TOP

La quiete prima della tempesta

Oddio … quiete … leggendo finalmente dopo due giorni la bacheca messaggi non ho mica visto molta quiete. Vi siete beccati parecchio … un po’ troppo, stavolta il cartellino giallo se lo becca Ges. Comunque anche se la situazione è frizzante vedete di fare i bravini. Dai … sù

Torniamo dalle parti del Fenway. Ci si gioca il playoff in una serata o al massimo in due se ci sarà lo spareggio, che oltretutto avverrebbe a Tampa, ovviamente non c’è più molto da dire, stasera si chiederà uno sforzo ulteriore a John Lester, sperando che tiri fuori una serata delle sue in un periodo veramente down, cerchiamo una perla in mezzo ai rifiuti in pratica. Comunque io penso che le valutazioni debbano essere fatte a prescindere dal risultato di stanotte, su Francona deciderà Theo Epstein a meno che Mr.Henry non decida prima su Epstein, ovviamente stiamo parlando di un grosso punto di domanda, John Henry è il classico proprietario che concede un’intervista all’anno e semmai strappandogli la parole con le tenaglie, cosa gli possa frullare nella testa in questo momento è un mistero assolutamente insondabile, molte delle risposte alle nostre domande sono riposte nella sua testa; prevederle è più difficile che indovinare la combinazione del superenalotto.

Mancano quattro ore abbondanti … è un pezzo che non aspettavo un match con questa ansia … un paio di notiziole nell’attesa che rendono benissimo l’idea di quanto si sia agitati dalle parti di Yawkey Way. Abbiamo tentato fino all’ultimo di prendere Bruce Chen, io dico che preferisco Lester pur coi grossi dubbi sulla sua forma, John è uno dei nostri, Bruce Chen non so nemmeno chi sia, io preferisco il senso di appartenenza che mi può dare uno cresciuto da noi fino da quand’era minorenne rispetto ad uno arrivato qui per caso … e poi vada come vada.

Stasera Ryan Lavarnway sarà di nuovo dietro il piatto e batterà come n.5 del lineup, seconda partita in carriera da catcher e una dozzina in tutto nelle MLB; invece l’uomo col contratto da 142 milioni di $ batterà come ottavo, qualcosa non torna … decisamente.

A risentirci domani : un grazie a chi a ricordato Sergio Bonelli, un grande senza se e senza ma, un grazie a chi ha ricordato Fever Pitch e soprattutto Drew Barrymore che potrebbe fare di me quello che vuole ed io sarei contento, un grazie a chi mescola Francona e Bagialemani perchè mi ha fatto ridere per mezz’ora, solo un appunto : probabilmente questo blog a Boston non lo leggerà mai nessuno, qualora capitasse pensa che chi ha messo il buon Francona e Bagialemani nello stesso post rischia una querelona da antologia : ricordatevi che c’era anche la serie “Boston Legal”. Statemi bene e state rilassati ….

Share

39 comments. Leave a Reply

  1. roberto

    quasi ci siamo…:)l’ansia ci attanaglia..volevo sottolineare soltanto la poca sportività degli yankees al contrario di philadelphia che non mi sembra stia concedendo molto ad atlanta..anche la wild card della national si deciderà o stanotte o al massimo giovedì..incrociamo le dita per noi e forza red sox!!!

  2. ges

    … e meno male che non ero tra i diffidati…

    LET’S GO RED SOX!!

  3. roberto

    e’ finita nel peggiore dei modi..e pensare che gli yankees stavano pure facendo il loro lavoro..cmq la mancata eliminazione al volo di crawford sul singolo di andino è un pò grottesca..secondo me la palla si poteva prendere..vabbè..sarà per l anno prossimo!!!:)cmq l invenzione di questo blog mi ha fatto sentire ancora più tifoso dei red sox..quindi ringrazio tutti i “colleghi tifosi” per questi sei mesi passati insieme e cmq sempre e comunque let’s go red sox!!!(ora gufiamo gli yankees almeno).ciao a tutti

