TOP

E’ finita !!!

La fine del campionato di baseball mi metteva tristezza, almeno ciò è successo da una vita fa fino al 2011, quest’anno invece tiro un sospiro di sollievo, quest’armata brancaleone ( e che Monicelli e Gassman mi perdonino) mi fa dire un bel “grazie a Dio è finita”. E’ finita la stagione di Bobby V, di Matsuzaka ed Aaron Cook, del settembre 2012 che riesce ad essere peggiore di quello del 2011, degli infortuni a cascata e del “svuoto tutto” in direzione L.A.

La tentazione è forte : fare una tabula rasa come nemmeno i Romani a Cartagine seppero fare. Avere più gente nuova possibile, quando c’è un dubbio tra “lo teniamo o lo mandiamo via ?” dare un biglietto sola andata. Poi però provo di mantenere un minimo di raziocinio e mi rendo conto che non sarà possibile e forse sarebbe anche controproducente, qualche cosa da salvare c’è : la mezza stagione di Big Papi, Doubront finchè è durato, Ross che è un bel “Trot Nixon” e qualcos’altro, non sarà facile per chi deve valutare scoprire le poche perle che vengono logicamente nascoste in questo mare di cacca.

Sul campo la stagione si spegne come peggio non si poteva, ovvero coi Sox che si consegnano ai pigiamini lasciandogli campo libero in modo vergognoso, d’altra parte è dura combattere con una lancia quando gli altri possiedono i carri armati, molti dicono che i nostri si siano lasciati andare ed abbiano mollato, io non sono mica d’accordo, tanto è vero che gara-2 è stata persa alla fine ed è andata in conto all’ennesima debacle di un closer. Semplicemente è stato colpevolmente lasciato che il team venisse depauperato di effettivi senza alcuna correzione in corsa, abbiamo finito con un roster forse peggiore perfino di quello degli Houston Astros.

Ora che si fa ? Anzitutto si sono presi dei personaggi che avranno come primo compito quello di valutare. Eddie Bane, una vita nel baseball, è stato nominato “special assistant for player personnel”, mettendoci dentro anche la nomina di Varitek come “special assistant to the general manager” fa capire come si ammettano le gravissime lacune nella scelta e poi nello sviluppo del personale, dalle Minors a crescere, l’unica cosa che mi fa ridere è quest’uso spropositato della parola “special” , abbiamo fatto così schifo che serve gente speciale, mi sta quasi venendo voglia di autonominarmi “special blogger” .

Intanto, chiuso quest’immondo capitolo dei Sox 2012, ci godremo i playoffs che quest’anno mi sembrano succosi come rare volte in passato … a proposito … ciò che hanno combinato gli Oakland A’s quest’anno merita di rimanere negli annali del Vecchio Gioco per i secoli a venire, mi piacerebbe proprio trovare quanto pagavano a marzo gli allibratori di Las Vegas gli A’s vincenti in una division con i Rangers e gli Angels … che bello tornare al baseball dopo aver dovuto digerire tantissimo anti-baseball.

A risentirci a breve con le pagelline di fine anno !!

Share

16 comments. Leave a Reply

  1. Davide

    In attesa delle pagelline e in attesa, soprattutto, di un lunghissimo (chi avrebbe mai detto più lungo del precedente??…) inverno a scrutare le nostre mosse, io SGANCIO la mia BOMBA nello stagno (peraltro un bel pò puzzolente…): Io non farei tabula rasa.
    Ovviamente addio Bobby V e ci mancherebbe altro; sul personale in campo però, non farei rivoluzioni, abbiamo già mollato due pezzi come A-Gon e CC che ora giocano a LA e chi se ne frega di loro (a proposito, complimenti ai Dodgers…). SICURAMENTE abbiamo bisogno di rimpolpare con firme o trade ALMENO 2 pezzi consistenti, un partente e un esterno O prima base da prima fascia. Per dire, io gente come Lester, Aceves e Bailey, la CONFERMO alla grande…Guardiamo Atlanta, anno scorso hanno buttato nel cesso dei playoff con un settembre penoso (9-18, dilapidando 6game sui Cards) oscurato solo dal nostro… Hanno tenuto Fredi Gonzalez, hanno mantenuto la STESSA MEDESIMA ossatura, hanno CREDUTO nella forza dei veterani Hudson Jones McCann e dei giovani Freeman Howard e Kimbrel che settembre 2011, per usare un neologismo caro al nostro calcio torbido, “si erano cagati addosso dalla pressione”… ERANO e SONO una buona squadra, prima nelle MENTI dei loro maggiorenti eppoi in campo… Hanno perso Beachy (miglior pitcher NL fino all’infortunio) e sono rimasti lì… A noi serve questo, e io sono convinto siano meglio Varitek e un BUON Mng. (oggi giustamente Melvin è sotto i riflettori, ma guardare cos’hanno fatto Hurdle Ventura e Matheny..) invece di un espianto di players.

