TOP

Il primo step

La prima mossa è fatta, siamo partiti dal closer come un po’ avrebbero fatto in tanti ed il nome è certamente di quelli importanti : Craig Kimbler, un pluri-All Star, un giocatore che da closer è finito in passato anche nelle top-ten del Cy Young Award, vestirà la maglia dei nostri. Lo scambio merita di essere analizzato anche perchè cedere quattro prospetti per un closer è parecchia roba.

Anzitutto mi pare chiaro che il cambio di regime abbia cominciato a colpire nel senso che lo stile di Dombrowski è questo : cedere prospetti per giocatori già fatti, ovvio che io non abbia la controprova ma faccio fatico ad immaginarmi lo stesso movimento durante il regno di Cherington. La cosa mi può star bene, basta che non si ecceda, sono le esagerazioni che non approvo : fare delle trades è lecito, demolire le proprie Minors non lo è. Questo a mio parere è uno scambio un po’ borderline : per un closer mi sembra si sia dato fuori parecchio, forse un po’ troppo, è vero che stiamo ancora parlando di giocatori distanti dal raggiungere le Majors, però quattro per un closer mi pare davvero tanto.

E’ anche vero che la politica di proteggere il proprio orticello dei prospetti non è che ci abbia dato molte soddisfazioni, ci siamo buttati sui free-agent ed ora abbiamo contratti pesanti che non sappiamo come ammortizzare ed i lanciatori che abbiamo provato di allevarci in casa sono stati molto deludenti. Insomma … siamo reduci da due ultimi posti, mica da stagioni di trionfi; diciamo poi anche che ci siamo comunque tenuti in casa i “pezzi grossi” della nostra farm : Margot è il più avanti nella maturazione tra quelli ceduti, ma tra gli esterni credo che se abbiamo un giocatore che promette questo sia Andrew Benintendi che ha giocato una prima stagione (anzi mezza stagione) da urlo, anche Guerra mi dicono non sia per nulla male ma noi in quel ruolo abbiamo Bogaerts (e speriamo d’avercelo per un decennio), un Bogaerts che dovrebbe chiudere le possibilità per qualsiasi aspirante shortstop dei Red Sox per molto tempo a venire.

E sia Kimbrel quindi; il contratto a cui i Sox subentrano prevede 2 anni a 24 milioni di $ complessivi ed una opzione per i Sox per un terzo anno a quota 13 milioni, che tipo di pitcher sia Kimbrel penso sia chiaro : come lancio migliore ha una fastball bomba, come secondo lancio ha una fastball bomba e come terzo lancio ha … indovinate un po’ … una fastball bomba. Scherzi a parte si conferma anche il trend che ha sempre visto Dombrowski amare i power pitcher e se pensiamo che oltre a Kimbrel avevamo anche sondato il terreno per Aroldis Chapman si capisce quale era il desiderio dei ns. maggiorenti. Col suo arrivo il piano prevederebbe il passaggio di Uehara al ruolo di setup dell’ottavo e semmai Tazawa al settimo, detto così la cosa mi piace, se poi sarà anche un’idea redditizia lo vedremo.

Quelli che vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto fanno notare che negli ultimi anni non siamo per nulla andati bene coi rilievi presi dalle squadre di National League e ci dicono che l’ultimo anno a San Diego è stato il peggiore nella sua carriera, è vero … però evitiamo di credere alle maledizioni : Melancon, Varvaro o chi volete voi hanno fallito non perchè venivano dalla National ma per motivi tecnici e sull’ultimo anno è vero che è stato il peggiore ma non scordatevi che fu scambiato a San Diego la vigilia dell’Opening Game ed è parecchio difficile dover assorbire un cambio in questi termini, questa volta avrà tempo per familiarizzare con l’ambiente, se guardate le cifre di Kimbrel vedrete che ad aprile e maggio ebbe delle difficoltà, dovette un minimo ambientarsi al nuovo ambiente, ma da lì in poi andò come un treno.

Giudizio finale quindi ??? Abbastanza contento tutto sommato e poi a me i power pitcher son sempre piaciuti, mi esalta di più una sassata devastante che una curva pennellata e spero che di sassate Craig Kimbrel ne abbia in serbo davvero tante.

