TOP

Un sabato bestiale

Il sabato c’è molta gente che lo dedica allo shopping, c’è chi fa esercizio fisico, chi pulisce casa, etc. etc. Io, oltre ad alcune di queste attività sopra citate, se ho fatto bene i miei conti, ho passato circa otto ore guardando i Red Sox, finendo la giornata stravolto, ma alla fine con due vittorie sante in più nel carniere, che se non ci danno ancora le certezze che vorremmo e che credo mai avremo, ci danno comunque un po’ di respiro. E poi diciamocelo che battere quelli lì, ci da un retrogusto delizioso, come certi whisky molto torbati che continui ad assaporare anche ore dopo la mescita. Una volta tanto gli eroi sono proprio quelli della “sporca dozzina del bullpen” che hanno retto due partite, una abbastanza facile e una che non lo era diventata per nulla anche grazie ad una ennesima partita negativa di Price contro gli Yankees, una squadra che quest’anno è stata un rebus irrisolvibile per il mancino del Tennessee.

Qualche nota : amo il baseball aggressivo e quindi dovrei accettare le volte che l’aggressività ti si ritorce contro come un boomerang, solo che negli ultimi due giorni direi che abbiamo esagerato con gli out in giro per le basi, il primo inning di gara-2 poteva passare alla storia che tre out tutti sul sacchetto di seconda, poi fortuna che un challenge vincente ci ha levato questa possibilità storica di dubbia soddisfazione; in quanto al tentativo stasera di Ramirez di cogliere Romine disattento, tentativo che è andata a pochi centimetri dal realizzarsi, potremmo dire che la creatività di Ramirez eccede le possibilità che il baseball gli offre. Il buon Hanley è un creativo che un talento sconfinato ha relegato su un campo da baseball, chissà … forse il mondo ha perso una altro architetto di fama mondiale.

Ed ora ? Ora innanzi tutto potremmo provare di dare un bel cappotto su 4 partite agli Yankees, cosa che ci farebbe cancellare quelli del Bronx dalla post season. Non sarà mica facile, perchè la sfida Sabathia vs Pomeranz non credo ci veda in vantaggio, tra parentesi stasera Farrell ha dichiarato che si sta considerando di dare un turno di riposo ad Ortiz. Così di primo acchito dare un riposo ad Ortiz, a questo punto della stagione, sembra un’idea partorita da una mente che ricorda quella di una scienziato pazzo della Spectre che mira al dominio del mondo. C’è però un motivo che potrebbe rendere la cosa meno folle di come appare, ovvero le condizioni del famoso tallone di Big Papi che necessiterebbe di riposo. Comunque in un caso del genere, in un momento del genere io farei prendere la decisione ad Ortiz in persona, che conosce meglio di chiunque le proprie condizioni di salute e percepisce anche il ritmo, che una sconfitta inopinata potrebbe un minimo stoppare.

E’ ora di andare a nanna, a riposare per almeno una notte, le 14 partite che mancano alla fine saranno una sofferenza, c’è chi nella bacheca si chiede come sarà possibile arrivare ad ottobre in queste condizioni, io sono talmente a pezzi che mi sto chiedendo come arrivare al 20 settembre, diciamo che ho un orizzonte molto più limitato. La dolce sofferenza di una pennant race ci sta permeando, sono passati tre anni e fatemi dire che ne sentivo una nostalgia assoluta, le notti in trincea non ci fanno paura.

Share

32 comments. Leave a Reply

  1. vito

    Non solo bestiale ma favoloso calcolando che tutte le nostre rivali hanno perso e siamo solo a due partite da cleveland anche se 10 trasferte su 14 non fanno stare tranquilli
    Stasera sara importantissimo vincere , perdono volentieri qualche follia a hanley calcolando che da agosto in poi sta giocando da mvp

  2. Marco

    Retrogusto favoloso anche stamattina, non ci sono più le facce tirate e deluse che lasciano i dugout ma mi accontento di Gardner, che non sopporto proprio. Preoccupato degli slump di qualcuno del lineup, X man ci ha tenuto in gioco quasi da solo, ora proviamo ad armarci di scopa

  3. Mauro

    Davo un’occhiata alla stagione dei raggetti, da metà agosto in poi:
    vincono le serie con i Rangers, con noi (4-3 in totale) e due serie con Toronto (4-2). Agli Orioles tolgono 3 partite su sei (stasera è schedulata al settima). Insomma non sono proprio la squadra che sogni di incontrare evitando gli scontri diretti con le partecipanti al playoff race, addirittura potrebbero rappresentare la trasferta più insidiosa da affrontare.
    Sul sito http://projects.fivethirtyeight.com/2016-mlb-predictions/ stimano che chiuderemo con un record 92-70, ci danno al 78% vincitori di division e al 16% partecipanti alle WS, secondi solo ai Cubs (24%). Vi do un consiglio. Non mettetevi a confrontare gli starting pitchers con quello delle possibili sfidanti. La mancanza di Wright è talmente evidente che ti viene il magone

  4. vito

    Comincia la settimana decisiva e non poteva cominciare meglio 4 a 0 e a casa quasi tutte vinte con punteggio molto ravvicinato o con rimonte epiche.
    Penso che pareggiando la serie a Baltimora il primo posto sia nostro a meno di crolli improvvisi.
    Comunque i nostri rilievi stanno cominciando a funzionare il roster e ampio e chi gioca puo dare un contributo e finalmente e tornato koji.
    Sicuri che sia Hanley e non Manny scherzi a parte grandissima ed ennesima prova lo detto in un post precedente sta giocando da MVP da agosto..

