TOP

E adesso che si fa ??

Prima di tutto ci tengo a precisare anche qui, come già fatto nella bacheca dei messaggi, che non blocco alcun vostro post, almeno non l’ho fatto fino ad ora; semplicemente, non so il perchè conoscendo il programma appena il minimo indispensabile, alcuni messaggi ogni tanto vengono tenuti in “sospeso”, non ho capito quale sia la ragione, in attesa di una mia approvazione e questa approvazione la posso dare solo quando mi collego, il che specie quando sono in ufficio capita non così spesso. Quindi JGC, non avevo nessun intento censorio, ripeto non so il perchè ma ogni tanto qualche messaggio si blocca e lo sblocco appena posso. Infatti come hai visto poi il messaggio in oggetto poi è arrivato senza alcun problema.

Ma torniamo a noi : ora che si fa ? Siamo in un day-after terrificante, ci siamo beccati sulla testa una bomba atomica ed ora dobbiamo ricostruire. Sarà durissima ripartire in quanto dopo una roba del genere ci sarebbe voglia di fare tabula rasa. Semplicemente impossibile … Faccio un esempio : immagino che se ci fosse una votazione, un calcio nel popò a Lackey e Crawford (solo per dirne due) otterrebbe il 99,99% di favorevoli tra i membri della Nation. Solo che a meno che Mr.Henry non cacci via una barca di soldi o a meno che i due di cui sopra non vengano rapiti dagli alieni ce li ritroveremo a Fort Myers il prossimo febbraio a causa dei contratti impossibili da tradare che hanno. E quindi ? Son curioso di vedere qualse sarà la reazione di un pubblico che paga biglietti cari come il platino per vedere una partita semmai con un palo della tribuna davanti agli occhi, oppure lo stesso pubblico che ha reso NESN il canale regionale sportivo americano più seguito, pagando anche lì fior di soldi. Occhio che poi la corda non si spezzi, ricordiamoci che Cleveland oppure Toronto erano posti dove i biglietti erano introvabili, ora ti regalano i biglietti

Discorso Francona : ovviamente il ghiaccio sotto di lui è sottilissimo in questo momento, se andrà via sarà la fine di un ciclo, un ciclo comunque importante come pochi dove sono arrivati due anelli, poi riconosco io per primo che è stato fortunato a trovarsi nel posto giusto nel 2004, negli ultimi due anni ha vissuto di rendita, tanto per essere franchi Grady Little a fine 2003 fu cacciato per molto meno rispetto a quello che s’è visto, però credo che ogni membro della Nation debba portare rispetto verso Francona. E ribadisco anche che amio parere il GM è ancora più colpevole di lui, anche se il mio mentore baseballistico dice che io giudico un po’ troppo col senno di poi.

Discorso Yankees/Girardi : c’è gente seria (Manuel ed i Phillies) e ci sono i buffoni, ieri Girardi s’è dimostrato tale. 11 pitcher è una buffonata, non si fa nemmeno in preaseason in Florida, poi chiaro che Boston non è giustificabile, il settembre 2011 rimarrà agli annali dell’indecenza e la ghigliottina spera faccia il suo lavoro, ma ciò non toglie che tifare contro i pigiamini sia da ieri ancor più facile; tra parentesi mi veniva una piccola considerazione : come sarebbe se Tampa fregasse New York nella ALCS ?

La chiudo qui : ovviamente il blog non chiude, cercherò di aggiornare il più possibile durante la stove league che sarà molto intensa, mi prendo qualche giorno per mettere le pagelline perchè se lo facessi oggi sarei da 4 politico.

E comunque ora e sempre : LET’S GO RED SOX !!!!

 

Share

27 comments. Leave a Reply

  1. john_grady_cole

    ma (esattamente) cosa intendi per rispetto da portare a Francona..? per come la vedo io, rispetto è dargli un’amichevole pacca sulla schiena, dicendogli (al contempo) “arrivederci, amore ciao”, come cantava caterina caselli parecchio tempo fa… oppure, per come la vedi tu, rispetto è pendere dalle sue labbra ruminanti, aspettando che sia lui a decidere quando levare le sue tende sfilacciate..?

    • pberti

      Non decide lui perchè è la dirigenza ad avere l’opzione per il 2012 e 2013, opzione che non penso verrà attivata, giustamente secondo i miei modesti pensieri. Lo si saluta con calore, con un bel comunicato stampa strappa-lacrime e semmai tra un paio d’anni (bisogna dare tempo alle ferite di sanarsi) gli si fa anche una bella festa al Fenway in un prepartita.

  2. john_grady_cole

    dici che, in tal caso, pure lui scriverà un libro come fece Joe Torre, giusto per togliersi un po’ di sassolini..?