    • mauro

      Davide non mi sembra una bomba, ma ragionevolezza pura. Ammesso e non concesso che le rivoluzioni diano benefici a lungo termine, nell’immediato aggravano sovente i problemi. Perciò credo che occorra usare il bisturi non il machete, per tagliare e soprattutto rinforzare, rinforzare rinforzare.
      Io continuo a ritenere che la squadra di quest’anno, sebbene con evidenti problemi strutturali, in mano ad un management normale avrebbe potuto arrivare ai playoff o a ridosso (come è successo rispettivamente per Detroit e gli Angels). Purtroppo era guidata da un malato di mente che nessuno ha saputo o potuto rendere inoffensivo.
      Un reparto che, giocoforza, occorrerà ridurre è il bull penn. Ho contato una dozzina di lanciatori che militano nelle ns file con questo ruolo e a marzo occorre che diventino 5. Fra i questi ci dovrebbero essere quelli citati da Davide, a cui aggiungerei Atchinson e Bard, se ritornasse al ruolo di set up.
      La rotazione invece va rafforzata. Confermati Buchkholtz, Doubront e Lester, dopo il ritorno di Lackey manca ancora uno slot da occupare. Se verrà occupato da un lanciatore che sarà primo nella rotazione, avremo qualche speranza per il 2013, altrimenti è dura.
      Per quanto riguarda il catcher, per quanto difensivamente Saltalamacchia mi lasci ancora dubbioso, non credo che potremmo privarcene. D’altra parte Lavarnway credo sia maturo per il salto nelle majore quindi questo è un reparto che non toccherei nulla.
      Fra gli Infileders abbiamo un hot corner sovraffollato che richiederà qualche scelta dolorosa, ma tutto sommato credo che siamo adeguatamente equipaggiati. Una cosa che farei volentieri è uno scambio Aviles vs Scutaro, ma sicuramente i Giants non ci pensano lontanamente.
      Ora come ora il lineup è leggerino. Quindi o cambiamo lega o dovremmo comprare qualche battitore di potenza da sistemare in 1B o fra gli outfielders (che fra i Red Sox sono sempre in numero esagerato).
      In conclusione occorre rafforzare rotazione e lineup, compito che l’attuale dirigenza ha fallito per 4 anni consecutivi. Speriamo che al quinto tentativo trovino il bandolo della matassa.

  2. jason33

    Caro PAolo grazie per i tuoi post che sono stati l’unico punto di riferimento in un mare di……schifezza!!
    Sulla stagione dei Sox possiamo finalmente chiuderla qui, con nostalgia e preoccupazione..ma almeno parleremo di baseballmercato e non giocato (oddio, giocato??……)
    Quindi onore alle squadre che ci allieteranno in ottobre fino al fall classic, ai Nationals ad PO dopo una vita, agli A’s e ai loro miracoli (oh, sto GM è davvero bravo…), agli eterni Braves di Chipper Jones, ai Giants che ci hanno fatto il favore di buttare fuori i Dodgers, a St. Louis ancora li senza Pujols e La Russa fino ai Tigers di un immenso Cabrera a cui rendiamo onore per la sua TRiple crown, anche se toglie un ultimo record ad un nostro mito…si vede che quest’anno doveva andare cosi..
    Buon baseball a tutti…e aspettiamo le pagelle (mi raccomando nessuna pietà come diceva una vecchia canzone…)

  3. ricknine

    Mi aggiungo al buon Jason33 e colgo anch’io l’occasione per ringraziare Paolo per questo Blog davvero davvero davvero ben fatto! Caro Paolo… Scrivi meglio del 90% dei giornalisti che pubblicano articoli nei principali quotidiani sportivi, sei competente e mai banale!
    Hai creato un blog sportivo di nicchia ma assolutamente di ottimo livello.
    Complimenti anche a chi ti segue e a chi rende il tutto ancor più divertente con commenti simpatici e sempre molto educati!
    Insomma bravi a tutti!
    Questo blog rimane l’unico buon motivo per cui mi dispiace che termini questa angosciante stagione di baseball.

    PS …e già che ci sono… complimenti a O’s & A’s… mai e poi mai me lo sarei immaginato…

    • mauro

      Guarda che il blog è aperto tutto l’anno e non chiude con la regoular season. Anzi dobbiamo attrezzarci per affrontare l’argomento OT dei playoff. L’anno scorso eravamo in lutto stretto e quindi non abbiamo scritto molto, ma quest’anno dovremmo averci fatto il callo, o no?

