Boston Red Rays

Riordino un po’ le idee dopo la sarabanda di “emozioni” (se possiamo chiamarle così) emerse dopo la Trade Deadline. A me sembra sempre più che si agisca con quella logica che ha fatto furore a Tampa e che ne sta facendo decisamente meno a Boston. A quale logica mi riferisco ? Si tappa un buco (prima base), per aprirne contemporaneamente un altro (catcher), insomma … quelle mosse un po’ così, stile Rays, che ti chiedi che logica ci sia dietro, logica che risulta incomprensibile a tutti, sperando che almeno chi ha deciso tali mosse abbia un quadro chiaro (anche se cominciamo a dubitarne). quindi …. sempre più Boston Red Rays.

Prima base : chiaramente Hosmer non è più lontanamente il giocatore che furoreggiava a Kansas City e che ricevette dai Padres il contrattone rimasto sul gozzo ai californiani. E verrebbe anche da dire che se una squadra ultra-ambiziosa è disposta a regalarcelo pur di levarselo dalle balle … beh … qualche domanda è lecito farsela. Poi però pensi a chi deve sostituire, “Fiore Mai Sbocciato” Dalbec e “Pippa Cosmica” Cordero, quindi … ben venga Hosmer, se non altro sa difendere e non dovremmo vedere più certi scempi visti da Cordero. Aspettiamo Casas (autore in Triplo di un’annata buona ma nulla più) e se anche Casas dovesse arrivare e Hosmer rendere poco … beh … il veterano ci costa due ceci e tre lenticchie, lo su può tagliare facilmente

Catcher : mah … mah … e ancora mah. Qualcosa l’ho già esposto l’altra volta, più passa il tempo e più che non capisco il senso di liberarsi di Vazquez. Ora giocheremo due mesi con degli onesti backup catcher, però Bloom dice che s’è voluto potenziare la squadra. I casi possono essere : a) ci sta prendendo per il culo b) ci sono dati oggettivi che capisce solo lui. Poi semmai dal prossimo mercato dei free agent ci regalano Contreras (non ci credo).

Outfield : Per Pham ho già detto qualcosa, aggiungo che avrei preferito il classico “rental” di due mesi, anzichè un giocatore in evidente calando di carriera con un contratto (anche pesantuccio) per il 2023. Anche questa non è così spiegabile. Su JBJ invece non posso che dire che umanamente spiace, ma che doveva andare così. Un giocatore con quegli slump prolungati poteva essere sostenibile per i Sox del 2018, quando c’erano satanassi a go-go al suo fianco, ma è insostenibile per i pallidi Sox attuali. Non avremmo mai dovuto riprendercelo, così avremmo rimasto negli occhi l’immagine del JBJ MVP della finale American del 2018; il voto finale allo cambio JBJ-Renfroe datelo voi, a me sembra quasi di sparare sulla Croce Rossa.

Monte : Se c’era un settore dove bisognava fare qualcosa era questo ed il risultato è la partenza di Diekman, giocatore modesto. Ma un monte di lancio zeppo di mezze figure si irrobustisce se ne togli una ? Concetto davvero particolare, la chiudo qui perchè se dicessi quello che penso, dalla tastiera uscirebbe parole che vi assicuro non troverete nella Bibbia.

Bloom : Ricordatevi sempre una cosa : il cane si muove per quanto guinzaglio gli lascia il padrone e ricordatevi anche che John Henry & Soci non sono timidi se devono far saltare qualche testa : Cherington seppe che sarebbe arrivato Dombrowski a campionato in corso, con le ovvie dimissioni del primo e lo stesso Dombrowski fu silurato a stagione in corso, nonostante si fosse vinto l’Anello dieci mesi prima. Da ciò dobbiamo desumere che la politica di Bloom, che ci sembra illogica e perdente, sia gradita alla Proprietà, altrimenti avremmo visto già da tempo Bloom in rampa di lancio come fosse un razzo di Elon Musk. Perchè dico questo ? Perchè farse sbagliamo tutti ad avere Bloom come bersaglio dei nostri strali. O è veramente un incapace o è un semplice esecutore di ordini. E comincio ad essere convinto del secondo caso. Voi mi potreste dire che essere pagati per fare “colui-che-riceve-bordate-al-posto-del-padrone” è un lavoro da individuo senza spina dorsale, io vi risponderei che per la cifra che becca lui io sarei disposto a ricevere una badilata di letame tutti i santi giorni.