    • pberti

      Non ne sarei stupito

  3. john_grady_cole

    ti dirò… forse ci sono andato giù un po’ pesante con big-franka-frankona, ma io credo che una cosa tipo i Red Sox fuori dai playoffs per 2 anni consecutivi sia peggio di una bestemmia, non esiste: per tutto il mondo di tifosi che gravita intorno, per il roster, per il monte ingaggi, per la storia, per tutta una serie di ragioni non esiste, no way, no question, nada de nada.

    • pberti

      L’anno scorso ci poteva stare, Pedroia out da giugno, Beckett out praticamente da subito, Youk come sopra. Quest’anno no … 2-10 all’inizio, 7-20 alla fine ed in mezzo quattro mesi da miglior squada del pianeta. Non ci sta. Se ripenso ai Sox che vidi a NY coi miei occhi a giugno ….

  4. steve

    La rabbia del the day after è assai giustificabile, ma nello steeso tempo l’abbondanza di tempo che i Sox avranno a disposizione non essendo nei playoff, dovrà essere sfruttata al meglio senza sparare a zero, ma effettuando scelte oculate con la guista dose di bastone e carota. Anche perchè sarà da vedere cos’ ha da offrire di meglio la piazza.
    La mia più grande delusione è stata Crawford. Credo che il problema del ragazza a parte qualche infortunio, sia stato solo di natura psicologica. Potrà sembrare assurdo ma penso non abbia retto la mole eccessiva di responsabilità del contratto faraonico a cui è legato a Boston. Non è di sicuro un fuoco di paglia come giocatore, dopo anni in cui è stato il giocatore simbolo di Tampa insieme ad alcuni lanciatori e chissà che, romanticamente parlando, la sua non sfacciataggine lo renda più umano rispetto ai canoni dello sport di oggi, a volte, tutto soldi e apparenza. Non ha gicato con la serenita e spesieratezza dei tempi della Florida. Quindi viste le sue indubbie qualità tecniche, lo considero un “rimandato a settembre” per lanno prossimo, con la speranza che diventi insieme ai Santi Jacobi, Dustin e David il simbolo della rinascita.

  5. Davide

    Ottimo post di Steve… A mio modesto parere (Cindy) Crawford è stata la più grande delusione Redsox da che ho memoria… Ammetto umilmente che mi sarei giocato la casa per lui, molto più che su Adrian… Giocatore eclettico se ce n’è uno, gambe, swing, costanza di rendimento, media, potenza, gold glove (ripeto… g-o-l-d glove… mi vien da piangere…) , a 30 anni nel PIENO della maturità psico-fisica… un giocatore unico per certi versi… E quest’anno, un ectoplasma in regressione continua… E la faccia… povero… (si fa per dire…) la faccia di un ragazzo infelice dentro qualcosa più grande di lui (QUEL contratto), che non conosce e che non riesce a “dominare”. Io se fossi Theo lo chiamo in ufficio, lo faccio sedere, amabilmente, e gli dico “hey Carl, com’è andata?”… Lui a occhi bassi si scuserà mortificato ecc… E io “sai cosa c’è? Ho appena investito 18milioni di dollari nel 2012 per il miglior esterno sinistro AL, a UNA condizione…” Lui alza gli occhi da cerbiatto alla Cindy con sguardo interrogativo.. “la condizione è che devolvi il 5/10% del TUO stipendio a un Mental Coach che nomino io…”

  6. Boston

    Epic Fail Red Sox.

  7. john_grady_cole

    @Davide: e sempre se tu fossi Theo, cosa potresti mai dire a Lackey, dopo averlo convocato in
    ufficio, sapendo che il suo ingaggio è (dollaro più, dollaro meno) il triplo di quello di (tanto per fare un confronto) Lester..?

  8. Salvo

    Comunque ragazzi, non è per fare dietrologia, ma è solo una provocazione.
    Anche Atlanta nella NL ha dovuto subire la nostra stessa sorte, e da qualche parte su qualche sito (mi sembra ESPN ma non ricordo con precisione) ho letto che molti tifosi si stessero lamentando perché a inizio settembre sembrava già tutto deciso.

  9. Davide

    Lackey affare “pesante”… trattasi di professionista che si porta le vicissitudini familiari (brutte purtroppo… di salute…) al lavoro…

  10. Antonio

    Cazzo ho un amaro in bacco che non riesco a descrivere,purtroppo mi sono avvicinato al baseball verso il 2008/2009
    e non ho avuto la fortuna di vedere le 2 vittorie del 2004 e del 2007
    considerando che ho 17 anni spero di rifarmi
    ancora non ci credo…cioè è assurdo che in un mese si crolli in questo modo,ci ho creduto e sperato fino alla fine ma aimè non era destino,poi da ieri l’odio per gli yankees è aumentato ancora di più,non so che dire…che brutta giornata speriamo che in questi mesi qualcosa cambi perchè se devo rivedere lo stesso spettacolo per illudermi fino a inizio settembre e poi vedere questo sfascio incredibile preferisco l’ippica
    comunque sempre,ripeto SEMPRE, LET’S GO RED SOX!
    già attendo con ansia l’inizio della nuova season!

