W l’All Star Game

Ma come direte voi ? Tu Paolo hai sempre detto che l’All Star Game è una lagna insopportabile ed ora te ne esci con un “W l’All Star Game” ? Nella vita si cambia, soprattutto si cambia se vedi che la tua squadra fa acqua da tutte le parti e speri che la sosta serva a riorganizzare un po’ le fila di un team reduce da una settimana dove sono stati presi schiaffi in faccia da tutte le parti.

Una misera vittoriuccia a New York, una volta tanto con una certa dose di fortuna, è tutto quello che i Red Sox sono stati in grado di portare a casa dalla “settimana bestiale”. Una serie di partite a Tampa e nel Bronx era quello che ci serviva per “provare la febbre” ai nostri; esistessero ancora i termometri a mercurio la colonnina sarebbe probabilmente esplosa perchè la bocciatura è fragorosa, perchè emergono le solite debolezza (un bullpen inguardabile); ma purtroppo, specie a Tampa, sono emerse anche debolezze nuove, specialmente nel livello generale di gioco, si sono viste cosa come assist dagli esterni che mancano il taglio, un baserunning rivedibile e così via. E’ facile dirlo : una squadra che ha più buchi di una forma di gruviera non può reggere se non gioca al meglio delle proprie forze.

Purtroppo la due giorni bestiale del Bronx ci porta il mignolo rotto di Sale, ed è una iattura enorme; un Sale passabile, non dico al massimo livello, ci serviva come il pane, ora c’è da aspettarsi il classico mese di gesso e poi un po’ di partite nelle Minors, se diciamo che tornerà a fine agosto/inizio settembre potremmo averci preso. Un giocatore non fa una squadra, ma un pitcher in più era oro colato, anche perchè non credo vi sia sfuggito che l’attacco sembra tornato quello “Raffy + X-Man + JD + null’altro”; a luglio i Sox battono .234, una media battuta sinistramente simile al .225 che assommarono nell’aprile orrido.

Non so cosa sperare e pensare, mancano una dozzina di giorni al mercato, ma ho smesso da un pezzo di credere a questa gestione. io già tremo al pensiero che a fine anno perderemo probabilmente Martinez e Bogaerts, figuriamoci se adesso giungeranno dei rinforzi per un monte che sta franando, mi accontenterei anche solo di non sentire l’insopportabile retorica sul team che deve essere superiore alle piccolezze del giorno, sul futuro che sarà radioso (il presente un po’ meno) e così via. Quando poi vedo Benintendi che va dritto all’All Star Game e finisce nel mirino degli Yankees nel mercato di luglio mi chiedo anche quanta competenza ci sia negli attuali vertici.

Siamo quindi alla sosta, se i Sox vogliono essere anche solo la wild card #3 devono essere migliori, se v’è sfuggito sappiate che da qui alla fine ci sono ancora un mucchio di partite all’interno della division, quella stessa AL East nella quale i Sox hanno il terrificante bilancio di 12W-26L, con questi numeri si va poco lontano.

PS – Mi fate un favore ? Smettetela di scrivere “the blog must go on” o cose simili, please … ribadisco che per tenere un blog non ci vuole nessuna dote particolare.

Share

16 thoughts on “W l’All Star Game

  1. A proposito di perdere Bogaerts, al draft dell’anno scorso selezionato Mayer con la 4 e quest’anno Romero con la 24 e Coffey con la 41. Tutti SS…

  2. Martinez è praticamente certo che l’anno prossimo giocherà altrove. Per Bogaerts è molto probabile, ma io vedo a rischio anche Devers, che in altri tempi sarebbe stato fuori discussione.