  4. adt74

    Game over.ogni commento è superfluo,la fotografia della nostra storia è tutta racchiusa in quest’ultima giornata.sono allibito,a caldo mi viene solo da pensare che era già tutto deciso, e ai PO non ci volevano andare pechè questo crollo settembrino ha veramente dell’assurdo e certe cose viste non hanno senso.se poi qualcuno confidava nella sportività e prefessionalità americana, si vada a vedere lo spettacolo vomitevole dei pigiamini contro TB.sono disgustato.Questo gioiello si va ad incastonare perfettamente con il 1978 e il 1986…ma oggi non tornatemi a parlare di Maledizioni

  5. john_grady_cole

    prima di parlare di spettacolo vomitevole offerto da “altri”, ricordo semplicemente che in data 2 settembre 2011 Boston era avanti 9 partite a Tampa Bay: ecco, di questo bisognerebbe essere disgustati, non di arrivare all’ultima partita e sperare nell’aiuto degli Yankees.

  6. Niente da dire: purtroppo hai ragione, John Grady Cole. Pensa un po’ che sul 7 a 0 per gli Yankees ho persino cambiato canale, e quando ci sobo tornato -bang, 7 a 7. A quel punto in teoria avrebbe anche potuto succedere di tutto, ma sono sicuro che anche tutti voi avete sentito nitidamente dove tirava l’aria. Mi sono letto una marea di post sui siti USA, e stavolta -al di là delle ridicolaggini del tipo “The Curse Is Back”- bisogna proprio piegarla in quattro e portarla a casa. Processi, recriminazioni sullo spettacolo offerto dagli Yankees (sarà, ma sarebbe meglio guardare in casa, prima di tutto), accuse a Francona, ai 161 milioni, a questo, a quello e a quell’altro nei mesi che verranno non cambiano nè cambieranno il prodotto: il record dei record in nero nella storia del baseball, che verrà ricordato purtroppo in eterno. A meno qualcun’altro non riesca a fare di peggio. Ma riuscirci non sarà mica facile.

  7. Scusate, la chiusa era ovviamente “A meno CHE qualcun’altro non riesca a fare di peggio”. Ah, i postumi del disastro…

  8. john_grady_cole

    giusto… sarebbe semplicemente grottesco, oggi, andare alla ricerca di pagliuzze negli occhi altrui, nel momento in cui un travone gigantesco è ben piantato nel proprio (occhio).
    a parte che già solo l’idea di sperare in un aiuto newyorkese dovrebbe essere umiliante per un tifoso bostoniano, o no?

  9. roberto

    su sette partite contro baltimora ne abbiamo perse cinque tra cui tre al fenway..questa è la sintesi di un settembre disastrato..per quanto riguarda l’aiuto di new york..d accordo con cole..meglio perdere così che vincere per merito loro..però stamattina l’amaro in bocca è tanto vedendo come sono andate le cose…

  10. john_grady_cole

    l’amaro in bocca è più che comprensibile, ma non dev’essere legato alla partita di Tampa, ci sono ben altre cose da considerare:

    Boston became the first team to miss the postseason after leading by as many as nine games for a playoff spot entering September, according to the Elias Sports Bureau.

    “We’ll go down in history as one of the worst collapses in history, so it definitely doesn’t feel good to be part of that,” Crawford said. “We had high expectations, and to fall short the way we did is definitely disappointing for us.”

    Boston’s 7-20 record for the month is its worst September since an identical mark in 1952.

  11. Triton30

    Siamo fuori

  12. ghi2004

    Certo che tifare Red Sox porta a crisi di nervi fuori dal comune.. Dopo tutto quello che abbiamo passato in questo mese di settembre, ci manca solo che i pigiamini vincano il titolo, giusto per completare l’opera..

    Da

  13. FraPat

    E già siamo fuori, ma sempre è comunque forza REDSOX.
    Let’go Red Sox!!! Perchè la passione va al di là delle sconfitte e delle critiche.

  14. john_grady_cole

    e con questa fanno 2 stagioni consecutive senza postseason, ergo io mi chiedo: ma davvero qualcuno pensa che non si debbano prendere provvedimenti tecnici..? davvero qualcuno pensa che un Francona (tanto per fare un nome) non debba dare le dimissioni seduta stante..?
    per il secondo anno consecutivo, chi si trovasse a passare nelle adiacenze di Fenway ad ottobre, in qualsiasi sera troverebbe le luci spente.
    qualcuno ancora pensa che il prossimo anno il dogout bostoniano dovrà essere impestato dalle noccioline sputacchiate da San Terry..? si, quello delle 1000 victories, eccetera eccetera eccetera.