Non aggiungo altro, mi  prendo un paio di settimane di sosta “dolomitica” e dato che il pc non serve per arrivare in cima al Piz Boè o al Sassopiatto me lo lascio a casa. Ci si risente tra un po’ e godetevi agosto

Share

34 thoughts on “Boston Red Rays

    • Io riesco solo a pensare che con un closer (qualsivoglia) avemmo fino a 8 punti in più solo di WO regalati …….
      [ goSox ]

  1. Ciao Paolo e buone vacanze. Divertente la crasi Red Rays. Mi sembra abbastanza indicativa della strategia di mercato del ns GM. I risultati tuttavia mi sembrano più modesti di quelli ottenuti in Florida, almeno se ci limitiamo alla RS.
    Per quanto riguarda Mr. Henry una possibilità è che si sia stufato del giocattolo. Deve esere stato divertente prendere gli eterni secondi e portarli al vertice della MLB, poi però è subentrata un po’ di appannamento e l’attenzione si è spostata su altre sfide. In questo momento Bloom garantisce una gestione di aureas mediocritas, che invece di assorbire risorse economiche, genera extraprofitti. Concordo con te che, contro tutte le nostre speranze, è una situazione stabile che potrebbe durare molto a lungo.

  2. E soprattutto poi c’è la eccitante conferenza di Cora che ci racconta che bisogna girare pagina, pensare alla prossima serie e che abbiamo ancora la possibilità di andare ai playoffs….

  3. Non è mai facile valutare l’operato dei GM o meglio dei Heads of baseball operations, come si chiamano da noi dal 2015. Chaim Bloom è arrivato con diversi compiti tra cui soprattutto quello ricostruire un farm system, “depauperato” dagli acquisti di Dombrowski che – vale la pena ricordarlo – sono stati la chiave per il successo del 2018. Particolarmente evidente era la carenza del Farm in quanto a lanciatori, che ai tempi di Dombro non vedeva l’esordio di partenti cresciuti in casa dal 2009 con Clay Buchholz. Quanto a ricostruire il Farm, non si può negare che Bloom s’è dato da fare: sui primi 30 prospetti 21 sono sue call e 9 sono ancora eredità di Dombro; dei 4 top prospects 2 sono suoi e anche il primo e più interessante è suo: Marcelo Mayer (ok che è stato fortunato che altri 3 non l’hanno preso ed erano prima di lui, ma il draft è suo). Tra i giovani poi sicuramente è stato un colpo eccezionale Garrett Whitlock. Tra i lanciatori ci sono anche 6 nuovi prospetti, di cui pronti per quest’anno 4 (Murphy, Winckoski, Seabold e German) uno atteso per il 2023 (Walter) e uno per il 24 (Liu). Quelli rimasti di Dombro sono Bello (International signing), che ha esordito quest’anno, Mata e Word attesi il prossimo e Gonzalez ETA 2024. Da quel poco che posso capire, mi pare ci sia buona capacità di scelta e anche buona organizzazione per sviluppare i prospetti, almeno per quanto riguarda i lanciatori. Non so se ciò è sufficiente come base per il nostro futuro, si può sempre fare di meglio, ma almeno mi pare un buon lavoro, in tempi ragionevolmente rapidi.
    Problema di più ampia portata sono i big leaguers, considerato che un po’ li scambi per avere prospetti (vedi Vazquez), un po’ li prendi solo se costano relativamente poco, non puoi pretendere più di tanto. Schwarber va bene come rental, ma non se il prezzo sale in free agency; Hosmer lo prendi se te lo regalano…. Se poi tieni conto trade come quello di Mookie non puoi vincerlo, alcune buone prese come Pivetta, Hernandez, Renfroe (peraltro venduto poi non benissimo), non sono sufficienti a far di Bloom l’idolo della folla.
    Quello che però mi lascia più perplesso è che le mosse in prima squadra sembrano di breve/brevissima prospettiva: vendi Vazquez, ma in quella posizione non hai rimpiazzi adeguati per il 2023, in un ruolo per giunta delicato in cui non è facile trovare il sostituto … Mi pare anche poco convincente l’idea di stare something in between sellers and buyers. Speriamo che almeno i risparmi servano a rinnovare al più presto Bogey e Raffy!
    Buone ferie Paolo!