  5. 2five34

    Perdere le partite per pochi run, ti fa infuriare. Ma si soffre anche quando le vinci. E’ come un parto. Ma la gioia dopo arriva al top!! Sweep agli Yankees!!!!!!!!!!!!
    Ora a Baltimora per vincere la serie! E speriamo che la tribù dell’Ohio cali quel tanto che basta. Con loro siamo 4-2…..

  6. francesco ex calciofilo

    INGOIAMOCI TUTTI GLI INSULTI FATTI A RAMIREZ !!!! (io compreso).
    E’ semplicemente il giocatore in più (almeno leggendo i tabellini, purtroppo non riesco a fare le nottate…)
    Go Sox!

  7. Soncio79

    Concordo su ramirez!! Tutti quanti mi sa che un po’ di scuse gliele dobbiamo.. E diciamolo sottovoce… Il buon nostro allenatore in questa serie con i “pigiamini” ha dato una bella lezione a girardi.. Chissà che questa “illuminazione” gli duri ancora un paio di mesetti….

  8. Stef.

    Amo Koji, bastasse quello che ha rappresentato per il nostro 2013, ma brividi vedendolo tornare come closer in una partita come questa: l’ho visto come un rischio, per la Squadra e per lui (ma più per la Squadra e per le mie coronarie). Grandissima sweep e storica vs NYY, andiamo a Baltimore belli carichi !!

    • pberti

      Koji … e Ziegler prima, dovrebbero far avere una cassa di birra a Betts che ieri sera andava a prendere anche le mosche

  9. Max

    Semplicemente visibilio … Mookie da Golden Glove e HanRam sembra Big Papi con le treccine, mentre sono parecchio preoccupato per Pomeranz: non so come sia la faccenda delle condizioni di salute al momento del trade, ma 4.90 di ERA in 12 partite non è esattamente quello che ci si poteva aspettare da uno come lui.
    Io spero vivamente che St. Wright torni e vorrei dire presto, ma basta che torni, diciamo, entro la fine di quest’anno…
    Su HanRam mi vengono in mente due cose: metterlo l’anno scorso davanti al Green Monster era una scommessa giudicata da molti fattibile, poi però la fregatura fu in primis non avere un piano B, quando era chiaro che non era la sua posizione; ogni tanto ha quegli atteggiamenti da dopolavoro che abbiamo spesso sottolineato, ma quando è in partita sembra Tremal Naik!
    Per chi volesse dare un’occhiata ai progressi di Wright, update qui:

    http://www.bostonherald.com/sports/red_sox/2016/09/sox_notes_steven_wright_intensifies_rehab

  10. Angelo Mozzetta

    che poi una Sweep tutta di rimonta…è sempre più goduriosa, no?

  11. Mauro

    Una sweep contro quelli la è un impresa che non si dimentica in fretta. Ham “cervello di gallina” Ram, l’adolescente intrappolato nel copro di un adulto sulla soglia dei 40, distruttivo come un caterpillar, è letteralmente esploso e finalmente i pigiamini avranno una serie da ricordare come Boston massacre. Al termine di una performance così spettacolare tutti sono da elogiare, ma è giusto ricordare anche i perdenti. Senza la fattiva collaborazione di Mr. Girardi infatti le cose avrebbero potuto complicarsi, invece nulla, le nostre rimonte hanno trovato blanda resistenza, quanto basta per acuire al massimo il piacere. Grazie davvero.

    Finalmente siamo riusciti a mettere un po’ di spazio con le nostre competitrici e ora siamo i solo artefici del nostro destino. Io sono sicuro che non vedrò gli altalenanti Sox mettersi di nuovo nei guai perchè se stasera Porcello perde con Bundy, mi cospargo di kerosene e mi di fuoco. Ecco fatto, ci si sente meglio quando si prende una decisione importante 🙂

  12. Mauro

    Lo stadio sembra mezzo vuoto. e X è già in seconda

  13. Mauro

    198° valida per betts e è 2-0

  14. Angelo Mozzetta

    Grande Mookie…presenti amici come si deve! Ma della difesa dell’inning precedente parliamone,,.

  15. Mauro

    Bundy oltre 60 lanci

    • Angelo Mozzetta

      Porcello qualcuno di meno…

  16. Mauro

    Accidenti. Una piccola pausa di Porcello ci costa un punto. Abile Machado a innervosirlo.

    • Mauro

      Forse si è innervosito per aver perso il perfect game per un colpito. Ma è di nuovo in pieno controllo potenzialmente ci potrebbe portare all’ottavo.