Share

35 comments. Leave a Reply

  1. lilgoosy

    Io la penso come te, ovvero una trade che fondamentalmente premia entrambe le squadre ma riserva al tempo stesso dei punti interrogativi. Leggevo ieri alcuni reporters ritengono che spesso la visione dei prospetti nel farm sia un po’ troppo distorta e fiabesca…spesso ci dispiace troppo per la cessione di elementi che alla fine sul palco dei grandi hanno dimostrato 0 e spesso al contrario si sottovaluta il valore Dell esperienza maturata nelle majors. Tanti dicono anche e qui parlo di tifosi che con un pacchetto così dovevamo prendere un asso SP…eh ma secondo me non sarebbe bastato. Per fare un “affare” l asso lo devi prendere dai FA perché se vuoi bussare alle altre franchigie, la porta si apre solo al suono di nomi come Xander o Mookie temo

  2. Simone

    Concordo negli anni ci siamo coccolati giocatori della farm con scarsi ritorni per cui ben vengano giocatori solidi. Sto signore ha un braccio spaventoso e a 27 anni ha gia 6 anni di major . Il problema è che tifando sox ci si aspetta di vincere o di essere competitivi ogni anno quindi ben vengano i nomi e soldi spesi …e alla fine parliamo di giocatori che nemmeno sono arrivati in triplo a e che giocano in ruoli coperti dai nostri giovani xander e mookie

  3. Giacomo

    Ciao a tutti, che dire io sono invece davvero contento! Ho visto troppi prospetti fallire, di conseguenza sono convinto che nessun ragazzo possa essere considerato incedibile se non prima abbia dimostrato seriamente qualcosa, quantomeno in AAA. Di grandi numeri a Portland non me ne faccio nulla onestamente, siamo realisti!
    Per chi invece pensa che il Closer non meriti tutte queste contropartite vorrei chiedere chi sono stati secondo voi i due giocatori più determinanti nei Playoffs 2013.. e come ce la passavamo ai tempi di Bailey! Saluti 🙂

  4. Euro

    A me sembra che abbiamo pagato un prezzo veramente alto per un rilievo se pur molto forte e di cui avevamo un disperato bisogno, ma sulla carta abbiamo lo abbiamo pagato veramente caro.
    Poi come dite voi tante volte questi prospetti non si sono rivelati per quello che si pensava potessero diventare, aggiungiamo che abbiamo ceduto prospetti in posizioni comunque ben coperte, però ad oggi per un rilievo che ti lancia 60-70 inning all’anno mi sembra un prezzo veramente esagerato.

  5. Salvo

    Ragazzi Kimbrel è il top dei top in quel ruolo.
    Abbiamo davvero preso il meglio.
    Io invece sono contentissimo, vediamo di continuare così e di costruire una squadra che possa andare alla postseason che di scommesse perse ne abbiano già viste troppe…

  6. Simone

    E adesso milioni per l’odioso Price e poi trade mia moglie e Owen per Sale. Lo scorso anno avevo proposto mia sorella ed essendo figlio unico beccatiMasterson Masterson…

  7. Mauro

    Ho un paio di domande ingenue. La prima: qual è il motivo tecnico che ha impedito a Melancon di esprimersi a Boston? Lo abbiamo rimosso? Poiché è evidente che la successiva carriera del giocatore ha dimostrato che non era proprio la pippa che appariva quando indossava le calzette rosse forse bisognerebbe capire che è cruciale evitare di commettere gli stessi errori con Krimbel. L’unica sicurezza è che considerare un problema la provenienza NL è solo una stupida superstizione (come se ce ne fossero di altro tipo).
    La seconda: a quale età si giudica se un prospetto ha tradito le attese? In base a quali parametri? Prima di rispondere suggerirei di confrontare le statistiche di Greinke alla stessa età di Owens. Per me è stato molto istruttivo, consentendomi di giungere alla socratica consapevolezza di sapere di non sapere. 🙂

    • Davide

      Per fortuna che ogni tanto Mauro ci arricchisce con una robusta dose di intelligenza e coscienza critica.
      Prego rispondere ai due punti interrogativi.
      (io non lo so; e studio).

