Voglia di emozionarsi

E così stanotte comincerà qualcosa. Cosa sia mi riesce difficile dirlo; lascio a voi, al vostro cuore il trovare una definizione. E’ il baseball comunque, in una forma strana, con delle regole speciali e con una valenza che ognuno di voi potrà valutare. Come scrivevo nel titolo c’è voglia di emozionarsi, di vivere sensazioni antiche e che sono mancate in questi mesi. Non è un caso che gli indici di ascolto delle partite “inter-squad” che sono state trasmesse in TV abbiamo avuto dei responsi molto buoni, anche la gente in America avrebbe voglia di parlare di homerun, strikeout prendendosi una pausa da vaccini ed anticorpi. Il compito delle Majors, prima lega a ripartire, è proprio quello : donare un sorriso dove ne esiste un gran bisogno.

Anche nel Massachussetts si vorrebbe sorridere un po’. Diciamo che si potrà farlo pensando al ritorno del baseball in generale, più a ciò che può venire offerto da questi Red Sox in tono minore. L’altro giorno sul sito ufficiale MLB hanno diviso le 30 squadre in sette “gruppi di importanza”, i Sox sono stati messi nel quinto, giudizio previsionale che ha scontentato qualcuno, ma che si può condividere perchè i buchi nella squadra mi sembrano palesi. D’altra parte gli incipit dati dalla proprietà erano stati ben chiari ed a causa di questi non si è potuto fare altro, se non allestire una squadra guardando più al restare sotto la luxury tax che ai potenziali risultati sul campo.

Ovviamente quando cito le deficienze della squadra mi riferisco al monte di lancio che è davvero mille miglia lontano da quello che occorrerebbe per poter competere ai vertici, sia in una stagione accorciata come questa che in una ipotetica stagione completa. Stante ancora l’assenza di E-Rod, guarito dal Covid ma non ancora pronto al debutto, andremo alla guerra coi seguenti starter : Eovaldi, Martin Perez, Ryan Weber e Brian Johnson, oltre al famoso quinto che sarà un “bullpen game”. Con tutto il rispetto se questa rotazione è tra le migliori 20 delle Majors io emigro in Papua Nuova Guinea.

Il lineup sembra più nella parte, è più simile a quei Red Sox che lottavano per il vertice, sembra una vita fa ed invece sono solo passati 21 mesi da quando i nostri alzarono il Commissioner Trophy. Dovrebbe essere la squadra di Bogaerts e di Devers, più del primo che del secondo in verità, visto che il venezuelano ha una etica lavorativa che non mi pare il massimo, a me pure sembra un po’ sovrappeso già in un fisico abbastanza tondeggiante. JD Martinez poi dovrà fare quello che sa fare, sbatterla fuori, essere il nostro bomber. Da questo triangolo di giocatori dobbiamo attenderci tanto o sarà davvero difficile per noi competere.

Andiamo quindi a vederci questo mini-campionato. Due mesi di partite e poi sarà tutto finito, forse è già molto che cominci, visto che in America sono ancora nel pieno della pandemia e non si vede all’orizzonte uno squarcio di sereno. Se saranno i Sox ad offrire questo squarcio lo vedremo tra breve, sarebbe una grossa sorpresa, ma non succede qualche volta che i campionati vedano dei protagonisti inattesi ?

Share

19 thoughts on “Voglia di emozionarsi

  1. La stagione “ridotta” è partita in maniera armonica con una gara “ridotta” per la pioggia. Dove abbiano trovato la pioggia non so, qui fa caldo anche con i condizionatori a tutta, i TG dicono però che altrove ci sono le bombe d’acqua. Peccato vedere Betts giocare per un’altra squadra, ma ormai è andata. Stanotte cominciamo sul serio. Peccato non avere un gruppo di lanciatori all’altezza. Attendiamo miracoli.