  17. Mauro

    Sembra che la fastball di Bundy abbia perso potenza!

  18. Angelo Mozzetta

    Big Papi💪! Sto vedendo la partita con la sua maglia, sará normale?

    • Mauro

      Già solo per essere svegli a quest’ora per vedere una partita disputata a 15000 Km di distanza un po’ svalvolati bisogna esserlo 🙂

  19. Mauro

    Comunque ora posso rimettere a post la tanica di kerosene 🙂

  20. Mauro

    Mr. Porcello rimette al loro posto Machado e Trumbo. Prova maiuscola per il nostro pitcher

  21. Angelo Mozzetta

    Non hai tutti i torti…XD ma porc…un palmo sopra e Mookie la chiudeva.

  22. Mauro

    Porcello completa con 88 lanci. Eroe!!!!!!!!! Buona notte

  23. Salvo

    Se gli Orioles dovessero comprare Betts credo che chiuderebbe la stagione con oltre 100 home run, chissà cosa succede quando questo ragazzo va a giocare in quello stadio..
    Sembra che finalmente ci siamo registrati sul monte e vinciamo, era ora, partite normali, questo è il miglior segnale. Serve un altro piccolo sforzo, se chiudessimo la serie 3-1 saremmo con 1 piede e tre quarti dentro considerando che Toronto perderà sicuramente qualcosina contro i Mariners.
    Chiedo, ma Pomeranz esattamente cos’ha?

  24. Mauro

    Fantastico Porcello. Ecco il numero di lanci per inning: 8-7-7 14-12-14 8-9-10. Totale 89 lanci di cui 65 strike. Nessuna base ball. Un solo battitore ha avuto 3 ball nel conto, 2 ball solo cinque. Nonostante un’abbondanza di lanci battibili gli Orioles ne hanno approfittato solo per 4 valide, incassando di contro 7 K.Questo però è Porcello. Non mi pare che gli altri starter si possano valutare nella stessa maniera, anzi il confronto è imbarazzante. L’unico che si avvicinava era Wright, ma Farrell ha pensato bene di farlo infortunare.

  25. franz6201

    Ciao Mauro ,ti leggo sempre con attenzione e ti ho ,diverso tempo fa, nominato mio mentore tecnico ..ma cosa ti fa dire “abbondanza di lanci battibili” ..? Il line up degli Orioles non mi sembra composto da battitori sprovveduti..Da profano ,quale io sono,penso che tanti lanci possono essere “letteralmente catturati” dai battitori solo esclusivamente per bravura ..o al contrario per imperizia lasciati passare ..Comunque super partita per uno che la scorsa stagione non volevamo vedere neanche in figurina..

    • Mauro

      Quello che volevo dire si basa sulla molto prosaica constatazione che qualunque idiota (anche io per esempio) è in grado di lanciare ball oppure lanci che attraversano l’area di strike battuti per essere battuti in valido. L’abilità e la forza di un lanciatore risiede nella capacità di ingannare il battitore in modo che, per esempio, i lanci nell’area di strike risultino senza conseguenze negative per la propria squadra. Insomma non parlavo contro il lineup Orioles, ma in favore di Porcello. Ieri notte sono stato sveglio proprio per godermi in diretta il suo talento e sono stato ripagato da una prestazione superlativa. Anche mentale. Il commento delle ore 01:54 (GMT) si riferiva ai due K consecutivi su Machado e Trumbo che nel turno precedente erano riusciti a segnare un punto.

  26. vito

    Altra nottata da sballo.
    Solida prova di eduardo e del bulpen in attacco siamo le solite macchine.

  27. Mauro

    Ortiz demolisce gli Orioles che con Trumbo in slump non riescono a pungere in attacco: per loro solo un paio di run diciamo casuali. Gausamn, l’ultimo pitcher che è riuscito a sconfiggere i Bosox, lo scorso 16 settembre, non riesce a mantenersi sui medesimi livelli. Anzi riusciamo mettere sempre uomini in base e segnamo 2 punti (HR di JBJ), magari sprecando qualche occasione favorevole come il leadoff double di Young al secondo, non attuando mai gioco sulle basi. (vero Mr. Farrell?).
    Rodriguez fa il Porcello. Letteralmente. Elimina i primi 11 uomini affrontati, prima di mandare Machado in base, (fortunatamente in questa occasione Trumbo va lienout). Al sesto, con il potenziale punto del pareggio in II°, il pitching duel cruciale della partita, ancora con Trumbo, che si conclude con un K. Poi ci pensa l’omone domenicano (121 RBI per lui) a mettere le cose in chiaro e il resto è storia! Infine i nostri closer non fanno vedere la palla agli Orioles che affrontano gli inning finali piuttosto demoralizzati. Il magic number è ora ridotto a 8/11, direi che siamo autorizzati a mettere lo champagne in fresco. Piuttosto possiamo a porci l’obiettivo del vantaggio del campo, almeno con Cleveland (GB 0,5).

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>