TOP

Forma calante

Verrebbe da dire che è un bene che per quest’anno le partite contro gli Yankees siano terminate. Nelle 19 partite contro di loro i nostri hanno battuto un ragguardevole .196 ed in questa serie finale da 4 partite coi corridori in posizione punto si è assommato un eccellente 1/26 nel box; con cifre simili abbiamo raccolto anche troppo portando a casa 8 partite contro i Pijamas, quindi facciamoci piacere il fatto che tutto sommato siamo ancora avanti di 3 partite e mezzo e consoliamoci col calendario che da qui alla fine non sembra insormontabile … anche se questa squadra, anzichè andare in crescendo di forma, sembra si stia spegnendo pian piano come una candela alla quale viene a mancare l’ossigeno.

Direi che ormai possiamo rassegnarci al fatto che questa squadra sia debole nel box in maniera congenita, proprio per questo dovremmo cercare di spremere il massimo dalle risorse che abbiamo, invece si vedono le stesse problematiche ormai trite e ritrite, discorsi tirati fuori mille volte, sprechiamo troppo sulle basi per esempio. Aggiungete che segnando pochissimo dovremmo fare tutto il possibile per subirne il meno possibile, questo concetto invece non sembra albergare nella mente del nostro manager che continua a lasciare fuori i lanciatori troppo col risultato che beccano punti “gratis” dal centesimo lancio in poi, è successo a Pomeranz (e lì eravamo ancora 1-1) ed in un certo senso anche a Sale a cui dovevano essere risparmiati dei lanci inutili in una partita che era ormai andata.

Ovviamente chiedersi le motivazioni del calo di forma, sembra di rivivere l’ultima settimana della regular season 2016 e il playoff, è assolutamente legittimo ed anzi mi sarei aspettato che questo tema emergesse durante la rituale conferenza stampa post-partita. Abbiamo vissuto una prima parte di agosto fantastica, ma i motivi erano la straordinaria “scarica elettrica” fornita da Devers e Nunez; ora, coi due giocatori tornati sulla terra come lecito attendersi, siamo fermi come un palo della luce, per fare un punto occorre che gli avversari ce lo porgano altrimenti è gara dura. Per esempio mi chiedo se, come è stato fatto giustamente per Bogaerts, non sia anche il caso di fermare per qualche giorno anche Betts, un Mookie lontano partente del giocatore scientifico nello swing; voi potete anche eccepire su questi riposi che chiedo e la vostra obiezione sarebbe fondata, ma anche insistere su giocatori in difficoltà non credo sia una gran politica.

Speriamo quindi che Toronto sia una boccata di ossigeno, come capitato anche altre volte in questa stagione; certo che poi quando finirà questa stagione bisognerà interrogarsi su questa squadra e soprattutto su questa guida tecnica. La risposta a questo slump, che ormai dura dallo spring training, non credo posso essere nemmeno Giancarlo Stanton, come richiesto a gran vice da un patetico Nick Cafardo sul Globe di due giorni fa; son sempre più convinto che il problema di questa squadra non sia la mancanza del primo violino, ma il fatto che molti rendano molto meno di ciò che possono; anche un Big Papi avrebbe avuto problemi, nel senso che gli avversari gli avrebbero dato spesso e volentieri quattro balls per poi giocarsi l’innocuo giocatore successivo. Serve uno sforzo di squadra, di tempo non ne resta moltissimo.

Share

31 comments. Leave a Reply

  1. 2five34

    Il peggior momento del pitcher lasciato lì troppo a lungo contro i pigiami è, e resta quello del 2003: Pedro lasciato lì da Little. Farrell è solo un emulatore. Ma il risultato è sempre a danno dei Red Sox.

