TOP

Resto della mia idea

Avevo stimolato una sana discussione e dal numero di risposte ottenute, in un periodo di off-season, percepisco che il tema “Chris Sale trade” è davvero caldo; pareri diversi e discordanti, come è ovvio che sia, permettetemi però di dire che resto della mia idea, una trade che ti da un gran rinforzo nel breve termine, ma che guarda davvero poco lontano, sembra un movimento da Detroit Tigers (non a caso), in quella franchigia si operò spesso in quel modo, il risultato furono tanti playoffs e nessuna vittoria finale in aggiunta ad una pesante ipoteca sul futuro, potevo capire il modus operandi che fu adottato in Michigan dove c’era un proprietario molto anziano e malato, è umano pensare che avesse dato mandato di vincere subito infischiandosene del futuro. Quale sia il motore che ha dato il via a questo movimento non lo so, se sia tutta farina del sacco di Dombrowski o se la cosa risponda ad una richiesta di Mr.Henry, fatto sta che è un’inversione ad U di una politica che era un mantra dalle parti di Yawkey Way, passare da Cherington a Dombrowski è stato come passare da uno che tutti i giorni mangiava macrobiotico ad uno che pasteggia con porchetta a colazione, lardo a pranzo e fish-n-chips a cena.

Sono davvero in disaccordo con chi dice che si faccia troppa retorica sui giovani prospetti o per meglio dire si fa della retorica, si scrive tanto ma l’importanza di allevarsi i giocatori in casa per me è enorme, la parola magica è sempre quella : EQUILIBRIO. Per quelle che sono le regole delle Majors è impensabile costruire le squadre solo andando a prendere i giocatori altrove, è basilare avere un “core” di giocatori a prezzo controllato allevati in casa, se i migliori li mandi via rischi poi di dover far giocare i peggiori quando sarai costretto a riempire i buchi visto che è impossibile finire la collezione delle figurine, specie l’addio di Moncada è indigeribile, era quasi pronto per debuttare in pianta stabile e ci andava a coprire un ruolo sul quale siamo deboli … e lo mandiamo via. Tra parentesi il bonus alla firma (circa la metà del cospicuo investimento fatto a suo tempo) è a carico comunque dei Red Sox, più che osservo la cosa e più che non mi pare una genialata.

C’è poi un effetto indotto di questa trade … e di quella riguardante Travis Shaw, ed è che così abbiamo legato i nostri destini a quelli di Sandoval, in pratica abbiamo reso debolissima una posizione nella quale eravamo deboli, dipendiamo da un giocatore che negli ultimi due anni s’è presentato alla ripresa degli allenamenti svariati chili sovrappeso e che ha dimostrato limiti caratteriali ben evidenti. Mi importa poco che oggi sia in forma, anche gli anni scorsi in autunno era OK, fatemelo vedere dopo due mesi in Venezuela passati al grido di “vamos a tomar” e poi potremo fare un vaticinio del nostro futuro.

Due parole sull’altra notizia che mi ha lasciato a bocca aperta negli ultimi giorni, ovvero aver fatto valere l’opzione per il 2018 sul contratto a Farrell; semplicemente incomprensibile, davvero non avvertivo l’esigenza di legarsi ulteriormente ad un manager che lo stesso Dombrowski aveva detto non essere una cima nelle strategie in campo, in quella famosa intervista fatta il giorno dopo l’eliminazione ricevuta da Francona. Il famoso valore aggiunto che un manager ci dovrebbe dare nel caso di Farrell è davvero difficile da trovare, mi si dice che si sia voluto evitare il can-can che sarebbe nato se ad un certo punto si fosse arrivati vicino alla scadenza con un manager possibile partente, nel 2011 la cosa fu pesante per Francona, anche in termini di delegittimazione nei confronti dello spogliatoio, si è voluto evitare il rischio ? Mah … tenere un manager di seconda fascia è un rischio ben maggiore.

Quindi direi che la squadra è fatta, si cercherà semmai di alleggerire il payroll mandando via un contratto pesantuccio (Buchholz), ma non credo che sia facile trovare chi voglia sostituirsi ai Red Sox nel dare quei 13 milioni al mancino texano e soprattutto spiegatemi il senso di aver fatto valere la sua di opzione, OK .. all’epoca non sapevamo che avremmo preso Sale, ma mi immagino che il piano di provare a prendere un altro partente di rango ci fosse, ovvio che in quel caso Buchholz diventava spendibile, tutto continua a sembrarmi frutto dell’improvvisazione e non d’una strategia compiuta.