  4. Sale, incidente in bicicletta (!!!), frattura al polso e stagione ’22 (se ce ne era rimasto un pezzetto) finita ….
    Mi mancano le parole …
    La speranza residua è … di non perdere anche Cora alla fine di questa stagione sciagurata …
    [go Sox]

  5. I prospetti degli altri ci fanno fuori campo in faccia all’esordio, i nostri o vengono presi a pallate o collezionano K…
    Quanto dura ancora questa agonia?

    • Purtroppo dura… per essere competitivi avevamo bisogno di mettere a posto diversi buchetti e recuperare qualche infortunato: non è andata benissimo. Anche in vista dell’anno prossimo non siamo messi bene. Tu, per esempio, come te la cavi, come catcher??

  6. Il Campionato non è finito finchè non è finito 🙂
    Una “S” per Schreiber e “serie” vinta contro O’s … !!!!!

    [Go Sox]

  7. Red Sox CEO Sam Kennedy: “We’re always building toward that next championship, That is the goal of this organization. John Henry, Tom Werner, Mike Gordon, the partners of the Fenway Sports Group want that fifth World Series championship. We want the sixth, we want the seventh. So we’re always building toward a World Series championship and the goal is to try and play baseball in October each and every year. We’re going to continue to invest heavily in our major-league payroll. We’re going to continue to work the international markets as effectively as anybody. Scouting, player development, deploying analytics. Our baseball operations group will continue to have all the resources they need and we’re going to do the very best to be competitive at the major-league level in 2022, 2023 and 2024. But make no mistake, it’s hard and we’re in a hard division. We recognize that the competition has gotten better. So we’ve got to get better, and that’s on us. We have to be accountable for that.”

    • Bellissime queste dichiarazioni, potrebbe andare a Zelig e farebbe un gran successo.
      Il loro unico piano a lungo termine è fare soldi e perdere i giocatori migliori e più fedeli.
      Questa è la gente che ha cacciato Vazquez e che a fine anno perderà Bogaerts, Eovaldi e Martinez mentre in prima squadra ci sono giocatori impresentabili come Ort ,Brasier, Sawamura e Darwison Hernandez (solo per citrane alcuni).
      Questa è la gente che non riesce a rinnovare Bogaerts, ma che trova 19 milioni in due anni da dare a Barnes per sputtanare le partite.
      Vedremo i nuovi prospects in futuro, ma a oggi abbiamo visto Downs, Bello, Seabold che non ci hanno certo esaltato.
      Per carità, massima gratitudine per quello che ha fatto Henry negli anni precedenti, ma adesso questo management sta affondando la squadra.

  8. Un WO Nostro !! E contro “loro” !! Dopo aver visto Benintendi in “gessato” una buona consolazione ! In più Barnes sembra tornato a buoni livelli e giochiamo quasi come se avessimo un closer … 🙂
    [ GoSox !! ]

  9. Fantastico ritorno per Wacha! Pensando alla nostra infermeria sold-out tutto l’anno, quello che abbiamo fatto e che stiamo facendo ha dello straordinario …!!!
    Io penso (ottimisticamente, ma sinceramente) che con l’organico al completo, nulla ci sarebbe precluso ….
    Con questa serie vinta, buon Ferragosto a tutta la Nation … !!
    Go Sox !!!