  2. diegodoa27

    Realistacamente a luglio parlavamo di probabile wild card…con tutti gli scongiuri del caso, ci sara’ da soffrire fino all’ultima partita di RS per portare a casa il pennat

  3. Abcdefg

    Ehm,secondo me Stanton è da prendere nella prossima stagione,perchè abbiamo un Ramirez che va per i 33(lo farei giocare come DH),e potremmo dare Bogaerts,che non è questo gran fenomeno.Ok,è giovane,ma non è quel giocatore che mette almeno 20/30 HRs a stagione,cosa che Giancarlo ti darebbe.Ci darebbe il “bomber” che dopo il ritiro del Papi ci è mancato.Ricordo che qualche anno fa in squadra avevamo Manny Ramirez e David Ortiz,due dei giocatori più forti di questo millennio in battuta.

    Sinceramente se lo scambio fosse Bogy e Rodriguez per Giancarlo,lo farei subito,se invece dovessimo cedere Andrew o,ancora peggio,Mookie lascerei perdere.

  4. Max

    Noi sembriamo decisamente in calando e loro paiono aver trovato la forma migliore … è davvero durissima … bisogna provare a resistere in tutti i modi e recuperare Price, tanto per dirne uno.
    Cafardo proponeva: Benintendi + E-Rod + pitching prospects; diciamo che non è un’offerta proprio imbattibile, dal momento che il nostro miglior pitching prospect è Jay Groome n. 47 dei top prospects dell’MLB che è anche l’unico nei primi 100. Peraltro, per come siamo messi, sarebbe interessante non perderlo e farlo crescere bene. Giancarlino poi prende 2018: $25M, 2019: $26M, 2020: $26M, 2021: $29M, 2022: $29M, 2023: $32M, 2024: $32M, 2025: $32M, 2026: $29M, 2027: $25M … non è che noi abbiamo tutto ‘sto spazio salariale, almeno nei prossimi due anni (158 e 112 MLN già impegnati). La scelta di puntare a far rendere di più l’orchestra che non andar alla ricerca di un solista sembrerebbe anche la più realistica … certo ci vuole anche una buona direzione a partire dal batting coach!

  5. Skuffia

    E un bel 3-run HR già al primo preso dal buon Porcello…
    Implosione settembrina in arrivo?

  6. 2five34

    Porcello ci ha già infilati in buco nero. Morales bum! E siamo 0-3. Ora siamo nelle mani degli attaccanti, senza Moreland che era l’unico che sembrava essere costante.

  7. 2five34

    Buono il 2 inning. Ma siamo ancora sotto.

  8. Max

    L’impressione è che la benzina sia esaurita … e ahimè sono i pitchers che sembrano proprio non averne più, tutti in grandissima difficoltà: Porcello primo in MLB per dongs subiti

  9. Mauro

    Quest’anno noi e i MFY sembriamo legati con l’elastico,: più ci separiamo in classifica più aumenta la forza che ci riavvicina. Riporto sotto i distacchi in classifica misurati durante la stagione

    19 maggio -5.0
    20 giugno +0.5
    7 luglio +4.5
    28 luglio -0.5
    13 agosto +5.5
    27 agosto +2.5
    30 agosto +5.5
    4 sett +2.5
    devo dire che non mi sto divertendo per nulla. Ogni tifoso dei Red Sox è sempre preparato al peggio 🙁