Non c’è molto altro, ammetto che l’altra volta avevo lanciato un titolo volutamente provocatorio ed ammetto che anche la politica di Cherington prestasse il fianco a critiche, anche qui torna fuori la parolina magica che è sempre quella : EQUILIBRIO. Cherington non voleva mai prendersi quelle responsabilità per una trade importante o per un contratto molto pesante, Dombrowski pensa che sia l’unica politica degna d’essere seguita. “In medio stat virtus” dicevano i padri romani, quella virtù che sta nel mezzo nel baseball MLB ha un cognome che comincia per “E” e finisce per “pstein”, costruisci la squadra coi giocatori allevati in casa che a Boston si chiamavano Pedroia, Ellsbury a Chicago Bryant, Russell, Schwarber, etc. e la completi andando a prendere altrove il pezzo pregiato per fare il salto di qualità come furono per esempio Beckett e Lowell da noi oppure Lester nella Windy City. Questo è il baseball signori, una cosa ben diversa dalle fantasy leagues … molto ma molto diversa. Il titolo “Aridatece Cherington” era provocatorio, un titolo “Aridatece Epstein” sarebbe stato più reale, perchè non l’ho fatto ? Boh …

Share

9 comments. Leave a Reply

  1. Francesco ex calciofilo

    Solo un appunto, per cercare di calmarti: non trovi che i giovani della farm comunque ci siano sia nel roster attuale che nell’immediato futuro? Prova a dare il conto, io ne vedo almeno 5 in pianta stabile (e credo che ne verranno altri che, tipo Shaw, all’inizio non consideravamo tanto ma poi emergono.
    Fuducia, dai…e Go Sox!

  2. Ivan69

    Come al solito sarà il campo a decretare la bontà di questa operazione, seguo il baseball da semplice appassionato e i Red Sox come una fede quindi non posso argomentare troppo su aspetti tecnici, tattici e salariali però mi sembra che il nostro roster sia comunque futuribile in parecchi elementi.
    Sui siti americani ho letto un paragone Red Sox con i Golden State dopo la firma di KD, praticamente obbligati a vincere. Forse la chimica in un team di baseball è più complessa da costruire in una squadra di basket….

  3. Stf.

    …senza Taz, Koji e Ziegler …. abbiamo un “buco” grosso come come tutto il Panda (ante-dieta) in una zona delicatissima: spero che ci siano contatti (e contratti) già avviati … ci aspetteranno al varco perchè saremo costretti a comprare e, temo, a qualsiasi prezzo ……

    • Stf.

      … e anche Buchh è andato …!!!

  4. Max

    Vediamola da un altro punto di vista: i free agent: 2020 bogey 2021 betts e jbj 2022 swihart e pedroia 2023 benintendi. Dal 2020 ogni anno ci vorranno dei bei soldini per tenerci i giocatori che veromilmente saranno l’asse portante del lineup per il triennio 2017-19. Per non parlare di Holt 2020 Leon 2021 Vasquez 2022 o di HanRam già nel 2019… per me puntare su Sale per questi 3 anni vuol dire provare a vincere con i pezzi pregiati di questa squadra, perché senza sarebbe stata durissima e del doman non v”è certezza, specie se hai a che fare con gente come Boras: bogey, e jbj…

  5. francesco ex calciofilo

    Credo che ciò che ha scritto Max sia giusto. Penso però anche che valga anche per tutte le altre squadre (ovvero pagare i giocatori bravi…). Quindi nel giro di 1-2, 3 anni al massimo occorre un anello…altrimenti sarà dura…
    p.s.: sarò romantico/c…one ma voglio credere nella rinascita del Panda!!!

  6. Giacomo

    Tradato Clay, vediamo!

    • Davide

      No Giacomo, non l’abbiamo tradato. L’abbiamo cestinato nella Differenziata, si tratta solo di capire se plastica o umido.
      E’ comunque una “trade” necessaria, atta esclusivamente a stare sotto la Luxury.
      Dombro è un genio, avete capito il disegno no? Esercitare l’option a Clay, per far vedere ai White Sox che non abbiamo bisogno di Sale… in maniera tale da NON perdere Devers… oh, siam mica coglioni noi!! Basabe Diaz Kopech che clokka 97mph sistematici e solo il #1 Prospect della… Nazione, non del team…
      Ma…
      Ma…
      Oh, abbiamo tenuto Devers!
      Che volevano anche lui… siam mica scemi…

      • Giacomo

        Non tocchiamo il tasto Kopech per cortesia.. Però almeno abbiamo risparmiamo i soldi per Clay, che anxhe se quest’anno dovesse una grande annata di sicuro non avrei rimpianti perché a Boston non era più tranquillo secondo me.

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>