    • BABE

      Bel discorso del … Prima della nuova season guardati la post-season degli altri che se la sono meritata. Punto e capo.

      • pberti

        Se vuoi dire : “per me fai un discorso che non sta nè in cielo nè in terra, sta bene e sei il benvenuto. Se dici : “bel discorso del… ” non ci sta. In sei mesi non ho mai cancellato un messaggio, non farmi cominciare ora … please

  11. roberto

    non riesco neanche a guardare la replica della partita su espn chanel..troppo amareggiato e troppo schifato da girardi e company..l’ odio e lo schifo aumenta per quella squadra..
    cmq..secondo me qualche acquisto per necessità di cose va fatto..uno è sicuramente il catcher..non so questo lavarnway sia all ‘altezza essendo un rookie..anche buster posey era un rookie però..e poi qualche partente di alto livello..per il resto non toccherei tanto visto che comunque il roster mi sembra buono..io voglio credere che i red sox non siano quelli di settembre..quindi sono fiducioso per il prossimo anno..oggi tanto amaro in bocca..da non crederci..

  12. ges

    … Tre cosette tre dopo aver, parzialmente, digerito ‘a nuttata:
    1) Gli dei del baseball sono in debito, oh, eccome se sono in debito. Io suggerirei di non stare lì a sottilizzare, che si attivino immediatamente dalle parti di Comerica Park nei prossimi giorni, e magari si può discutere se far scattare o meno gli interessi di mora. Ma prima Comerica Park, cari dei del baseball…;
    2) Complimenti ai Rays. Conquistare nuovamente la post season con il penultimo payroll di tutte le majors (un quarto del nostro monte ingaggi ed un quinto di quello dei suckers), nonchè con la penultima attendance in termini assoluti (23esimi invece per capienza dell’impianto, il che si traduce con un 45% di posti vuoti di media ad ogni incontro casalingo….)… beh, non so voi, se non è un’impresa questa… Giù il cappello !
    3) Causa impegni lavorativi e familiari (mia moglie è in dolce attesa del nostro primogenito…), credo sia arrivato il momento di concedersi qualche settimana di “off-season”. Colgo quindi l’occasione per salutare e ringraziare il blogger in chief per l’apertura di questo spazio stupendo, e tutti voi rappresentanti della neonata Nation tricolore. Compreso quel cowboy con il quale si è verbalmente “scazzottato” in questi ultimi giorni… Sarebbe bello, un giorno, avere un vero e proprio portale in italiano dedicato ai calzini. Chissà…
    See you next spring!
    (Yankee sucks)

  13. john grady cole

    auguri sinceri, Ges… condivido (in toto) i complimenti ai Rays, mentre continuo a non capire chi rinfaccia una gestione “discutibile” della partita di ieri da parte degli Yankees, e ripeto la domanda che ho scritto nei commenti all’articolo precedente: a parti invertite, se da una vittoria di Boston fosse dipeso il destino degli Yankees, VERAMENTE tutti quanti voi avreste voluto vedere i Red Sox sputare sangue dal primo al dodicesimo inning in nome dei valori dello sport..? ecco, questo è quanto… io mi ritengo leggermente più disincantato, e quanto successo ieri notte è del tutto normale, è nelle “cose”, e in America non ha scandalizzato nessuno, tifosi bostoniani a parte.

    • BABE

      Il tuo commento non fa una piega complimenti, cosa centrano i pigiami con il collasso dei calzini nel mese di settembre? Niente, prendersela con gli altri per le proprie sconfitte è solo una orrenda abitudine dello squallido mondo del calcio italiano. Ad essere precisi poi i pigiami l’altra sera erano inaspettatamente in vantaggio di sette punti a zero, mica glieli hanno regalati! Il resto è cronaca di questo meraviglioso sport e come diceva il grande Yogi Berra “Nel baseball non è finita fin quando non è finita”.

