TOP

Non c’ero più abituato

Dopo due anni, durante i quali abbiamo vissuto in un universo grigio come una giornata piovosa di novembre, non ero più abituato a vedere una classifica come questa :

standingsParafrasando il “Cinque Maggio” di Manzoni : fu vera gloria ? In un certo senso sì, fu vera gloria perché le partite sono state vinte, anche faticando un po’, ma non è che ci sono state assegnate 15W perché siamo simpatici. Ma se per vera gloria si debba intendere che abbiamo vinto seguendo quelli che sono i canoni tipici delle squadre di baseball vincenti mi cresce qualche dubbio. Cosa intendo dire ? Intendo dire che non credo si possa continuare a chiedere ad un lineup di produrre punti con una modalità quasi da catena di montaggio.

A me piacerebbe continuare così … che bello avere nove uomini che picchiano col bastone, potessi decidere io preferirei vincere 10-9 che 2-1, ammettete che una partita come quella di stanotte è più spettacolare di un “pitching duel”,  ma quel po’ di sapienza baseballistica che hanno provato (con poco costrutto) ad inculcarmi nel cervello mi porta a dire che con questo Price si andrà avanti poco … e se poi ci sommiamo l’inconsistente Buchholz andiamo ancora peggio. Su Price c’è tanto da dire, anzitutto la gestione davvero naif della partita di stanotte ovvero “visto che è lui lo abbiamo lasciato su a prendere cannonate in fondo al recinto, se era un altro lo si toglieva due inning prima”, approccio questo che ha rischiato di farci perdere una partita che si poteva portare a casa faticando un po’ meno. Poi chiaro che c’è il discorso del rendimento dello stesso Price, anche la partita ad Atlanta dei 14 K è stata pompata oltre il lecito, primo perché i Braves non sono un granchè, secondo perché tra i 14 K ce ne sono stati più di uno dovuti ad un arbitro molto generoso. La carriera di Price ci dice altro rispetto a ciò che stiamo vedendo, al momento abbiamo sentito solo scuse bene assortite, speriamo che non sia una ricerca eterna quella della forma, ieri in effetti le condizioni erano orrende per un pitcher, con un meteo più consono a novembre che a inizio maggio. Portiamo pazienza, l’ultimo acquisto “simil-Price” sul monte fu Beckett : primo anno brutto, ma nel secondo anno fu la stella polare che ci guidò verso l’anello.

Detto ciò non si può non parlare di un attacco di quelli “bim-bum-bam” che piacciono tanto al sottoscritto. Alcune cose che amo particolarmente di questo line-up : la profondità ovvero l’essere abbastanza pericolosi con tutti gli uomini, detesto avere degli out “semi-automatici”; la componente di pressione che mettiamo con la corsa sulle basi, abbiamo tre uomini che per velocità potrebbero essere tre lead-off e ne abbiamo almeno altri due che non sono certo lenti. Le cose non so se potranno andare sempre così, se in un weekend saremo sempre capaci di legnare due volte un rilievo di primissima fascia come Betances, sembra però (verrebbe quasi da dirlo sottovoce) che si sia trovata quella miscela di velocità e potenza che rendono un attacco veramente pericoloso.

Prossima tappa il South Side di Chicago dove c’è la squadra-sorpresissima dell’American League. Quei White Sox che ad oggi sono la miglior squadra dello Junior Circuit, se consideriamo che anche i Cubs stanno andando alla grande viene da dire che la metropoli dell’Illinois stia vivendo una specie di Rinascimento del Ballgame : atteso per i Cubbies, assolutamente no quello dei White Sox. Un inizio di stagione che è strano comunque : oltre ai White Sox abbiamo i Phillies 5 sopra media .500 quasi fosse il Leicester a stelle e strisce, gli Yankees al peggior inizio da molti anni, nessuna squadra della NL West con record positivo, Houston che dopo il campionato super nel 2015 sta affondando nel 2016 … insomma un maggio a cui tanti chiedono conferme o smentite dopo un aprile davvero poco ortodosso.