  15. Cole

    beh, proprio oggi vi siete messi a moderare i commenti del blog..? pure la censura, mio dio…

    • pberti

      Moderare cosa ???? Io non modero proprio nulla, non so nemmeno come si fa .

  16. adt74

    Cole, io non ho detto che speravo in un aiuto da parte di NY, ho solo detto che tutto il mondo è paese, al contrario di come la pensa qualcuno che lo sport in america sia diverso…ho solo detto che lo spettacolo offerto è stato disgustante,se dovevano proprio farla,potevano anche cammuffarsela meglio.per tutto il resto, solo noi potevamo compiere un’impresa simile, e ci siamo riusciti.ora possono esserci tutti i processi del mondo, il fatto è solo una delusione (sportiva) con pochi precedenti. è inutile cercare il capro espiatorio,tutti sono colpevoli.

  17. Cole

    pberti, mi spieghi perchè hai deciso che i miei commenti con il “vecchio” nick andavano moderati? è solo a me che hai concesso il “privilegio”, o anche ad altri che hanno detto cose ben più pesanti..?

    • pberti

      Ripeto, io non ho fatto assolutamente nulla, non saprei nemmeno come fare a moderare alcunchè ….

  18. Davide

    Dura parlare di baseball analiticamente dopo “one of the most crazy night ever been in playoff race”… A caldo, mi è piaciuto: l’immediato commento di Epstein, la faccia di un Aceves sconvolto e la gioia di un GRANDISSIMO come Evan Longoria. E mi dispiace per uno Scutarozzo che in settembre ha battuto come una ninfetta ad Arcore, ieri sera ha preso un doppio-gioco stupendo, e rimane sotto ai riflettori per una (generosa ma demenziale) corsa a casa…

  19. Cole

    ladies and gentlemen, comunico ufficialmente che il titolare del blog ha deciso che saranno pubblicati solo i commenti che più gli andranno a genio, mentre sugli altri si abbatteranno le maglie della sua feroce censura, manco fosse il Torquemada de noantri.

  20. Salvo

    Io sono andato a dormire quando la partita è stata sospesa per piogga sul 3-2 per noi, mentre gli Yankees vincevano 7-0 all’ottavo..
    Vorrei dire un paio di cose: sono perfettamente d’accordo con chi dice che la colpa è nostra perchè non si possono disputare partite del genere per tutto un mese (questa stessa la stavamo vincendo al nono) e non si può dilapidare un vantaggio simile, tuttavia quello visto questa notte mi fa capire che un pò “tutto il mondo è paese”. Al di là della partita dei Phillies, quello che è successo a Tampa ha dell’incredibile e, a mio avviso anche poco chiaro. Mi ricorda molto quanto successo a Interlagos nel 2008, c’è qui qualche appassionato di formula 1 che ricorda? Massa arriva primo e sta vincendo il mondiale, quando Hamilton recupera in un giro soltanto ben 15 secondi a Timo Gloch, su Toyota, che aveva conservato le gomme di asciutto mentre aveva iniziato, anche se poco, a piovere. E’ molto difficile, recuperare in un solo giro ben 15 secondi nonostante ci sia qualche goccia di pioggia, soprattutto se consideriamo che Interlagos è il tracciato più breve del mondiale, con poco più di 3 chilometri. Ed è anche molto strano che dopo quella gara Gloch non trovò più un sedile in nessuna scuderia di formula 1, un pò come successo a Nelsinho Piquet l’anno seguente dopo il fattaccio di Singapore.
    Ma lasciando stare questa digressione, ieri sera i newyorkesi dovrebbero spiegare un pò di cose strane. Innanzitutto il sistema dei cambi dei pitcher, che sapeva di partita di spring trainer, la chicca è stata A.J. Burnett in campo per 0.1 inning, perché ha praticamente sostituto tutto il lineup (ok, stai vincendo 7-0 e sei all’ottavo, ma qualcuno lascialo, altrimenti che segnali dai alla squadra??), perché intanto dopo i primi 3 punti subiti non sia entrato un pitcher di livello e perché al nono, essendo ancora in vantaggio, non sia entrato Rivera per salvare la partita.
    Fermo restando tutti questi interrogativi noi ce la siamo proprio andati a cercare, faccio solo un esempio, nel mese di settembre, la coppia Ortiz-Gonzalez ha combinato per 5 HR e 22 RBI, mentre il signor Crawford ha continuato, oltre a battere in modo orribile, con una fantastica produzione offensiva di 1 HR e 8 RBI, e lascio stare le statistiche sui pitcher che è meglio.
    Ciò nonostante ieri sera, al nono eravamo ancora noi alla postseason.
    In ogni caso quello dei Rays credo solo che sarà un gettone di presenza alla postseason, loro sono fenomeni solo quando giocano contro di noi, e lo hanno dimostrato ampiamente in tutte le altre partite, e i loro migliori lanciatori non potranno essere schierati nelle prime due gare.
    Quanto agli Yankees credo ci sia poco da gufare, nel baseball soprattutto, dove la partita è molto lunga così come le serie, i valori delle squadre vengono fuori così come in nessun altro sport, e credo che contro Philadelphia ci sia pochissimo da fare per tutti.