  14. Ciao a Tutti, non ho mai commentato molto ma ho sempre seguito questo blog e tutta la Nation ma dopo una nottata come quella appena passata che puoi dire……Fa male, ti senti abbattuto e l’unica cosa che mi sono sentito di fare e stata quella di rifugiarmi un po’ nel passato…..non sono abbastanza competente per capire di chi sono le colpe ed onestamente non me ne importa più di tanto…se il prossimo anno dovessi ritrovarmi la stessa squadra e anche Francona farei l’unica cosa che so fare sosterrò,tiferò,amerò e soffrirò per i miei Red Sox…..Keep The Faith, We Will Come Back.
    Rincuoratevi un po’ guardando questo video se può servire http://www.youtube.com/watch?v=OhXUDnlH-Fg&feature=share.
    Un ultimo cosa e chiudo, in tutti questi mesi se ho potuto seguire come non ho mai fatto i Red Sox e grazie a questo Blog e alla passione che Paolo mette in quello che scrive e che reincarna il pensiero di molti di noi, quindi le mie prime parole in questo blog e le ultime della stagione voglio spenderle per ringraziare infinitamente Paolo, grazie di tutto al prossimo anno per tifare, sostenere, amare e soffrire per i NOSTRI RES SOX!!!

  15. mauro

    A proposito dagli odiati innominabili. Hanno perso di proposito? A questa domanda risponderei di si, forse più precisamente hanno lasciato che accadesse, ma cambia poco. Proctor, il perdente designato da Girardi, ha provato a resistere (13AB), non gli andava affatto di perdere, ma alla fine ha dovuto cedere, perchè aveva un appuntamento in centro. Fosse stato per Girardi sarebbe ancora li a lanciare. Sono stati antisportivi? Si certamente, ma come lo sono tutti. Tutti godono delle disgrazie altrui, specie di quelle che occorrono ai nemici. Fa parte della natura umana, anche in america. La differenza fra noi è loro, ripeto quanto già detto da Davide, è nel sistema. Un sistema non creatosi misteriosamente dal nulla, ma che deriva da precise scelte politiche, il quale, predisponendo adeguati premi e punizioni, porta a un sostanziale rispetto per il pubblico pagante. Questo stesso sistema è stato il propellente che ha spronato una squadra come il Baltimora a combattere fino alla fine pur di vincere una partita per loro insignificante. Davvero in Florida le cose sono andate diversamente? Non direi proprio, Il pubblico pagante, per quanto ho potuto vedere, mi è sembrato abbastanza soddisfatto. Chi si lamenta!? Noi. Quelli che solo lunedì avevano il proprio destino nelle loro mani e l’hanno buttato al cesso. Appunto.

  16. mauro

    Per quanto riguarda Crawford credo anch’io che sia da rivedere, non può essere davvero così male come sembra. Certo che con il suo sguardo cisposo non sembra proprio un’aquila. Mi ricordo un episodio capitato nella partita White Sox vs. Red Sox del 31 Maggio 2011, quando si è verificata questa situazione: bottom 5°, 0 eliminati, Crawford in prima, Lowrie in battuta.

    Lowrie alza una palla sull’esterno centro ed è eliminato al volo. Nell’azione Crawford ha raggiunto la seconda base in scivolata prima dell’out. Accortosi della presa al volo torna in prima senza ritoccare ed è eliminato senza problemi dalla difesa. Insomma una figura da vero idiota,

  17. Salvo

    Ragazzi oggi stavo riguardandomi la copia celebrativa di Sport Illustraded delle World Series del 2007 che tengo gelosamente custodita 🙂
    Che dire, speriamo di tornarci presto anche noi! Forza SOX!

  18. Ho trovato questo blog solo due giorni prima della débacle. Sono depressa per l’eliminazione assolutamente demenziale, ma anche felice di vedere quanti tifosi dei Sox (quelli rossi) ci sono, e quanto amano questa squadra.
    Credo che ci sentiremo ancora. Intanto grazie del sostegno inconsapevole che avete dato anche a me (che peraltro ho un marito che tifa i pigiamini…)!!!
    Ciao,
    Raffa

  19. Davide

    Paolo… Abbiamo trombato Tito… Io concordo. Per quanto mi riguarda, un GRAN SALUTO e UN GRAN RINGRAZIAMENTO, urge però un tuo Post lungo, dettagliato, preciso, da “inside”, come solo tu sai fare… Many thanks.

  20. Salvo

    E adesso chi prenderemo??
    Per quanto riguarda i casi più spinosi invece, ci sono le prime notizie riguardanti Ortiz e pare che Epstein sia deciso a rifirmarlo. Io sinceramente vorrei vederlo ancora con noi, anche se pure lui si è lasciato trascinare dall’andazzo generale di settembre. A conti fatti gli unici che hanno tentato in tutto questo periodo disastroso direi che sono stati tre: Ellsbury, Pedroia e Aceves.

  21. Sandro

    Ciao a tutti !!!
    Ho iniziato a seguire i Red Sox in modo continuo nel 2003; ovvio che per me Tito sia stato sempre il Manager con la “M” maiuscola.
    I cicli finiscono e niente dura in eterno: ora però mi sento un po’ orfano.

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>