  10. Non mi capitava di trascorre un ferragosto a Roma dal 1987, ma le cose non mi sono andate troppo male, tutto sommato. La temperatura è mite e la partita con i MFY sarebbe stata fantastica ed anche entisiasmante, se la stagione non fosse già chiusa da tempo per noi. Comunque se uno deve proprio aspettare agosto per vedere la propria squadra vincere un serie intradivisionale è meglio che sia con gli innominabili.
    Wacha tornava a lanciare per la prima volta dal 28 di giugno, ma sembrava come nuovo, anzi meglio. Ha infatti dominato il lineup avversario, concedento solo due H e una BB in 7 inning completi, durante i quali ha anche realozzato il record stagionale di 9 K (4 negli ultimi due inning di lavoro). L’unico momento di possibile crisi lo abbiamo vissuto a quinto quando, con due out, Wacha concedeva un singolo, una BB e una insidiosa battuta a terra sulla terza che Devers gestiva con disinvotura. (Questo ragazzo è migliorato anche in difesa, credo che per Bloom sia una ragione in più per lascciarlo andare).
    Tutto molto bello, ma a mio parere non c’è spazio per i rimpianti. Sperare che un veterano come Wacha, possa reggere un’intera stagione è una scommessa impossibile. Ricordo infatti che il progetto del FO era di reggere fino a giugno con Hill e Wacha per poi sostituirli con Paxton e Sale. Sappiamo come è finita! Paxton missing in action e Chris Sale registrerà solo 5,2 inning di lavoro nel 2022, dopo essersi fratturato il polso destro in un incidente in bicicletta, durante la convalesceanza per una frattura al mignolo della mano sinistra.

    In realtà questa situazione non è una novità per Sale che è stata afflitto da infortuni dalla metà di agosto del 2019, dopo aver firmato un’estensione contrattuale di 5 anni per 145 milioni. Ha saltato la stagione abbreviata 2020 e la maggior parte della successiva 2021 per un intervento chirurgicoTJ. Quest’anno, ha in precedenza subito una misteriosa frattura da stress nella gabbia toracica destra prima dell’allenamento primaverile. Come se non bastasse Sale è anche un negazionista, che ha rifiutato di farsi vaccinare contro il Covid. Durante le sue lunghe convalescenza ha contratto il SARS-CoV-2 almeno due volte. Ciò gli avrebbe comunque impedito di giocae e recarsi in trasferta in Canada. Alla fine di giugno, ha detto che si sarebbe fatto un’opinione sull’argomento più tardi. Beh, la sua agenda ora dovrebbe essere abbastanza sgombra di impegni, magari potrebbe farsi una cultura sull’argomento. (Sempre che non attinga da fonti no brein).

    Tutto questo credo convinca Bloom sull’opportunità di tnerselo stretto.

    • Con i miei “turni” sono al 50% circa i ferragosti lavorativi in Città, incluso questo !! Ma per una vittoria come quella che mi dona l’odierno sorriso, li lavorerei tutti 🙂
      E, caldo a parte, Roma è una città percorribile e “vivibile” solo ad agosto !!!
      [ Go Sox !! ]

  11. Buongiorno con una prestazione super di Pivetta (a seguire quella di Wacha …) !!!
    [ Go Sox! ]

  12. In questo periodo avaro di soddisfazioni per noi, possiamo tentare si consolarci con il profondo slump dei MFY, diventati incapaci di segnare punti e hanno realizzato il fantastico record di 2-8 L10. Nelle ultime sei partite hanno giocato 59 inning producendo solo 8 punti, solo 3 negli ultimi 34 inning.

    Purtroppo sono proprio quei tre punti che hanno consentito loro di vincere gara 2 a Boston. Purtroppo perdere il seed 1 quest’amno non sembra poi così importante. Purtroppo prendono sberle proprio da nostre dirette concorrenti nella Wild Card race. Purtroppo, nel mentre, CHW BAL vanno forte e sono ancora 4 le squadre da superare in classifica per conquistare una WL.

    Ci sono un po’ troppi “purtroppo” per essere felici, ma le cose potrebbero migliorare, no?

  13. Paxton farà la sua prima partita giovedi in Florida Complex League dove lancerà per 3 innings. Incrociamo le dita!

    • La prima sessione di riabilitazione di Paxton in Florida, che doveva durare tre inning, si è interrotta dopo solo due battitori a causa dell’insorgere di un dolore alla schiena.

