TOP

La normalizzazione

E’ andata così : i nostri giocano una settimana da urlo, battendo come dei forsennati … ed io non riesco a vedermi quasi nulla, sempre in giro per lavoro, alberghi dove il wi-fi va a carbonella ed in pratica è già un miracolo che venga a sapere il risultato. Arriva il venerdì sera, finalmente riesco a tornare a casa, un bagno ristoratore e voglio proprio vedermi i Sox. Partono ancora come pazzi e poi Wright e Barnes cedono. Vabbè … sarà per un’altra volta, maledetto il mio scarso tempismo.

Mica possiamo chiedere a Wright di continuare ad essere quello che è stato fino ad ora così come non possiamo chiedere all’attacco di produrre punti a dozzine … un po’ come le uova, stanotte al supermercato abbiamo comprato solo la mezza dozzina e non è bastata. Wright ed anche gli altri hanno lanciato in condizioni meteo assurde, condizioni che in una stagione che avesse qualche day-off in più dovrebbero portare ad un rinvio, finchè il campionato è strutturato con date così compresse non si può certo fare, ogni tanto si discute se far giocare un po’ meno partite fermo restando i canonici sei mesi di regular season; appena qualcuno lo propone, dalle reti televisive fan sapere che la cosa non è così gradita data la valanga di dollari che le stesse mollano alle franchigie MLB.

Wright quindi stanotte è tornato a livelli più consoni al suo reale valore verrebbe da dire, questo mi fa venir voglia di buttare un’occhiata a quella branca della sabermetrica che dovrebbe aiutare a capire come si evolverà la stagione di un giocatore o di un team, ce ne sono alcune di queste cifre che meritano una veloce scorsa e che riguardano proprio i nostri beniamini. Per esempio i Sox sono in testa abbastanza nettamente nella famigerata BABIP ovvero la media battuta delle “palle in gioco”. Togliete gli strikeout, togliete gli homerun, ricalcolate il tutto ed avrete la BABIP, in pratica questa statistica ci dice che i Sox stanno beccando molto più spesso degli altri i “buchi” del diamante : più degli altri colpiamo in mezzo agli esterni e non sugli stessi, più spesso degli altri becchiamo i buchi tra i difensori dell’infield. Il brutto di questo discorso è che queste cifre tendono poi a normalizzarsi, quindi dovremmo in futuro essere un po’ meno dipendenti da ciò, i nostri battitori dovrebbero (il condizionale è sempre d’obbligo) prendere il birillo ovvero l’esterno che deve nemmeno fare un passo molto più spesso di quando capita ora. Ci stiamo dicendo spesso che non si può continuare a produrre coi punti coi ritmi da fabbrica cinese che stiamo tenendo da un po’ di tempo, il discorso che ho fatto sopra è un po’ una certificazione un po’ più scientifica della cosa.

C’è però anche l’aspetto contrario ovvero i pitcher che subiscono una alta BABIP, ovvero i pitcher un po’ sfortunati se vogliamo banalizzare la cosa, quelli che vengono torturati da attacchi che contro di loro fan passare spesso la biglia nel bucanino tra shortstop e seconda. Sapete chi è secondo in questa classifica ? David Price. Stando così le cose Price viene, per la legge della normalizzazione, candidato ad un miglioramento delle sue cifre. Altre cifre ancora, per chi volesse divertirsi c’è quella miniera di numeri di Fangraphs sempre a disposizione, confermano la tesi. Quindi tirando le somme possiamo dire che anche le statistiche avanzate ci confermano quello che il buon senso ci suggerisce, ovvero che dovremmo vedere una normalizzazione delle cifre : in futuro non dovremmo più spaccare le partite a mazzate ma dovremmo reggere meglio sul monte. Speriamo che il prodotto non cambi potremmo dire, meno partite da 11-7 e semmai qualche 3-2 in più, la division rimane bella tosta con gli Orioles che continuano a tenere ritmi altissimi ed anche Toronto che non ha intenzione di mollare, sto però cominciando a credere che stavolta ci siamo anche noi sul pezzo, non so se si vincerà la division, ma sembra davvero che non andremo in ferie a giugno : anche questa, se mi permettete, si chiama normalizzazione.