    P.S. ripeto, noi siamo stati proprio polli, ma a pensar male si fa peccato ma spesso si azzecca..

  21. Cole

    @Salvo: tu quoque..? ma secondo te, se Girardi avesse voluto fare la torta, avrebbe mandato in campo il suo lineup titolare, a rischio di procurarsi qualche infortunio..? infatti, Rodriguez si è fatto male ad un ginocchio, ed è in dubbio per domani sera.
    dai, su, andiamo… va bene essere tifosi e prevenuti, ma se Francona avesse miscelato meglio il bullpen, ieri sera, magari la partita si portava a casa… Papelbon aveva lanciato 2 sere su 3, prima di ieri, forse era il caso di tenerlo fuori, soprattutto pensando all’eventuale spareggio del giorno dopo, o sbaglio..? per favore, ditemi dove cavolo sto sbagliando nel criticare (tecnicamente) Francona, e io mi fermerò, e ammetterò che è tutta colpa degli Yankess se Boston per il secondo anno consecutivo non farà la postseason.

  22. Salvo

    No no, io sono il primo a criticare i RedSox, e ho fornito anche alcuni dati circa la produzione offensiva di alcuni uomini chiave del nostro lineup, visto che ci siamo focalizzati quasi esclusivamente sui lanciatori. E’ chiaro che se entriamo a settembre con un vantaggio di 9,5 partite e non andiamo alla postseason la colpa è nostra al 100%. Solo non mi è piaciuto molto quello che è successo ieri sera a Tampa. Appunto, se schieri il lineup titolare vuol dire che vuoi vincere, e se vuoi vincere perché tutto quel macello con i pitcher?
    Non penso che la postseason l’abbiamo persa ieri sera, basta vedere tra le altre cose il record settembrino contro gli Orioles e c’è da rabbrividire.
    La nostra dirigenza dovrà spiegare molte cose e inevitabilmente molte teste dovranno essere tagliate.
    Parafrasando Daniele Saruggia: “Come disse l’imperatore Hirohito ai giapponesi sconfitti dalle atomiche americane, l’impensabile è accaduto, l’inconcepibile si è avverato”.
    Dai sdrammatizziamo almeno, vi metto anche il link dove potete trovare questo esilarante momento di sport: http://www.youtube.com/watch?v=kWnwnUoVvPA 😀

  23. Cole

    io dico che se mister Terry (per qualcuno santo subito in nome delle 1000 victories, etc…) avesse un minimo di dignità, a quest’ora si sarebbe già dimesso, dopo aver mancato i playoffs per il secondo anno consecutivo.
    ripeto: SECONDO ANNO CONSECUTIVO A CASA.