      • ricknine

        Effettivamente quest’anno ci sono un sacco di squadre simpatiche ai playoff 🙂
        Certo che se però poi a vincere saranno quelli più odiosi di tutti…
        Speriamo di no.. dai…

  4. Chris

    Grazie per tutti gli articoli in questa grigia stagione mlb.

  5. Anche per me questo finale è stato una liberazione! Mi fa solo rabbia che proprio contro i pigiamini non siamo riusciti neanche ad onorare il centenario del nostro bellissimo ballpark (nè il 20 aprile, come speravo, nè negli ultimi 3 giorni). Il vecchio Fenway non si meritava una stagione così. O forse è il segnale che deve essere rinnovato anche lui? Oddio…
    Mi associo ai grazie al nostro veramente SPECIAL blogger!

  6. Roberto

    Da circa un ora in facebook é apparsa la foto di valentine con su scritto che l anno prossimo non sará il manager dei sox..per ora solo 15 mila mi piace…:)naturalmente anche il mio!!!io comunque mi sono scelto la squadra da tifare per i play off..A’ s!!

  7. Ivan69

    Onore e merito al blogger!!! Attendiamo le pagello e da parte mi forza Baltimora.

  8. Giacomo

    Tu sei già il nostro SUPER BLOGGER! Aspettiamo con ansia le pagelle!

  9. Davide

    Nation, qualcuno ha visto Schilling stasera su Espn? Gli è partito l’embolo…. Brevemente: Bobby V intervistato poche ore prima del licenziamento, sentenzia che lo Staff di Coaches è stato sleale (“disloyal”) e che alcuni (senza far nomi) hanno remato contro (feel undermined by some of his coaches). Il nostro Curt è schizzato in uno j’accuse del quale, chiedo venia, ho capito solo una parte… Il succo era “ma dov’era lui in questi 6 mesi???… adesso lo dice??? saranno contenti tutti i coach, dato che ha sparato nel mucchio, quando dovranno ridiscutere la loro posizione coi Sox o altri, di questo bello sputtanamento…” Ha lodato Magadan e Ochoa presenti nei suoi anni, ha parlato anche di giocatori ma non sono riuscito ad afferrare il concetto, tuttavia aldilà delle parole risaltava il linguaggio non verbale di Schilling… Era davvero accalorato e sconvolto (“… what a behavior is this?!?!?!?….”), il conduttore taceva e Barry Larkin non sapeva dove guardare…. Trovo galattica la definizione di Mauro: “un malato di mente che nessuno ha saputo o potuto rendere inoffensivo”.
    E noi, poveri illusi, a discorrere di baseball, di batti e corri, di smorzate e cambi pitchers… Altroche… quì si parla di minimi basici concetti elementari di concezione di un Gruppo… Mamma mia Lucchino; io se fossi sua moglie, non gli farei scegliere neanche il tipo di pasta da buttare in cottura….

    • Max

      Curt Schilling è stato il giocatore che mi ha avvicinato a questo sport; rimasi affascinato dal suo modo di lanciare e dal suo “libro” nelle WS del 2001 contro una squadra di cui adesso non ricordo il nome … ma era una squadra certamente antipatica e che non si faceva fatica ad individuare come “i cattivi”, contro “i buoni” D-backs. Dopo quella stagione vincente Schilling passò ai Red Sox e da allora tifo Sox. Quando parla Schilling ascolto sempre attentamente; ho visto un solo pochi minuti di quel commento, ma il messaggio è chiaro: gutless and unfair questo è il comportamento di Valentine verso i suoi coaches. Mi ricordo ad inizio stagione quando Schilling disse che Bobby V. non aveva in mano la squadra: i giocatori non lo volevano, e le cose che già erano cominciate male, sarebbero di lì a breve peggiorate. Citò fonti interne al team, forse le stesse fonti che lo convinsero al dietro-front, per cui, corresse Schilling, Bobby V. aveva le carte in regola per far bene. In realtà era buona la prima e ieri ribadisce: Bobby V. era “set up to fail” e non aveva nessuna chance di successo come manager dei Red Sox (vedi articolo: non ho sentito il video). Secondo me ha ragione anche su un’altra cosa: bisogna trovare un Manager adeguato, ma i Red Sox hanno molti buchi nell’organizzazione da riempire!

    • simogr

      Io l’ho appreso ieri sera andando a cena, mi ha telefonato un mio amico dagli States, e finalmente ho avuto da festeggiare…
      Mi associo ai com

  10. simogr

    Stavo dicendo mi associo ai complimenti a Paolo!!!
    Un abbraccio a tutta la nation

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>