è un grande, che si destreggia tra baseball, calcio, hockey e Dio solo sa quanti altri sport alla grande. 2) Abbiamo visto il rimpiazzo di Jenny Dell ovvero tale Sarah Nicole Davis … carina … chissà se è già partito il draft tra i giocatori per aggiudicarsela, un solo dubbio : è canadese di Toronto, come lessi tempo fa sulla message board MLB : “ma i canadesi capiscono di baseball ?” Ancora pochi giorni e lo sapremo …

Share

3 comments. Leave a Reply

  1. diegotelospiego

    Ripetersi da campioni in carica e’ sempre molto difficile, specialmente in MLB e in NHL dove la concorrenza e’ spietata….Personalmente credo (e spero) che i Red Sox possano fare una stagione di alto livello….Non temo un effetto imborghesimento: siamo stati molti anni senza vincere, ora siamo consapevoli di essere una franchigia tosta, vincente, con grande tradizione e con un gran seguito. LET’S GO RED SOX

  2. Salvo

    Restando in tema questi primi giorni lasciano ben sperare per una nuova stagione di “grande bellezza”…

  3. stefano70

    Che posso dire? Qualche volta succede ancora che mi guardo delle partite della stagione passata.
    Il periodo novembre-dicembre non mi è piaciuto per niente, lo dico in tutta sincerità.
    Attendo; soprattutto di vedere la farm sfornare bene.
    Di “sperare” non ci penso, soprattutto sapendo come muoiono coloro che sperano troppo…

    Let’s go Red Sooooooooox!

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.