  24. Davide

    Cole… simpaticamente… credo che tu sia l’UNICO dei 2 milioni della Nation che NON avrebbe schierato Paps ieri sera sul 3-2 sopra al nono. E dopo sue K in fila a Jones e Reynolds, chissà quanti avrebbero detto a Tito di tenerselo per domani sera… PIUTTOSTO, concordo con te e dissento con Salvo e Adt74, i pinstripes non l’hanno venduta, non c’è stata alcuna torta, e capisco bene sia difficile per noi, che abbiamo uno sport sporco assai, pieno di partite truccate, sotto magistratura inquirente, addirittura cenni di mafia e camorra…contemplare una cosa diversa. Il fatto è che i pinstripes (e Girardi in primis…) han giocato da me**e, hanno rifiutato di giocare l’ultima partita come la 32° e la 141°, nello spirito del VERO sport professionistico; un conto è non far stancare i pitchers, un conto è ruotarne 11… di fatto hanno realizzato sessioni di bullpen e non partita… un conto è non rischiare A-rod ( IDIOTA JOE SE NON GIOCA DOMANI, NON DOVEVA GIOCARE NEANCHE MARTEDI’ SERA…SE SONO UN TIFOSO LORO M’INKAZZEREI COME UN PUMA) un conto è girare tutti i cambi come a un torneo amatoriale, questo è davvero ANTI (nell’accezione di CONTRO) sportivo… Ma non hanno “venduto” nulla ragazzi… Gloch, Piquet, brutta storia… più “facile” da fare, ieri sera nessun Dirigente di Tampa (che non hanno neanche i soldi per riempire il Tropicana…) è andato da Girardi o robe del genere… E io credo proprio che gli Dei del ballgame abbiano preso nota ieri sera… e la pagheranno gli altezzosi in pigiama… oh se la pagano…

  25. Salvo

    Davide, allora concordi con me che comunque sono stati antisportivi comportandosi come se fossero stati in un torneo amatoriale??

  26. adt74

    ciao davide,guarda che io la penso come te,nessuno ha venduto o comprato niente.è il modo come è avvenuto che lascia disgustati.è come se NY avesse detto a tampa “ragazzi noi non vi vediamo neanche,possiamo battervi con le mazze di gommapiuma e il figlio di jeter sul monte, ma stasera l’unica cosa di importante è che boston rimanga fuori, e poi voi non intromettetevi tra noi e texas…”.Penso di non essere stato l’unico a vederci qualcosa di poco chiaro su quello che stava succedendo dall’ottavo inning in poi…Poi che non dovevamo neanche arrivare a una situazione simile, questo è lampante,come le spiegazioni che dovranno darci, e come dice cole, molte teste devono saltare, perchè è inaccettabile che per due anni cinsecutivi vada ai PO tampa e non noi

  27. Cole

    chiaro che, con il senno di poi, tutto è più semplice, ma… io ho semplicemente detto che Papelbon veniva da 2 sere giocate su 3, e lanciando ieri (automaticamente) lo si perdeva per la partita di spareggio, oltre al fatto che (come si è visto) non era al 100%… riguardo a tutta la dietrologia sugli Yankess, boh… io sto leggendo un po’ di siti americani, non c’è un solo analista che stia cercando il pelo nell’uovo, ma può darsi che siano loro a sbagliare.

  28. Cole

    piuttosto, ditemi: a parti invertite, se da una vittoria di Boston contro Tampa fosse dipeso il passaggio ai playoffs degli Yankees, siamo sicuri che tutti voi dietrologi avreste auspicato un impegno tipo trentaduesima partita, o la presenza del miglior lanciatore, o un lineup blindato dal primo al nono (o dodicesimo) inning..? siamo sicuri che vi sareste sentiti disgustati se, al contrario, Tito-Santo-Subito avesse mischiato le carte, fatto sostituzioni e via discorrendo, finendo poi per perdere (malauguratamente?) la gara e mandando a casa gli Yankees..?

  29. Salvo

    Cole, quello che dici è vero, ovviamente avremmo goduto se fossimo stati noi a sbattere fuori gli Yankees. Però è toccato a noi ed è anche comprensibile appellarci a qualcosa.
    A parte tutto (a parte anche la festa al walk-off di Andino, cosa avevano da festeggiare gli Orioles per la loro stagione?) sono anche io convinto che, nonostante tutto, anziché appellarci a qualsiasi cosa dobbiamo guardare in casa nostra.