Share

14 comments. Leave a Reply

  1. Max

    1,2,3-0: Gioia, Gaudio, Tripudio ! ! !
    Pur essendo in stato di visibilio, mi chiedo anch’io se potremo contare su un anno di giubilo. Permango in fiduciosa attesa…

  2. francesco ex calciofilo

    A Price, personalmente, do ancora una ampia dose di fiducia…
    Boucholz può essere sostituito dagli infortunati….
    L’attacco….lasciamo tutto così com’è, per carità….
    C’è un bel clima di squadra ritrovata e che lotta e può lottare fino alla fine…e questo e quel che conta…
    Ora abbiamo un bella prova del nove…
    Go go go…

  3. stefano70

    Grande serie…ma….
    Ogni volta che non posso guardare le calzette rosse vincono.
    Devo essere io il problema

  4. Stef.

    Big Papi sopra tutto e tutti! gioia per la W di Buchh e Betts che in difesa è un mostro !!!

  5. Mauro

    Ci riprendiamo la vetta della division, purtroppo dovendo ringraziare i pigiamini, strapazzando la franchigia con the best record in baseball (lo erano ieri oggi lo sono i Nats). Papi continua a battere come un fabbro ferraio, ma tutta la squadra sembra giocare con determinazione e fiducia nei propri mezzi. Ieri, per esempio, Rutledge è andato 2 su 3, BB e RBI. La sua OPS, nelle sole 9 partite disputate è di 1192. Se poi consideriamo che anche il texano ha sbiancato la casella delle W, ci sono tutti gli elementi per guardare al futuro con moderato ottimismo.

  6. Mauro

    Ci riprendiamo la vetta della division, purtroppo dovendo ringraziare i pigiamini, strapazzando la franchigia con the best record in baseball (lo erano ieri oggi lo sono i Nats). Papi continua a battere come un fabbro ferraio, ma tutta la squadra sembra giocare con determinazione e fiducia nei propri mezzi. Ieri, per esempio, Rutledge è andato 2 su 3, BB e RBI. La sua OPS, nelle sole 9 partite disputate è di 1192. Se poi consideriamo che anche il texano ha sbiancato la casella delle W, ci sono tutti gli elementi per guardare al futuro con moderato ottimismo.

  7. francesco ex calciofilo

    Ragazzi, mi fate l’analisi regolamentare dell’istant replay sull’eliminazione in casa base di Hannigan? E’ stata una chiamata corretta?….
    grazie!

  8. Mauro

    Direi di si. La chiamata va valutata su due aspetti: Hannigang blocca il piatto senza il possesso della palla? Hanningan tocca il corridore on time?

    Hanningan aspetta correttamente l’assistenza di Betts senza bloccare il piatto e si sposta contestualmente al ricevimento della palla. La collisione con Lawrie, che non impedisce la scivolata, avviene quando Hanningan ha la palla nel guanto e è decisiva per sollevare il piede destro sopra il piatto e toccare il corridore on time. Lawrie sarebbe stato salvo per il tempo, ma il suo piede non era a contatto con il terreno. Chiamata corretta quindi da ogni punto di vista. D’altra parte ritengo che se l’arbitro, sbagiando, avesse chiamato salvo l’IR difficilmente avrebbe rovesciato il verdetto.

  9. Mauro

    Comunque ragazzi che smaltita! Al quinto stavo tirando giù una maggioranza qualificata di santi per i rimasti in base che ci avrebbero consentito di uccidere subito il game. Però ai nostri ragazzi piace farci soffrire e raccogliere i successi a forza di mazzate, ma senza infierire. Per certi aspetti ricorda il 2013 con la differenza che il batting ora è superiore (a livelli che non sarà possibile tenere a lungo), ma il pitching è inferiore (senza che ci siano molte speranze che apportare miglioramenti). Speriamo di supplire con l’ottimismo della volontà al pessimismo della ragione

  10. francesco ex calciofilo

    Grazie ragazzi….risposte molto precise!
    🙂

  11. Max

    Condivido l’analisi di Mauro… ma non c’è che dire la squadra è migliorata, anche il pitching PARE non prenda imbarcate … persisto nella fiduciosa attesa

  12. Simone

    stasera Pineda sarà completamente unto in maniera uniforme o maculato come al solito…

  13. pagliardo

    big papiiii!

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.