  10. Max

    24 agosto: Sale sul monte al Progressive Field; abbiamo la possibilità di vincere la serie con gli Indians (lancia Bauer) e allungare a 5.5 il vantaggio sui pigiamini che hanno perso a Detroit. Purtroppo Stickman incappa nella peggior prestazione dell’anno: 7 H 7 R 6 ER. Sembra un episodio sfortunato e invece comincia una serie di 12 partite, che speriamo si sia concluso ieri, in cui abbiamo preso complessivamente 75 punti, per una media di 6,25 punti a partita. Ovvio che con una media così ne vinciamo poche. Per la precisione quando l’avversario segna più di 5 punti perdiamo l’80% delle volte (ne abbiamo vinte 7 su 35 partite dove abbiamo preso più di 5 punti ). Non è colpa di Sale ovviamente, che tra il 24 agosto e l’ultima con i pigiami, ha comunque vinto con i Jays, concedendo poco o nulla. Il problema è che nella peggior striscia della stagione tutti i pitchers hanno faticato oltre misura. Tutti tranne Fister che invece è andato benone. La cosa può non essere causale, perché la questione sembra soprattutto atletica se tutti hanno problemi e Fist la preparazione l’ha fatta altrove … per fortuna verrebbe da dire. Non è il miglior momento della stagione per accusare cali fisici; anche i battitori non brillano, si dirà, ma il calo dei lanciatori è più evidente se non altro perché le mazze già ci avevano fatto preoccupare soprattutto per la loro carenza di power. Che soluzione adottare? Dura: soprattutto pensando a dover tener a bada i pigiamini che sono solo sotto di 2.5, la cosa migliora se guardiamo ad una wc: 6 gare di vantaggio sugli Angels che cercano di guadagnare la seconda. A naso direi: non forzare i partenti ed anzi tirarli giù ai primi segni di crisi – Farrell se faccia una ragione – introdurre un rilievo lungo oltre a Ildebrando; penso a Velazquez che può giocare quei due – tre inning tra quinto e settimo per respirare. Poi i conti si faranno alla fine e speriamo che tornino.

  11. pberti

    I Red Sox sono sotto inchiesta con l’accusa di aver usato un Apple Watch per rubare i segnali del catcher degli Yankees. Se l’accusa è confermata viene da pensare che i Sox siano in mano ad una manica di cretini. Potrebbe essere una figuraccia epocale.

    • Max

      Ma sbaglio o è solo il NY Times a riportare la notizia? la controaccusa dei nostri è che i pigiamins usino una telecamera della yes allo scopo di rubare i segnali dei catchers … Io non avevo mai sentito una notizia del genere, ma mi viene un dubbio: non sarà mica una cosa che tentano di far tutti e tutti accusano tutti e poi non si sa bene chi ha fatto cosa e che ne risultati ne abbia tratto?

      • pberti

        Al NY Times son stati i primi a far uscire la notizia e l’indagine sarebbe già stata chiusa. Stasera al Fenway c’è il commissioner Manfred, dura credere sia un caso

        • Max

          Vedo adesso articolo sul Globe … ma non posso leggerlo perché ho finito i gratuiti … ma vedo anche che chi ribatte la notizia lo fa sulla base dell’articolo del Times. Se stasera c’è Manfredo, non è un caso sicuro…

          • idk

            Se ciò fosse vero non avremmo preso schiaffi come li abbiamo presi.In aggiunta,le loro prove sono:Stava usando l’apple watch prima di parlare ai giocatori,quindi lo usano certamente per capire i nostri segnali.

            Dove sarebbe il dispositivo con cui i Red Sox hanno filmato i tuoi segnali?
            Ma non è vietato l’uso di dispositivi elettronici in partita?
            Come hanno avuto accesso al dugout degli Yankees?

            Comunque,stanno investigando ancora,non è chiuso il tutto.

        • idk

          Se ciò fosse vero non avremmo preso schiaffi come li abbiamo presi.In aggiunta,le loro prove sono:Stava usando l’apple watch prima di parlare ai giocatori,quindi lo usano certamente per capire i nostri segnali.

          Dove sarebbe il dispositivo con cui i Red Sox hanno filmato i tuoi segnali?
          Ma non è vietato l’uso di dispositivi elettronici in partita?
          Come hanno avuto accesso al dugout degli Yankees?

          Comunque,stanno investigando ancora,non è chiuso il tutto.

