TOP

1-1 con Oakland

Le serie da 2 partite mi sono sempre sembrate un’assurdità del baseball, possono reintrodurre il pareggio in uno sport che ne è geneticamente avulso, la serie con gli A’s non è sfuggita a questa regoletta; pareggio che per i Red Sox è buono per rimanere a galla, che non è buono per la rimonta che auspichiamo. La squadra sembra aver raggiunto un gradino di rispettabilità, serve uno step-up per rimettersi in corsa in una division che al momento non sta dando le performances che forse tutti si aspettavano.

Cosa ci dicono le due partite nel vecchio Coliseum di Oakland ? Ad esempio ci dicono che quest’anno ci sorbiremo un numero assurdo di pitcher mancini visto che la squadra è fortemente sbilanciata nel box alla destra del catcher, purtroppo i battitori destri cominciano solo ora a produrre (es. Youk che sta cominciando a connettere bene anche oltre il recinto) e chi dalla panchina dovrebbe offrire un contributo proprio per bilanciare il line-up, per non far nomi parlo di Cameron, fino ad ora sta dando un contributo impalpabile; anzi lo stesso Cameron è stato vittima del caso arbitrale del giorno nell’8° inning di gara-1 quando col punteggio ancora in bilico oltre ad andare strikeout, e fin qui passi, è stato anche punito con un’interferenza che ha causato l’out del runner. Non proprio un momento fortunato per Cameron che se continua così rischia di passare come una presenza inutile in questo biennio bostoniano.

L’aspetto positivo è che il rendimento dei partenti sembra essere tornato su livelli eccellenti, Oakland non sarà il massimo ma sia Lackey che Buchholz hanno cavato dal cilindro partite di buona qualità e specialmente Buchholz avrebbe risaltato anche di più se non fosse incappato in un arbitraggio abbastanza punitivo con un paio di strikeout in un momento topico che sono diventati “ball-four”. Se i partenti sono in palla, i rilievi, o almeno alcuni di essi, mica tanto. La due giorni nella Bay Area c’ha fatto vedere un Okajima che avrà fatto anche molto bene a Pawtucket ma che in prima squadra ha toppato il primo rilievo come capitava l’anno scorso, ed una coppia Jenks/Papelbon che è riuscita a salvare gara-2 facendo però perdere almeno due anni di vita a chi vi scrive.

Mentre sto buttando queste note la squadra sta correndo in aeroporto per imbarcarsi per Anaheim, per un’importantissima serie da 4 partite contro gli Angels che sorprendentemente sono in posizione ottima di classifica; il passaggio tra Oakland ed Anaheim è eccellente come cambia di città (Oddio … per essere meglio di Oakland non ci vuole molto), il cambio tra A’s ed Angels invece può essere un panino di difficile digestione, per mietere buoni risultati in casa dei Rossi di Mike Scioscia serve certamente un miglioramento globale nella qualità del gioco … Vedremo

 

Share

5 comments. Leave a Reply

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.