      Kimbrel pagato, decisamente, troppo.
      Anche se rappresenta pura Elìte, non è che lo devi strapagare.
      Erano tutti spendibili i 4, anche Margot (top30) come giustamente scrive Paolone, con Benintendi dietro. Però 4 così sono tanti e troppi, soprattutto in considerazione del fatto che sia il primo trade e che non è che possiamo spolpare la Farm per un anno o due…
      Dombrowski, a me, piaciuto per niente a sto giro.
      P.S. Segnalo un Hanley asciugato.
      http://nesn.com/2015/11/hanley-ramirezs-weight-loss-program-looks-to-be-going-just-fine-photo/

    • pberti

      Bella coppia di spunti Mauro. Melancon : perse in maniera clamorosa un paio di partite subito, poi si fece male (almeno ufficialmente), ma soprattutto ebbe a che fare con un manager maestro nell’affossare i giocatori in difficoltà anzichè provare a risollevarli.
      Owens : nei giudizi su di lui credo che conti molto l’apparente mancanza di progressi. Il paragone con Greinke faccio fatica a soppesarlo, Greinke ha dovuto combattere nei suoi anni giovanili i demoni dell’ansia e della depressione, le sue cifre fino al 2006 vanno tenute in scarsa considerazione, anzi quello che ha fatto dopo vale ancor di più considerando i giganteschi problemi psicologici che ha dovuto superare

      • Davide

        Paolone, riesci ad approfondire meglio quel “apparente mancanza di progressi”, riferito a Owens?
        Mi spieghi bene per benino dove e come vedevano l’evoluzione dei progressi in Price che alla sua età aveva 1GS contro 11 e l’anno successivo (equivalente HO 2016) lanciò a 4.42 ?!?!?
        Mi illustri la traiettoria di sviluppo di deGrom (ah… la Farm dei Mets…) che alla sua età era in A avanzato? E che ha esordito in Mlb quattro (quattro) anni dopo Owens?
        Oppure della mancanza di progressi di un tale Arrieta che ha lanciato a 1.77 di ERA quest’anno e che era un Super Prospetto ma che fino a due anni fa era un innings-eater e ha cliccato a 28 anni?
        Ti ho citato tre a caso fra i primi 5 in ERA, oltre a Greinke naturalmente; si potrebbe andare avanti…
        Io non so COSA Owens diventerà, se un Fenomeno, un Bravo, un Legittimo o un bust.
        SO quel che è oggi, un POTENZIALE ottimo lanciatore, con skills, stuff e deception sopra media. E tanto basta. Sinceramente, davvero, fatico a comprendere dove e come si possa vedere, in quell’ampiezza temporale, una mancanza di progressi.
        Riesci ad approfondirla?

        • pberti

          Rispondo al volo visto che stasera non avrò modo da casa.
          Parecchi dicono che negli ultimi 12 mesi non sia migliorato e che certe debolezze (es. il numero di 4-balls che concede) non stia calando.
          Butto lì un pezzo preso in fretta tra quelli dell’ultimo periodo di stagione :
          http://www.overthemonster.com/2015/9/16/9334305/henry-owens-red-sox-rotation
          Che poi ciò sia frutto della beata gioventù o sia colpa di limiti tecnici … vai te a sapere. Potenzialmente è un ottimo lanciatore ? OK … Come parecchi altri che abbiamo avuto negli ultimi 5 anni e che semmai oggi lavorano come commessi in un 7-eleven.
          Sapendo come la pensi tu credo che non entrerai molto in sintonia con Dombrowski.
          eh eh eh eh eh eh. Se Owens fosse il pezzo che ci serve per arrivare ad una trade importante tu cosa faresti ? Dimmi tu quale sarebbe il tuo piano per Owens nel 2016.

          La domanda sullo sfondo per me è una : quanto devono essere aggressivi i Sox in questo mercato ? Ovvero è corretto ipotecare il futuro per un presente che non sia un altro piazzamento da fanalino di coda ? E se è corretto fino a quanto bisogna spingersi ?
          Tu sei un “tranquillo” che aspetterebbe l’evoluzione della Farm anche a costo di passare altri anni under .500, altri sono più “agitati” e vorrebbero tutto subito, io mi metto in un cocktail che dice 2/3 di agitato e 1/3 di tranquillo. L’affare Kimbrel, a mio avviso, si posiziona a 99% agitato e 1% tranquillo, anch’io penso che 4 giocatori per un closer sia troppo. La mia paura, e l’ho già esplicitata, è che la ricerca del botto subito ci faccia fare cose non corrette e l’affare Kimbrel è borderline … molto borderline. E se faremo a Price un bel 10yrs-300 mil vorrà dire che siamo al 100% agitati