  3. Una delle opzioni attive è presentarsi come sellers alla finestra di mercato, potrebbero interessare alcuni free agent del prossimo anno: Martinez, Nate Eovaldi, Christian Vázquez, Rich Hill, Michael Wacha, Matt Strahm e ovviamente -ahinoi- Bogey (opzione in uscita). C’è in proposito un interessante articolo su Masslive.com. Personalmente mi pare poco probabile l’idea di presentarci come sellers, ma è comunque un mercato molto difficile e Bloom si gioca parecchio…

    • Max, io non so se saremo sellers a questa finestra di mercato, ma dubito che comprare qualcuno adesso servirebbe a qualcosa. Questa squadra può ancora arrivare ai playoffs, ma non credo che poi faremmo tanta strada. Servirebbe rifare quasi interamente il bullpen (a parte Whitlock e Houck e forse Schreiber), servirebbe rinforzare la rotazione dopo l’ennesimo infortunio di Sale, servirebbe un giocatore accettabile in prima base (Cordero e Dalbec sono al massimo da Triple A). E servirebbe qualcuno che giri la mazza nella parte bassa del line up.
      Non è un pò troppo per questa finestra di mercato? Con il rischio poi di comprare sacrificando qualche nostro prospect

      • Queste sono chiamate difficilissime per i GM figurarsi per noi comuni mortali; bisogna fare diverse valutazioni, che dipendono da tanti elementi, per esempio:
        1. chi dei giocatori nel loro ‘walk year’ potremmo e sarebbe bene rinnovare? e soprattutto Bogey ha intenzione di esercitare la sua opzione di testare la la free agency? Contatti ce ne saranno stati….
        2. Qual è lo stato della nostra farm? Complessivamente anche oltre i 4 top prospect…
        3. quali sono le aspettative sugli infortunati?
        4. che occasioni potrebbe offrire il mercato?
        Ci sono però elementi oggettivi, per esempio il fatto che possiamo ragionevolmente competere per la postseason e non è una cosa né da poco, né scontata, quindi è lecito attendersi che si valutino possibilità di migliorare la squadra. Una cosa che pare altrettanto ragionevole è che i Sox cerchino un closer, per svariati motivi: è un tallone d’achille di questa stagione; Houck ci ha messo una discreta pezza, ma non è il suo ruolo e può lanciare con buon profitto più inning di quelli da closer. Il redivivo Daniel Bard non costerebbe una fortuna, pare affidabile in questa stagione e ti permetterebbe di usare Houck come rilievo lungo o addirittura riprovarlo come partente. In più il ritorno di Bard ai Sox dopo lo sciagurato 2012, con il tentativo di trasformarlo in starting pitcher con Bobby V., sarebbe una bella storia. Per altro verso, qualche mazza per irrobustire il lineup non sembra una mission impossible … Poi ci possono essere mille variabili….

  4. Some how this will count only as 1 loss. So, there’s that. Will Middlebrooks (in versione Boskov)

  5. Dunque, al momento in AL siamo la squadra che ha concesso più runs (440) agli avversari dopo Kansas city e siamo il peggior bullpen (ERA 4.28) sempre dopo Kansas City.
    Meno male che ci sono i Royals!

    • Mauro con questa injury list non c’è pausa che tenga. Stiamo perdendo i nostri migliori giocatori in sequenza.
      Abbiamo fuori Devers, Martinez, Story e Hernandez, senza considerare i pitchers infortunati.
      Il line up di ieri era quasi impresentabile: Duran Vazquez Verdugo Bogaerts Cordero Dalbec JBJ Sanchez e Downs.
      Chi salveresti a parte Bogaerts e forse Vazquez?

  6. Pensiamo alle cose belle: Big Papi nella Hall of Fame! Di questo ci ricorderemo per sempre, mentre di mezze figure di oggi come Cordero, Dalbec, Plawecki e Duran (e altri) ci dimenticheremo (almeno spero….)

  7. Beh dopo il loro primo inning posso già cambiare i programmi per la sera…
    Ma un pitcher lo tireremo mai fuori?

    • Ci sarebbe la ragazza che ha fatto il first pitch l’altra sera in game 1. Mi dicono sia un’attrice di una serie intitolata Euphoria. Per me farebbe la sua figura.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.