  2. GO SOX !! [ queste le sole parole che riesco a pronunciare, dopo una stove league protratta all’infinito dalla situazione drammatica che ancora stiamo vivendo e lungi dall’uscirne, quindi una parvenza di normalità, anzi 1/2 normalità, ben venga e vediamo un po’ di baseball giocato …]

  3. Let’s go, Red Sox!!!! Primo miracolo e fuochi d’artificio per l’apertura. Evidentemente c’è chi sta peggio di noi. Invece di mandare in campo JBJ stavolta c’era un altro in grado di battere. Ho pensato che è la presenza del pubblico che gli crea difficoltà, senza gioca meglio, meno male perché Devers e Chavis sono ancora in vacanza. Visto un Eovaldi solido e JD è sempre JD. Attendiamo altri miracoli. Go SOX!!!!

    • Voglia di emozionarsi è il titolo di questa “discussione”, e beh, io mi sono emozionato ragazzi.
      Scrivo solo ora perché me la sono vista tutta, ed ho fatto lo zombie per casa fino a poche ore fa.
      Vedere Eovaldi lanciare con questa sicurezza, mi ha dato davvero delle belle sensazioni.
      Certo non basterà per coronare sogni di gloria, ma chissà che non sia sufficiente per colorare di rosso qualche serata in più rispetto a quelle ipotizzate alla vigilia.
      Qualcuno è già pronto, altri lo saranno presto; GO SOX!

  4. Con Martin Pèrez andiamo a dare un’occhiata da vicino all’oggetto misterioso che quest’anno è il Nostro Monte …. [ GO SOX ]

    • Mitch ci ridà un minimo di speranza.
      Vediamo se riusciamo a raddrizzare questa seconda partita, cominciato male che più male non si può.

    • Mistero poco, sofferenza …. beh, questo 1/2 anno sarà mooooolto impegnativo 🙂 [GoSox, tuttavia]

  5. Voglio di emozionarsi…..per il grande ritorno di Daniel Bard, che storia ragazzi.
    Sui Sox invece temo che di emozioni ne vivremo poche, fortuna che sono solo 60 partite perchè 6 mesi con una rotazione del genere non sarei stato in grado di reggerli.

  6. Il monte non va. Ma neanche le medie battuta di Benny, Devers e Chavis. Urgono miracoli. Go SOX!!!!

  7. Carissimi, ho idea che sarà un lunga, lunghissima, stagione corta.
    GO SOX sempre e comunque!

  8. Sembra che i nostri peggiori incubi si stiano materializzando. Certo lo sapevamo che, molto probabilmente, sarebbe stato un anno perso (più probabilmente due) ma non è che per questo faccia meno male.
    Vista la situazione contagi poi, non è nemmeno scontato che la stagione prosegua come da programma.
    Forza ragazzi, fuori l’orgoglio.
    GO SOX

  9. Ditemi qualcosa che possa farmi vedere un minimo di positività in questo tragico inizio di stagione.

    Per favore😓

    • Qualcosa di positivo? Semplicissimo! Alla fine di questa per fortuna breve stagione 2020, saremo in grado di sapere che è da Red Sox e chi no e potremo fare gli opportuni cambiamenti per gli anni futuri. Parlo di manager, monte, battitori, catcher, tutti da verificare. E dopo….. Let’s go Red Sox!!!! o Go SOX!!!!

  10. Weber, Hall, Osich… ma un lanciatore decente, anche per sbaglio, riusciremo mai a trovarlo?

  11. Sembra ci sia ancora vita sul pianeta Devers. Forza Rafael che ci servi come il pane.
    Prova importante di Vazquez, un altro che ci ha dato tanto e da cui mi aspetto, ancora, tanto.
    Alla fine sarà una stagione da dimenticare, ma quando li vedo vincere, la giornata prende subito la giusta piega.
    C’mon SOX, LET’S GOOOOOOO!

  12. Una W fa sempre bene al cuore e attendiamo la prossima. Ma il lanciatore non l’abbiamo trovato. Anche Barnes e Workman non sono così affidabili. Il roster 2020 non promette nulla, forse dobbiamo attendere, un anno o due.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.