          • Davide

            Eh… non c’è dubbio; se avesse risolto quella lack of command e se generasse più grounders specie contro i destri, sarebbe il King o Kershaw.
            Bene.
            NON è Felix Hernandez.
            NON è Clayton Kershaw.
            Che si fa?
            Ma che vada a prendere il sole nella sua California… a noi non serve, ha avuto le sue chances (ahahahahahah…) e non le ha sfruttate.
            Oh ragazzi, io faccio fatica eh?…
            Io ho sempre visto pitchers “cliccare” per una grip imparata da un teammate, pitchers esplodere per il pitching plan del catcher veterano, pitchers svoltare la sliding door per l’atteggiamento imparato da un Pitching Coach.
            E si valuta un ragazzo dopo 4 anni di esponenziale crescita in Minor e 11 GS?
            Guarda, mi spingo a dire che né Paolone né Davide né OTM lo fanno, semplicemente perché… non si fa ora… Ora si vede dove sia, le (innegabili) zone di miglioramento (valgono anche per deGrom e Thor eh?…) e quant’altro.
            Riguardo a Dombrowski: se Owens ci porta Sonny Gray è ben speso; già con Carrasco o Ross ci penserei…
            Kimbrel è una mossa “elementare”; se ti piace “vincere facile” scambia 4 prospetti fra cui una punta per un closer… per questo bastava il nostro suggeritore di prima, non un Guru come DD… Però stiamo lì dai, io sono (sempre) fiducioso e quasi quasi spero più in una somma Zimmerman+O’Day o +Sipp o +Madson che nel Big Ticket…

  8. Max

    Su Melancon: venne nello sfigatissimo 2012; pitching coach Bob McClure che non ne azzeccò una; fu l’anno che perdemmo Bard nella transizione a partente. Pare evidente, con il senno di poi, che non lavorò bene nemmeno su Mark Melancon. Sinceramente a me ha stupito il lavoro di Willis con la stabilizzazione dei partenti dopo il suo arrivo e dopo il lori pessimo inizio. Per quanto ne posso capire, dovrebbe essere merito suo e ciò è di ottimo auspicio per il prossimo anno.
    Sui quesiti di Davide, mi sa che devo studiare anch’io.
    Il prezzo di Kimbrel è sicuramente alto, ma negli ultimi tempi, da quanto si è visto, i prezzi in termini di top prospects sono sempre molto alti … sarei curioso di sapere cosa ci chiedevano per Ross… e non è detto che non lo sapremo! Il buon Cherington non cedeva ai prezzi alti in prospects e cercava di preferenza altre soluzioni. DD è diverso e mi sa che è stato preso anche per quello: per la sua bravura nei trades.
    Credo che il budget sia settato e sotto la soglia della luxury tax quindi niente ACE via FA (checché se ne dica in giro) , ma via trade … quindi mi sa che vedremo almeno un altro trade ‘costoso’. Ultima notazione è che non ha messo sul piatto young MLB players … ha pagato tanto, ma non ha sacrificato quelli, almeno per il momento.
    PS Scommetterei che HanRam quest’anno rimbalzi, forse anche il Panda, ma non so se sarà nello stesso senso…

    • Mauro

      Mi sa che il Panda, con la panza obesa e lardosa che si ritrova, rimbalza anche adesso. Io proverei a farlo precipitare da 50m di altezza, per verificare sperimentalmente l’ipotesi 🙂

      • Max

        Provamo …! !

  9. Max

    Attenzione: Hill decide entro la settimana e i tam tam dei rumors indicano che non lo firmiamo noi … chiusura stimata a 5 MLN per il 2016.

    • Max

      Mauro, sei svenuto?

      • Max

        Andato … agli Athletics

  10. Euro

    Big Papi si ritirerà al termine della prossima stagione, io ho già preparato i fazzoletti.

    • Max

      FoxSports mente …

  11. francesco ex calciofilo

    MLBitalia.com, che intuisco un tantino filo-yankees (ditemi se mi sbaglio), DEMOLISCE l’acquisto di Kimbrel ed in generale definisce sopravvalitato il ruolo di closer…
    Io ripeto sempre che mi sembra di leggere una scienza, mentre nello sport 1+1 fa….boh….
    Aggiungo anche che anche io sono per “giovani rampanti” da far screscere (magari con qualche giocatore affidabile ma non troppo costoso…), dello stile Boston Celtics di questi anni….per rimanere nella “nostra” città….
    p.s.: quanto è lungo l’inverno!!!!!!