      Si trattava della prima apparizione di Paxton dall’infortunio dubito il 6 aprile dello scorso anno, a seguito del quale aveva dovuto subire un’operazio Tommy John che mise fine alla stagione 2021.

      I Red Sox lo hanno preso nella speranza che, dopo un anno di convalescenza, al massimo entro luglio, potesse essere reintegrato nel roster. Sulla base di questa speranza Blooom ha firmato un contratto di una anno, lo scorso dicembre, per 6 milioni di dollari. L’accordo include un’opzione biennale da 26 milioni di dollari che il club può raccogliere alla fine della stagione. Altrimenti, Paxton potrebbe esercitare un’opzione giocatore per 4 milioni per la stagione 2023.

      In conclusione con l’operazione Paxton sono già stati sperperati 6 milioni senza produrre neppure un eliminato nel 2022. Well done Mr. Bloom

  14. Nathan Eovaldi avrebbe dovuto fare la sua 19* partenza nella partita finale di giovedì contro i Pirates. Non sarà più così. Lo ha comunicato Alex Cora nella conferenza stampa post partita. Eovaldi soffre di un dolore muscolare e viene tenuto a riposo in via precauzionale, in modo che sia pronto martedi contro Toronto. Josh Winckowski lancerà al suo posto.

    Evidentemente l’impegno non sembra troppo gravoso. Anche nella partita di stanotte Boston ha surclassato gii avversari, recuperando prontamente i due punti concessi dal Hill nell’inning di apertura.

    Le speranze di vedere Boston a Ottobre sono ridotte al lumicino, ma ancora non sono proprio nulle. La quota WC è ora stimata intorno alle 85W. Per raggiungere questo risultato dobbiamo ottenere un record di 26-18 nelle ultima 44 partite. Quatto sopra 500. Improbabile ma non impossibile. Qualche speranzucola in più ci viene dal fatto che la IL si sta un po’ svuotando, anche se contiene elementi preziosi che ci potrebbero far comodo (Story, Houck, Taylor, ecc).

    Ne sapremo di più alla fine di agosto dopo che avremo disputato 4 serie da tre partite contro concorrenti dirette (BAL, TOR, TB, MIN). Si tratta di una sorta di ultimo appello. Fino ad ora in questo tipo di confronti abbiamo preso tante sberle. Temo soprattutto che inizi male, contro la freschezza e spenzieratezza degli Orioles, che si trovano anche loro a competere per un posto a Ottobre, ma avendo fin qui sovvertito ogni pronostico.

  15. Un ultimo dato che mi sono dimenticato di citare:
    AL East since June 24 trh Aug 16
    Orioles (28-16)
    Rays (24-21)
    Blue Jays (22-23)
    Yankees (20-26)
    Red Sox (18-28)

  16. Gerrit Cole ha iniziato il quinto innig senza aver concesso una valida e in vantaggio per 1-0. Un doppio e una BB hanno portato due uomini in base e al piatto un certo Jackie Bradley Jr., recentemente messo in DFA dai Ted Sox, che ha battuto sulla recinzione sinistra il doppio che portava in vantaggio Toronto, che avrebbe alla fine vinto l’incontro 5-3.

    Per i MFY è crisi nera, visto che hanno perso quindicesima volta nelle ultime 19 partite, 12-25 nelle ultime 27, e perso la loro sesta serie consecutiva. Per trovare il precedente più recente occorre tornare al 1995. I Bronx Bombers non bombardano più così tanto! nelle ultime 11 partite hanno segnato solo 21 punti, otto dei quali solo nella vittoria di mercoledì 8-7 al 10° sui Rays, con un 4 run HR.

    Purtroppo hanno già vinto 73 volte in questa stagione e sembrerebbe impossibile buttare tutto nel cesso, ma sono già tutti sull’orlo di una crisi di nervi e la speranza è l’utima a morire.

    Noi invece andiamo a vincere di corto muso a Baltimora. Purtroppo Cueto tira fuori 8.2 inning magistrali a Clivelans e i ChiSox rimangono ancora 2 partite avanti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.