  12. pberti

    I Sox avrebbero ammesso la cosa. Farrell e Dombrowski non sapevano … almeno ufficialmente.
    Un mare di cacca potrebbe travolgerci a breve

  13. Max

    Tutti stanno ribattendo la notizia compresa l’ammissione dei Sox che c’è nell’articolo madre… per carità è davvero spiacevole e siamo dumb, come scrive Collins su OTM … però perché esce la notizia due settimane dopo che il valente Uomoincontanti ha compilato e consegnato un dettagliato complaint a chi di dovere? e guarda caso, esce sul NY Times?

    • pberti

      Penso che le due settimane sia il tempo che la Lega s’è presa per fare l’indagine. Poi qualcuno l’avrà spifferato al NYT … ma non è importante. L’avesse anche detto l’Eco di Lamporecchio non sarebbe cambiato nulla. Figura orrenda che denota, una volta di più, come questa squadra sia totalmente senza una guida. Per esempio Pedroia non sembra uscirne benissimo …

      • Max

        Io penso invece che chi ha compilato il report l’ha consegnato anche al NYT … oggi

        • pberti

          Cosa cambia Max ?

          • Max

            Per noi nulla, Paolo … davvero… per loro credo che un po’ cambi un po’ la storia delle povere vittime: “The Yankees, who had long been suspicious of the Red Sox stealing catchers’ signs in Fenway Park…”

  14. Simone

    Per anni mi ero chiesto a che cosa servisse uno smart watch… finalmente la risposta

    • Euro

      E’ quello che ho pensato pure io dopo aver letto la notizia 🙂 , scherzi a parte comunque la si giri non una bella figura.

  15. 2five34

    19 inning! E si è rivisto Carson Smith. Due cose che pensavo impossibili sono successe in una volta sola.

  16. Xtf.

    con il nostro attacco del 7° ho mollato e sono andato a dormire. Un buon Rodriguez per nulla supportato da un attacco che ha fatto sembrare Estrada il fenomeno che non è. Il seguito annotiamo una W (non è poco!) e una capacità di resistenza che ci tornerà utile. Speriamo che le “curve di rendimento” siano destinate a risalire d’ora in poi, perchè farci trascinare al 19° da questo Toronto è comunque un picco negativo.

  17. pagliardo

    io ho mollato all’ottavo, piuttosto depresso, ma con l’intima speranza di risvegliarmi con una rimonta.come successo un mesetto fa…:D

    ora speriamo che questa w scacci i fantasmi delle ultime partita.let’s go red sox.

  18. Max

    Una goduria estrema e intensa!!! Una grande reazione ….di carattere s’intenda …. perché se la striscia negativa dipendeva soprattutto dai pitchers, ieri si è vista tutta la difficoltà dell’attacco che in due partite contigue, con Toronto che dà fondo a tutto il bullpen, ha racimolato solo nove valide, prima del fatidico 19° inning. Per contro, i lanciatori non mollano e si rivede Carson Smith che è davvero uno spettacolo per gli occhi. Ma la goduria cresce a dismisura, perché i nostri simpatici amici del Bronx hanno perso e lo dico soprattutto a seguito delle recenti notizie.
    Niente mi toglie dalla testa che la notizia dell’indagine l’hanno data al NYT gli Yankees e lo hanno fatto per mettere ulteriore pressione ai Sox in striscia negativa. L’investigazione sul caso non si è conclusa l’ha dichiarato Rob Manfred; non c’è urgenza: nessun comportamento illecito è ancora in corso, sempre secondo quanto dichiara Manfred. Infine è altamente improbabile che la faccenda porti conseguenze in termini di punti, non lo dice solo Manfred ma tutti gli osservatori. Se la cosa si decide nell’offseason non porta vantaggi immediati agli Yankees che rischiano di perdere per il quinto anno consecutivo la division, nonostante abbiano investito pesantemente, riprendendo la pillola blu (cit.). Quindi provano a capitalizzare il report circostanziato raccolto da Cashman, doviziosamente raccontato da Schmid del NYT. I nostri sono stati dei babbei, sono stati beccati e gli Yankees provano a trarne vantaggio, facendo uscire lo scandalo. Questo è solo un altro capitolo della battaglia; personalmente non sapevo nemmeno che ci fossero strategie così evolute per rubare i segnali del catchers, ma pare che la cosa sia molto comune. Noi siamo stati stupidi e gli Yankees provano a sfruttare la vicenda … ma per il momento gli è andata molto male e la cosa mi dà una goduria immensa che spero continui.
    PS la dichiarazione di DD, per cui di solito cose di questo genere si risolvono tra GM, mi pare un’accusa precisa.

