TOP

Pensierini della sosta

La sosta arriva forse al momento opportuno, dopo una settimana che non ha fatto altro che confermare ciò che ci stiamo dicendo da tempo, ovvero che questa squadra è mortifera quando si tratta di giocare contro le squadre di livello medio-basse, peccato che se vuoi vincere non puoi sempre sperare di giocare contro gli Orioles o contro questa pallida versione dei Tigers contro la quale i Sox hanno portato a casa la sweep.

Sono due le cifre della prima metà della stagione che mi hanno colpito : una è proprio quella a cui accennavo nel paragrafo iniziale ovvero un brutto 17-25 contro le squadre che hanno una media sopra .500, ed un 32-16 nelle altre. L’altra è quella che ci vede molto meglio nelle partite in trasferta 29-19 rispetto al mediocrissimo 20-22 registrato al Fenway,

Il motivo di entrambe le statistiche credo sia sempre lo stesso ovvero un parco lanciatori che balbetta. Lo è della nostra “avarizia” contro le squadre forti perchè credo che anche i bambini in età prescolare sappiano che ad alto livello le partite le vinci con gli uomini sulla collina, e gli stessi uomini del monte possono fare la differenza in uno stadio dalle misure molto particolari qual’è la nostra cattedrale di Yawkey Way, col muro verde a 94 metri e col Pesky Pole a 92 con una recinzione a destra che arriva all’ombelico.

L’attacco regge e con la crescita offensiva di giocatori come Vazquez e Bogaerts abbiamo un lineup molto equilibrato, senza il bomber alla Yelich ma con uno stuolo di giocatori che può fare male, 1° come average, 4° come OPS, insomma … se contasse solo picchiare col bastone anche quest’anno faremmo vedere i sorci verdi a tanta gente. Peccato che invece non sia così : come ieri spiegato dalla crew di NESN c’è un punto di ERA in più tra il 2019 ed il 2018 ed è proprio quel punto che sta facendo la differenza.

A poco più di 20 giorni dalla trade deadline le chiacchere sono tante, la voce che Eovaldi sarà il nuovo closer sembra ormai più di una voce, l’idea può anche piacermi e con la sua fastball a 100 mph può fare dei danni, semmai anche essere impegnato in quelle salvezze da più di un inning che erano un po’ un tratto distintivo dei ns. playoffs 2018. L’obiezione a questo discorso è ovvia : con Eovaldi nel bullpen abbiamo un “buco” tra i partenti, cosa che potrebbe indurre i Sox ad operare cercando un partente anzichè un rilievo nel prossimo mercato. Diciamo che DD, sempre ammesso che intenda operare, dovrà andare al mercato con due sporte, una per il rilievo ed una per il partente, immaginando che potrà riempirne solo una, quella semmai che offrirà condizioni migliori per una squadra che abbiamo detto avere un margine operativo davvero limitato.

Abbiamo qualche giorno per tirare il fiato sfruttando quella “sagra dello sbadiglio” chiamata All Star Game, prima di un calendario tosto che vedrà molte partite in casa (ed a questo punto non sappiamo se è un bene) e con parecchie partite contro squadre di vertice, 2 serie contro Yanks ed altrettante contro i Rays ed il remake contro i Dodgers in uno stratch da 23 partite. Per una squadra che oggi non farebbe nemmeno la Wild Card è l’occasione per capire molto più il nostro destino futuro. Cari Sox … se ci siete battete un colpo !!!

Share

6 comments. Leave a Reply

  1. Xtef.

    “Per una squadra che oggi non farebbe nemmeno la Wild Card”, io lo vedrei “Per una squadra che nonostante l’inizio disastroso con ulteriori carenze in settori già al limite nel ’18 è riuscita ad arrivare prossima alla zona Wcard…” 🙂 ma per capire dove vogliamo andare resta l’occasione in tempi brevi . Forza SOX!!!

  2. Mauro

    Tyler Thornburg non fa più parte dei Red Sox. E’ stato preso da DD dopo la stagione 2016 in cambio di Shaw et al nella peggiore trade della sua carriera. Thornburg praticamente non ha mai lanciato per vari infortuni (o ricadute di un singolo infortunio, ora non ricordo) e quando lo ha fatto è stato disastroso. Speravo che alla fine lo potessero recuperare perchè la velocità c’era ancora, ma evidentemente è un giocatore finito. Peccato. Speriamo che DD faccia ammenda e ci porti qualcosa di buono. Sul sito ufficiale si parla di Wheeler. Bho! Non mi entusiasma, ma è pur sempre meglio di quello che abbiamo come V slot nella rotazione. Bisogna anche vedere la contropartita. Voi che ne dite?

    • Max

      Mah sinceramente io non ricordo di averlo visto lanciare… le stats non sono male, se non costa tanto visto che a fine anno è free agent, potrebbe non essere una cattiva idea …

  3. J.D.28

    Che partita ragazzi!
    LET’S GO SOOOOOOOOOOOOOX!

  4. Mauro

    I Red Sox iniziano la seconda parte della stagione col giusto piglio, supportati efficacemente da E-Rod, molto più maturo e freddo nei momenti importanti rispetto al ragazzino bizzoso che a volte abbiamo visto nel 2018. Buon per lui e anche per noi perchè i Dodgers hanno visto veramente poche palle. Il ns mancino concede le due BB nel primo inninig, ma poi chiude efficacemente con un K su Muncy. Per un po’ il punteggio è tornato pari per colpa del caldissimo Verdugo, che trova un solo homer abbastanza casuale sulla destra. Dal secondo al sesto infatti E-ROD elimina 15 dei 17 battitori affrontati. Al settimo, con una situazione di 2 on e 1 out, riceve una visita sul monte, ma poi il mancino rifila un bel K a Austin Barnes con una 1-2 fastball nella parte superiore della zona e ha induce Corey Seager a battere una debole rimbalzante, chiudendo così una apprezzabile prestazione.
    A quel punto conduciamo 3-1 per merito dei soliti noti (due dong Devers e Vasquez e un double di X-man). Nella metà inferiore del settimo, Jackie Bradley batte un singolo beffardo in campo interno he passa fra molte gambe e Chavis arriva salvo su scelta della difesa quando Barnes ha raccolto la palla di fronte al piatto e ha lanciato velocemente e fuori misura in seconda base. Mentre la pioggia si intensigfica Holt batte il primo lancio del riliovo Baez per un doppio sul green monster che porta a casa Bradley. Ora c’è Mookie in battuta, ma deve attendere un ora per battere a casa il quinto punto con un sac fly. X-man va al piatto con Devers passato intenzionalmente in base e pone fine al confronto con un homer sul green monster: 8-1. Ora il compito del bullpenn è abbastanza semplificato e infatti la partita termina senza altre emozioni.
    Che dire? I Red Sox iniziano il periodo dicisivo della loro stagione come meglio non avrebbero potuto fare. La strada da percorrere è lunghissima, ma comunque bisogna sempre iniziare con un primo passo.

  5. Xtef.

    Tonificati dalla pausa ASG? Eravamo giá in crescita, sempre con alcuni irrisolti a carico, ma bellissima questa apertura del secondo atto! Devers é uno spettacolo …. Forza SOX !!!!

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.