    • Simone

      Ciao Francesco…pensare che italia sia filo yankee perché critica una mossa dei è molto calciosoxcalciofila;-)… secondo questo metro l’80% dei lettori e degli interventi di questo blog sono filo yankee 🙂

      • Simone

        Ho il telefono anarchico che sistema le parole a suo piacimento….
        Traduco: pensare che mlb italia sia filo yankee perché critica una mossa dei sox è molto calciofilo

        • Francesco ex calciofilo

          Ok, chiedo un po’ di tempo per purificarmi dalle scorie di quello sport litigioso!…è che sto seguendo da poco la major League e questo sport e alcuni aspetti li devo assimilare ma più seguo e più mi piace…ad ogni modo spero di sbagliarmi sul mio giudizio. Ciò sarebbe comunque umano e sicuramente molto lontano dai contenuti negativi del calcio, italiano in special modo…

          • Simone

            Lo.dici a me che frequento una curva 🙂

    • Max

      Francesco manda il link, per favore, perché non l’ho trovato. Ho letto il commento di Marco Campanini che conosco personalmente: è un tifoso degli Angels e non è nemmeno simpatizzante dei pigiamini. Però non è di certo lui l’autore del pezzo cui ti riferisci … linka 🙂

      • Davide

        E’ questo Max.
        http://www.mlbitalia.eu/major-league-baseball/4101-closers-fine-di-un-era
        Non è nemmeno malvagia come analisi, in un sito che personalmente, non piace proprio per niente.
        L’unico limite di questa analisi è la visione SOLO SABR dell’innesto Kimbrel quando, ormai è assodato, la Sabr è UNA condizione di valutazione ma non l’unica.
        E ai Red Sox (come agli A’s o Astros), giustamente, si ragiona così.

        • francesco ex calciofilo

          Ciao, il link è quello.
          Ripeto, essere filo-yankee non è necessariamente una cosa negativa…diciamo che è umano tifare…e che soprattutto è una mia impressione leggendo il sito (che tra l’altro apprezzo molto).
          Volevo solo avvalorare la mia tesi che, da pivello del baseball, a volte sembra che si esageri con i “numeri” e che, per quel che so di sport, non si può fare 1+1 per sapere come vincere….

        • Max

          Grazie ragazzi. Sinceramente non avevo fatto caso alla questione dei closer messi sul mercato … e in tutta onestà rimango pro closer.
          Osservazione sull’affare Kimbrel: temo che sia dato per difficile il recupero di Koji … il polso è sempre una brutta bestia

  12. Max

    A proposito di closer … e pensare che Chapman costava più di Kimbrel !!!
    http://www.bostonglobe.com/sports/2015/11/22/teams-are-open-dealing-closers/4VnmpXpvKUaqkM1EsTzUiN/story.html

  13. Max

    – 133 … ma che freddo!!! … uff !!

  14. Max

    Beh, dopo l’intervista a DD si sono sprecati commenti e analisi … secondo me, sentiti gli altri manager è la volta dei free agents… i GM per gli SP sparano alto, anche per i closer se è per quello, figurarsi per gli Aces. Abbiamo un sacco di pedine da scambiare, anche facendo un sacrificio (il più oculato possibile) e il buon Dave se ne esce con un bel “noi siamo interessati in tutti gli aces FA, speriamo che qualcuno sia interessato a noi!”. Ha parlato anche della lunghezza delle trattative, sottolineando che a volte le parti trovano presto un accordo perché da ambo le parti c’è la volontà di chiudere. Mi pare da manuale del mercato, vaglio tutte le opzioni sento i free agent, sperando che qualcuno voglia chiudere e uso questa possibilità anche sui tavoli con i GM per eventuali trade. Secondo me hanno ragione i commentatori che continuano ad indicare il trade l’opzione più probabile… soprattutto per costo FA, payroll già elevato, difficoltà di salary dump…

  15. Max

    Sentite la provocazione di Pietro Abramo sul Globe:
    Think about it. If the Sox had simply signed Lester for, say, $125 million, they would have saved Porcello’s contract ($82.5 million), whatever they’re paying Dombrowski (which, at a minimum, is probably $20 million) and whatever they pay for an ace in free agency, which could be $200 million.
    In the end, not signing Lester could cost three times what signing him would have.

    E’ solo una provocazione: DD è fuori dal conteggio e pitchers sono due vs 1=Lester (manca semmai il costo del fantasma Masterson), però gli FA di oggi costano tanto, ma sempre meno di quelli di domani 😉

  16. Max

    Zimmermann ai Tigers per 5 anni per 110 mln, 22 annui … durata contenuta direi …per chi interessa, sul New York Post alcune considerazioni sul mercato ‘lento’ degli FA che tocca soprattutto la durabilità:
    http://nypost.com/2015/11/28/does-free-agency-freeze-mean-mlb-finally-learned-splurging-lesson/

  17. Skuffia

    Una volta tanto firmiamo noi un ex pigiamino: Chris Young!

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>