TOP

Se non altro c’è chi allena

Di giocatori nemmeno l’ombra ma se non altro finalmente (quasi tre mesi dopo la fine della scorsa stagione) si è completato lo staff che affiancherà Bobby V nella conduzione della squadra. Tre volti nuovi : Bob McClure, veterano di 19 stagioni in MLB, sarà il pitching coach; senza voler fare troppe dietrologie, non si può non riferire che questa scelta passa come un ripiego, tanto è vero che dopo 5 stagioni non memorabili come pitching coach a Kansas City, McClure era stato assunto al principio della off-season con un altro ruolo, una specie di punto di connessione tra scouting e front-office; poi arrivati a questo punto della stove league e non avendo altri nomi disponibili McClure è stato messo nel ruolo che fu di Young l’anno scorso e di Farrell negli anni precedenti. Continuo a dire che i Red Sox sembrano navigare a vista, pensate ad una squadra di calcio che nomina Mr.X come osservatore e poi dopo un mese gli si dice che deve essere il nuovo allenatore. Di logica e di programmazione si fa molta fatica a vederne.

Le altre nomine riguardano i due suggeritori di prima e di terza : Alex Ochoa ( buon ex-giocatore ) e Jerry Royster copriranno il ruolo, con Tim Bogar che dal box di terza diventa bench coach, cambio questo che potrà giovare alle nostre coronarie vista l’insipienza e le scelte scellerate che Bogar in passato aveva mostrato nel decidere quando fermare o mandare a casa gli uomini, dal ruolo di bench coach farà certamente meno danni. A chiudere il pacchetto di aiutanti resta il confermato Dave Magadan come hitting coach, conferma che direi assolutamente meritata visti i risultati complessivi nel box.

Chiuso il capitolo allenatori andiamo un attimo a vedere cosa dire sul fronte giocatori : anzitutto c’è da dire che quello di Gio Gonzalez è stato il primo giocatore trattato seriamente, erano rimasti in ballo i Red Sox e Washington, i Nationals hanno offerto un pacchetto di prospetti giudicato più interessante da Oakland, peccato perchè il giocatore poteva essere una bella addizione e peccato perchè non è che sia molto altro da prendere, tra parentesi gira voce che i Red Sox avrebbero provato di mettere nel pacchetto in partenza per Oakland anche un veterano (Youkilis ? Scutaro ?), alla fine Oakland ha preferito i 4 prospetti mandati da Washington e noi siamo rimasti a mani vuote. Detto che al momento l’ipotesi più probabile è il “facciamoci gli starter in casa” promuovendo Bard ed Aceves, vediamo che alternative si leggono in rete : il nome caldo è Kuroda che sembra aver deciso che la California si può anche lasciare, tra i rilievi sembra che continuino i contatti per Madson (free-agent) ed i colloqui con Oakland per Andrew Bailey.

La novità del giorno è il nome che emerge per potenziare il line-up ovvero il defector cubano Yoenis Cespedes, i rumors dicono che i Red Sox sarebbero in competizione con gli Yankees (toh .. chi si rivede) per acquistare i servigi del giocatore, l’aspetto negativo della cosa è che il giocatore verrà dichiarato libero di accasarsi solo più avanti, per dare corso alle necessità burocratiche connesse al suo status “particolare” . Se questo è il “cavallo” sul quale puntiamo corriamo il rischio di aspettare molto tempo e se a quel punto ce lo portassero via potrebbe essere troppo tardi per trovare alternative valide. Non lo so … il giocatore non lo conosco molto, a naso mi intriga, anche se è tutto da dimostrare il suo adattamento al mondo MLB.

Questo è tutto ciò che gira attorno al mondo Sox, non è molto, ma in questa offseason all’insegna dell’austerità dobbiamo anche inseguire le notizie o le mezze-notizie per vedere qualche barlume di luce in quest’autunno grigio come non mai.

Share

5 comments. Leave a Reply

  1. Jordan

    Gli spostamenti dei vari tesserati (da scouting a pitching coach, ad esempio) non mi pare la mossa più furba che si potesse fare… però diamogli fiducia e siamo ottimisti, dai!
    E’ un pò desolante lo so, ma cerchiamo di inventarci noi un pò di speranza in questi mesi tristi, visto che i dirigenti dei Sox lo fanno.
    Per il mercato: Kuroda, Bailey e Madson mi sembrano tre bei nomi, voi che dite?
    Personalmente punterei dritto su Bailey, penso che sarebbe un bel colpaccio… proprio quello che ci vuole per ripartire e dare speranza a tutta la Nation. Ma anche gli altri due non mi farebbero schifo sia chiaro, soprattutto per come versa la nostra situazione in questo momento.

    • Jordan

      correzione: visto che i dirigenti dei Sox NON lo fanno.

  2. Davide

    Non potevamo aspettarci una Stove League coi fuochi artificiali su, a parte che dopo anno scorso con Crawford e Gonzalez abbiamo già dato, eppoi questa è una squadra già fatta per la grandissima parte, manca un partente legittimo al quale dare 33 partenze e rimpolpare il bullpen, non siamo i Cubs o i Dodgers che devono ricostruire le fondamenta o gli Angels che sono andati a spendere gli incassi dei prossimi 7 anni di Disneyland… Melancon in cambio di niente e di un malato INAIL è un bel tassello; io accoglierei Kuroda a braccia aperte anche se, nonostante ami letteralmente i nipponici, mi fa venire in mente Matsuidiozaka… Piuttosto: grande curiosità su sto Cespedes… io vidi e ricordo benone Cuba ai mondiali 2009 quì in Italia… i Prospetti guardati a vista sia dagli osservatori Minor (Astros e Pirates) che dagli osservatori cubani (per paura non scappassero… sigh….) erano Olivera e Despaigne… sto Cespedes manco giocava nella fase finale boh… e’ un 85 fra l’altro, neanche primo pelo…. Non so, sono proprio curioso…

  3. Skuffia

    Pare fatta per Andrew Bailey e Ryan Sweeney in cambio di Josh Reddick.

  4. Jordan

    eh già, su mlb.com hanno dato l’annuncio.
    Sinceramente sono contento, Bailey mi attira molto (spero di non essere smentito brutalmente tra pochi mesi…).

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>