  30. stef crab

    The profundis…
    abbiamo sofferto fino all’ultimo secondo, arrivando a sperare in un aiuto (sapete di chi), ma le facce dei giocatori di Boston (escusi Jacoby e Dustin) anche durante la partita non tradivano la determinazione necessaria a superare gli orioles e andare oltre questo settembre horribile!
    Grazie a tutta la Nazione specie alla Regione Italiana che su questo bellissimo blog si è stretta a coorte… Io non ho mai smesso il mio incitamento e oggi sto con il mio cappellino con le calzette, come sempre!!! Grazie Paolo! Go-Sox!!! Sempre.

  31. Davide

    Cole… ti dico una cosa che non ti piacerà… Tito Francona RISPETTA IL GIOCO… come i Mng. di houston, philadelphia e mr.simpatia Showalter… E dare un riposo di 3 giorni ai tuoi miglior rilievi(Robertson, Soriano e Rivera) per non impiegarli in un one-run game come quello di ieri sera, significa che sei una brutta persona che non rispetta il mondo Pro come diceva Mauro fatto di incassi, contratti, seguito, marketing, merchandising ecc… Charlie Manuel ha messo all’ottavo Lidge e al nono Madson, e sai perchè? Perchè erano 3 pari, e io (Charlie) vengo remunerato dal System per VINCERE games. Il buon Joe ieri sera è “uscito” sal System tutto quì, Francona non l’avrebbe mai fatto… DETTO QUESTO, aggiungo e sottoscrivo anche io che la nostra mancata presenza in ottobre NON HA NULLA A CHE VEDERE con Girardi e i suoi pinstripes puzzolenti… P.S. A me piace parlare prima, secondo me escono coi Tigers…

    • roberto

      magari…

    • adt74

      concordo al 100 %…non volevo addentrarmi in questioni puramente tecniche, o di orgoglio, l’hai fatto tu.

  32. adt74

    cole qui non si sta facendo dietrologia ne tantomeno alimentare il sospetto,nessuno crede al complotto, o peggio alla consuetudine tipicamente italiana, è fastidioso per COME è venuta.nessuno chiedeva totale impegno, ma sul 7-0 all’ottavo, si presuppone che una squadra che punta al titolo, in una maniera o nell’altra la porti a casa.Poi si può disquisire o meno su ciò che hanno combinato i pigiamini,il fatto è che noi siamo fuori e la colpa è SOLO NOSTRA, al 100 %

  33. Cole

    okay, Davide… resta il fatto che stiamo parlando di aria fritta, e la cosa certa è che Boston non va ai playoffs da 2 anni, il resto conta (ne converrai) assai poco… e il buon Tito mastica noccioline, mentre i tifosi masticano amaro.

  34. Salvo

    E se state girando un pò su qualche sito americano gli sberleffi ai nostri danni, meritatissimi, nemmeno si contano..
    Speriamo che sia come scriveva un tifoso Sox, più o meno, anche se più grave, è una cosa paragonabile a quanto successo nel 2003, e tutti sappiamo come finì l’anno seguente..

  35. mauro

    Cominciamo dagli odiati innominabili. Hanno perso di proposito? A questa domanda risponderei di si, forse più precisamente hanno lasciato che accadesse, ma cambia poco. Proctor, il perdente designato da Girardi, ha provato a resistere 13AB solo per lui, non gli andava affatto di perdere, ma alla fine ha dovuto cedere. Sono stati antisportivi? Si certamente, ma come tutti. Tutti godono delle disgrazie altrui, specie di quelle che occorrono ai nemici. Fa parte della natura umana, anche in america. La differenza fra noi è loro, ripeto quanto già detto da Davide, è nel sistema. Un sistema non creatosi misteriosamente dal nulla, ma che deriva da precise scelte politiche, il quale, predisponendo adeguati premi e punizioni, porta a un sostanziale rispetto per il pubblico pagante. Questo stesso sistema è stato il propellente che ha spronato una squadra come il Baltimora a combattere fino alla fine pur di vincere una partita per loro insignificante. Davvero in Florida le cose sono andate diversamente? Non direi proprio, Il pubblico pagante, per quanto ho potuto vedere, mi è sembrato abbastanza soddisfatto. Chi si lamenta!? Noi. Quelli che solo lunedì avevano il proprio destino nelle loro mani e l’hanno buttato al cesso. Appunto.

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>