TOP

Ufficialmente perdenti

Con la sconfitta maturata ieri sera a Tampa, avendo raggiunto la poco ragguardevole cifra di 82L i Red Sox mettono insieme la prima stagione perdente dal 1997 ad oggi, ovvio che questo fosse solo un timbro burocratico da mettere su una sentenza ormai conclamata da almeno un mese, ovvio che le sconfitte non finiranno qui visto e considerato che ci presentiamo con una rotation che chiama Doubront che è palesemente a fine serbatoio nonostante l’ultima vittoria, Cook per il quale andrebbe festeggiata ogni vittoria con caroselli di macchine e tuffi nelle fontane e Matsuzaka che attualmente sta al baseball MLB come mia madre sta ad un concerto dei Metallica … e mi chiedo cosa avremmo risposto se qualcuno anche solo due anni fa ci avesse detto che ci saremmo ridotti così, probabilmente avremmo chiesto l’intervento del più vicino presidio psichiatrico per il malcapitato.

Come giustamente detto nelle vostre note l’impiego di Matsuzaka è l’ennesima perla di questa gestione sconsiderata del personale che ormai contraddistingue i Sox, sappiamo tutti che è più probabile che un venusiano giochi per i Sox nel 2013 piuttosto che ci giochi Matsuzaka, mi chiedo il senso di continuare a proporlo; forse data la fine delle minors ieri con la sconfitta dei nostri fratelli minori di Pawtucket si proporrà qualcuno di coloro che se non altro sono riusciti a vincere l’International League dopo un digiuno durato 28 anni.

Intanto tutto tace sul fronte della possibile vendita del pacchetto azionario dei Sox ventilata da Fox Business. Io nel mio piccolo resto scettico che la cosa possa diventare effettiva, i Sox sono una gallina dalle uova d’oro, costantemente nelle prime posizioni della classificata stilata da Forbes che valuta il valore delle franchigie dello sport USA, immaginare che per comprare i Sox occorra la cifra iperbolica di 2 miliardi di dollari è facile, anche perchè nel pacchetto va considerato anche la proprietà del Fenway e quella di NESN, tanto per dare un’idea i Dodgers (ed il Dodgers Stadium) sono stati pagati una cifra simile e stiamo parlando di una francigia storica e dal grande appeal ma che pur sempre era arrivata praticamente all’amministrazione controllata. La crisi ha colpito duro anche in America e mettere insieme una cifra simile è dura, ripeto … resto scettico.

Intanto per tornare all’impegno agonistico, stasera i Sox chiudono la serie a Tampa con una sfida che qualche tempo fa sarebbe stata considerata una prelibatezza per palati fini ovvero Price vs Buchholz. Le nostre due vittorie sono probabilmente state le partite decisive per mandare a monte le speranze playoffs dei Rays; discutevamo tempo fa del ruolo degli spoilers e molti s’auguravano di esserlo facendo un dispetto agli Yankees. Invece siamo stati molto più i killers di Tampa che in queste ultime settimane decisive sembra esserci arrivata senza benzina nel serbatoio e non c’è mica sempre Dice-K a lanciare. Se vorremo fare i “pierini” verso gli Yankees dovremo aspettare le ultime tre partite … anche perchè … sapete chi vinse la AL East quando i Sox fecero l’ultima losing-season ? Ovviamente gli Orioles …

Share

11 comments. Leave a Reply

  1. Max

    Però vedere il closer bombardato così, un po’ mi fa tornare tornare i brividi

  2. Roberto

    Posso ridere?? Ritiro quanto detto su bayley..rifondiamo il monte tranne bucholz..il ragazzo secondo me é l unico su cui puntare.. io un altra stagione con un closer cosí non la posso affrontare..di padilla dico soltanto solo che secondo me in questa stagione avrebbe lanciato meglio il dj padilla..quello di café del mar..ieri abbiamo perso la nostra classica partita..non c era aceves ma cambiando l ordine degli addendi il risultato non cambia.
    Ciao nation

  3. Silvaio

    Ragazzi cambiano gli interpreti ma il canovaccio resta lo stesso, dirigenza confusa che non lancia messaggi strategici alla squadra, manager, Bobby V, attivatore di tattiche inadatte ai nostri players, players altamente demotivati quanto meno sgomenti della gestione e sul loro stesso futuro, vedere il Navajo; vedere Dice – K che lancia ancora; e pensare alla gestione di uno come Dubront che rischia pure di farsi male se continua ad accumulare lanci su lanci,unica nota positiva lasciare che gente come Pedro, Iglesias e lavarnway faccia esperienza.
    Anche se temo che lo sfascio di quest’anno non sarà un fenomeno isolato ma si protrarrà anche per il prossimo anno, il meteo dice cattivo tempo….unica, piacevole, consolazione finale sarebbe fare lo sgambetto ai pigiamini!

    • mauro

      Ben detto Silvaio, fare lo sgambetto ai pigiamini. Dovrebbe essere il must di questo finale di stagione. Memori di quanto ci fecero loro lo scorso anno, non dovrebbero dormirci la notte nel New England.Sara così, spero proprio di si.
      Intanto ci aspetta un compito facile facile. Dobbiamo giocare 6 partite con Baltimora. Se si azzardano a vincerne anche solo una sarò costretto a cambiare squadra per indegnità morale :-).
      Infine per la serie finale con i piagiamini voglio Ortiz in campo. Mi sembra che abbia oziato abbastanza, no?

  4. Skuffia

    Domanda a voi che siete più esperti: ma la trade con i Dodgers non doveva portarci Rubby De La Rosa? In questo finale inutile e con le alternative che abbiamo fargli fare qualche lancio è una cattiva idea perchè rischieremmo di esporre anche lui a brutte figure?

    • Max

      Rubby De La Rosa deve ancora arrivare, è il giocatore che deve essere nominato più tardi a completamento della trade!

  5. Salvo

    Apro il sito di Mlb.com e mi trovo il ghigno sorridente di quel grassone di Russell Martins dopo il walk-off HR di ieri notte.
    Che odiosi che sono…

  6. jason33

    2 inning e siamo già sotto…e mi viene quasi da dire per fortuna visto l’avversario!! che stagione del c…….avolo..

  7. Salvo

    Io amo Aceves.

    • Roberto

      Me too. Sono sempre piú convinto che sia il figlio segreto di bobby valentine..peccato per gli atletics stanotte..

  8. mauro

    Solo 6 post del nostro padrone di casa in questo settembre, rispetto ai 20 dello stesso periodo dello scorso anno. Il banale motivo è che sui Red Sox non c’è nulla da dire, nè sul presente, nè per ciò che riguarda il futuro. Non ci riescono neppure le gufate contro i pigiamini che ne hanno vinte 7 in row.
    Anche sul resto della MLB c’è poco da dire. In NL sembra già tutto deciso, in AL rimane in piedi la race in central division, comunque poco appassionante perchè tutti ritengono che la vincente, chiunque sia, ad ottobre farà poca strada.
    Bisogna quindi ammazzare il tempo in questa decina di giorni prima dei play off.
    Tuttavia siamo tutti appassionati di baseball ed è impensabile cadere nell’apatia quando arriva l’autunno. Allora, che facciamo !?

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>