Share

24 comments. Leave a Reply

  1. Mauro

    Perché la BABIP sarebbe famigerata? Le hit rimbalzanti o in texas sarebbero solo frutto di fortuna e non di abilità? Lo scopo del gioco è solo quello di cacciarla fuori, magari spingendo a casa 3 fortunati che per caso bighellonavano sulle basi? Ma sopratutto, è un fatto assodato che a fine stagione tutti hanno più o meno la stessa BABIP o ci sono differenze statisticamente apprezzabili? La sabermetrica è interessante, ma le dedico poco o punto tempo, perché mi sembra sempre di sottrarlo a cose più interessanti. Questa è la ragione per cui formulo domande invece di dare risposte 🙂
    Comunque, anche senza l’ausilio delle statistiche, ma basandoci solo sull’esperienza sapevamo che sarebbe arrivata una L a guastarci la serata. Purtroppo è venuta in maniera un po’ beffarda, non avendo approfittato dell’avversario inferiore e del big inning che ci aveva portato sul 5-1. Purtroppo scendiamo così in seconda posizione perchè Batimora, che affrontava i Verlander, ha messo a segno un solo run, ma è stato sufficiente.
    Houston è stato facilitato nel suo compito anche dalla solita scarsa reattività di Farrell nell’attivare il bull pen, sebbene i ragazzi avrebbero dovuto essere abbastanza freschi. Mi sono visto la partita in differita senza saper il risultato e devo dire che al quinto, quando mi è sembrato proprio evidente che Wright avesse finito il carburante all’improvviso, ho visto chiaramente il film di quello che sarebbe accaduto. Siamo alle solite, la tassa Farrell prevede una quota fissa di partite regalate all’avversario in ogni stagione. Evidentemente avrà altre qualità, e qui mi fermo perché ne abbiamo parlato tante di quelle volte, che non c’è proprio nulla da aggiungere

    • pberti

      Famigerata perchè è un’entità sfuggente … solo per questo. Comunque è vero che alla fine le cifre dovrebbero avvicinarsi più di quanto siano ora. A fine 2015 il range andava dal .322 (Tigers) di BABIP al .280 (Angels). Una differenza quindi di 42 punti. Oggi il differenziale è quasi del doppio, coi Sox a quota .344

      • Euro

        Basta Buchholz, basta basta basta.

  2. Angelo Mozzetta

    Clay parte benissimo 😰
    Anche la sorte era dalla sua con quel doppio out, ma niente, é proprio senza speranza. Dai che neanche é cominciata!

  3. Euro

    Basta Buchholz, basta basta basta.

    • pberti

      Te pensa invece che ho già iniziato a leggere articoli che dicono : “in fondo Buchholz a quel prezzo non è male, l’anno prossimo non c’è molto tra pitcher free agent. etc. etc”

  4. Angelo Mozzetta

    Eccesso di Zacapa per Tazawa? 🙂 Bella giocata in difesa, ora avanti con l’ultimo inning!

  5. Salvo

    Scusate ma chi ha chiamato il bunt a Ramirez con un uomo in terza e due out?
    Qualcuno mi spiega il senso?

    • pberti

      Nessun senso e nessuno ha chiamato nulla. Scelta sua. Il ragazzo è un po’ confuso

      • Salvo

        Forse pensava fossimo a 1 out…
        Degno del più famigerato Ramirez… Peccato perché il loro closer si colpiva facile oggi, anche Betts troppa fretta..

  6. pberti

    Perchè si ritiraaaaaaaaaaaaaaaaaa ???? Petizione !!!

  7. Angelo Mozzetta

    Quel che mi chiedevo anche io…

  8. Angelo Mozzetta

    PAPIIIIIIIIIIIII!!!!!!!! La premiata ditta insieme a Bogaerts prima la impatta e poi la porta a casa!!!!!!

  9. Salvo

    Un uomo solo al comando

  10. Francesco ex calciofilo

    …inizio a capire Big Papi…Boucholz praticamente perso…

  11. stefano70

    Come detto qualche giorno fa, buona la vittoria per la classifica, ma irrilevante per fini piu’ alti.
    Capisco che sia facile esaltarsi quando le mazze mazzuolano.
    Ma io che mi esalto guardando pitchers quando affossano la mazze avversarie, vi dico che con questo monte non si va da nessuna parte.

  12. franz6201

    Fratelli organizziamo un pullman per rendere doveroso tributo a l’unico Leader Maximo

  13. Angelo Mozzetta

    Bogaerts 😍

  14. Salvo

    Abbiano un monte davvero ridicolo e impresentabile..
    Joe West non si smentisce mai

    • Angelo Mozzetta

      Già…ne prendiamo veramente troppe. Vorrei poter dire che ne giova lo spettacolo, ma più che altro dissipiamo vantaggi.

  15. Max

    Andata … festival d’errori ma siamo ancora lì…

  16. Mauro

    Dopo la partita di ieri, che spero sia l’ultima apparizione di O’Sullivan per questa stagione, le calzette si spostano a Kansas City per giocare contro i campioni del mondo. Fortunatamente non sembrano essere nelle medesime condizioni di forma di otobre, tanto che non hanno brillato nel recente passato. A parte la serie casalinga con i Braves, hanno perso con NYY, CLE, NAT, e MAR. Speriamo quindi di allungare ancora un po’ il loro slump. La prima partita (Porcello vs Ventura) potrebbe essere quella più abbordabile, ma è difficile fare previsioni. Baltimora invece visita gli Angels che potrebbero finalmente fargli un po’ di male.

  17. stefano70

    Ecco cosa succede quando le mazze non riescono a nascondere la “bellezza del notro monte.

    Per questo dicevo “irrilevanti” le partite contro squadrette: non è possibile ovviamente possibile continuare a fare numeri a doppie cifre nei R.
    C’è qualche news seria a riguardo?
    Niente di nuovo all’orrizzonte? tutti a bearsi delle belle mazze in quel di Yawkey way?

    sigh…

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>