    • Jean Valjean

      l’intera lega sta “ridendo” dei Red Sox riguardo la faccenda e tu ne godi come un riccio..? pazzesco.

      ** CORREZIONE DEL BLOGGER ** Qui non si dice “sei normale ?”, si dice “per me hai torto completamente”. Please

  19. Mauro

    Grande vittoria stanotte contro la squadra che domina il baseball da sempre, infarcita di campionissimi e virtualmente imbattibile: i Toronto Blue Jays. Per sbaragliare questa cazzutissima compagine abbiamo dovuto giocare più di due partite consecutive durante le quali abbiamo schierato 12 pitchers e battuto ben 11 valide. Vebbè …….:-(
    Grazie a una vittoria in extremis di Baltimora guadagniamo terreno sui MFY e il nostro magic number scende a 21 anche se resta il più altro nel baseball, exequo con i Cubs.
    La prima partita è stata di un tristezza infinita. Fino alla parte bassa del nono battiamo solo tre hit senza dare nessuna preoccupazione a Marco Estrada e rilievi.
    Sotto 2-0 al nono finalmente sale Ozuna che è un nostro amico e un doppio di Mookie Betts porta Benintendi in terza e 2 uomini in posizione punto. Ramirez e Moreland portano il punteggio in parità con due groundout consecutivi (come è noto il sac flay e lo squeeze sono proibiti nel New England). Fondamentale Betts nella prima azione, che aspetta l’assistenza di Donaldson prima di avanzare verso la terza. La difesa di Toronto non è impiccabile ma il merito è della velocità di Betts. E’ probabile che senza questa iniziativa avremmo perso la partita 2-1.
    Sul 2-2 comincia una maratona non tanto per merito dei lanciatori, ma quanto per assoluta inconsistenza dei lineup. Solo Toronto però gioca gioca una versione riconoscibile di baseball, noi seguiamo il metodo Farrell. Per esempio Buatista all’11° arriva in prima su BB con zero out, in seconda su sac bunt, si ferma in terza su singolo di Saunders solo per una prodezza di Xman che blocca la palla quasi sull’erba e finalmente è fatto secco da un’assistenza millimetrica sul piatto di JBJ su tentativo di sac fly. Insomma ne usciamo indenni, ma per il rotto della cuffia e Toronto si è procurato un’occasione che avrebbe potuto essere decisiva. Nella parte bassa dello stesso inning il leadoff Betts arriva in prima su BB e li resta, perchè non siamo in grado di farlo avanzare sulle basi. E così succede la ns leadoff al 13° e al 16°. Al 19° con Mookie in seconda, zero out, ho tirato giù l’intero empireo mentre Ramirez si caricava di due strike e zero ball. Finalmente Cervello di Gallina mette fine alle mie sofferenze imbroccando una valida in Texas favorito dallo schieramento profondo degli esterni. Appena in tempo per uscire e andare in ufficio. Uff!

  20. diegosoa27

    Ad Oakland c’è stata un espulsione di un A’s dopo un litigio con catcher degli Angels. Baruffa scaturita in seguito alle accuse del ricevitore: rinfacciava ad Oakland di barare codificando i segnali. Nessun media ne parla. ovviamente stesso argomento, stesso periodo= montagne di melma a mezzo stampa sui Red Sox. Due pesi , due misure

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>