TOP

W l’improvvisazione

Sto arrivando ad una conclusione ponderata attentamente ovvero che questo primo terzo di stagione debba essere spostato dall’elenco delle cose positive a quello delle cose quasi miracolose, sto acquisendo la consapevolezza che sia quasi fantasmagorico che questo gruppo di giocatori, che reputo di livello non eccelso, stia continuando ad offrire un rendimento che permette al team di restare a respirare l’aria buona dell’alta classifica oltretutto ovviando a delle carenze lampanti con una dose di improvvisazione notevole.

Per esempio, si infortuna il terza base ad una squadra che in questo ruolo è scoperta come nemmeno lo era Cicciolina nelle sue epiche performances; non sapendo come ovviare a quest’assenza abbiamo fatto giocare in terza Pedro Ciriaco che sta ad un vero terza base come il mio portafoglio sta a quello di John Henry e l’altra sera addirittura abbiamo fatto giocare Josè Iglesias che aveva debuttato in terza nella serata di martedì, in pratica in un ruolo che è specialistico come pochi altri non ci mettiamo due carneadi o poco più; dopo essersi posti alcune domande sacrosante circa il mancato sviluppo di giocatori che possano darci una mano in terza, non possiamo però non rallegrarci perchè stiamo nonostante tutto galleggiando più che bene.

A questo punto è giunto per il sottoscritto il momento di fare outing : non in quel senso … ma riguardo John Lackey. Chi ha avuto la pazienza di leggermi in passato sa del mio scarso entusiasmo nei confronti del texano, ora sembra tornato ad essere un pitcher vero, sarà l’essere dimagrito, sarà l’essere uscito dai postumi del divorzio, sarà quel che sarà, ma da un po’ di tempo possiamo dire che abbiamo un lanciatore che non abbiamo mai visto, un lanciatore che ci può dare un bel rendimento e che si va ad aggiungere (lo speriamo) al duo Lester e Buchholz, per completare un 1-2-3 che non sarà il leggendario Maddux-Glavine-Smoltz di un po’ di anni fa ma che comunque con un Lackey in forma in poche squadre possono contare.

Chi invece sembra impegnato nel “passo del gambero” è Dempster che comincia ad essere un caso, rendimento orrendo ed una sensazione diffusa che il nostro acquisto sia l’ennesimo giocatore con una lunga carriera nella NL Central che va a sbattere contro un muro misurandosi nella AL East (i casi in oggetto sono numerosissimi), io continuo a tenere monitorato Webster perchè questa squadra non può permettersi troppi passaggi a vuoto sul monte, visto che l’attacco vale quel che vale ed il duo Ciriaco ed Iglesias non  martellerà come stasera molte altre volte e Mike Carp non ci risolverà il match come capitato nelle ultime due serate.

Detto che Pedroia da n.3 del lineup comincia veramente ad essere un fattore anche con poca potenza, volevo però porre un problema : se Pedroia fa il n.3 anzichè quello che sarebbe normale per lui con quelle cifre ovvero il n.2 cosa facciamo con il secondo spot del lineup ? Si continua a farci battere un giocare che sta ben al di sotto del nostro caro amico Mendoza ? Vero che il nostro lineup è corto di un uomo “pesante” e quindi tutti giocano un posto più in alto di quello che dovrebbe essere, ma non riusciamo ad inventarci qualcosa ? Johnny Gomes forever and ever ? Mah …

Per stasera la chiudo qui, partita complicata, ma sospirone finale e trentesima vittoria. Io dico che non ci vorrebbe poi moltissimo per far decollare la squadra una volta per tutte, un rinforzino (non quello del Conte Mascetti) a luglio potrebbe essere davvero un grande valore aggiunto, non sempre possiamo chiedere di vincere improvvisando tante situazioni in campo

Share

21 comments. Leave a Reply

  1. Roberto

    Mi ha entusiasmato vincere cosí peró!!!lester forse inizia ad essere un pó stanco..ma ho visto una grande voglia di vincere e di lottare cosa che l anno scorso non si percepiva assolutamente.soffriamo ma riusciamo a portare a casa queste partite sono piú che soddisfatto!p.s certo l errore di bradley sul pop di nava ci ha aiutato ma come si dice oggi a me domani a te!

  2. mauro

    A Marzo avremmo tutti firmato per l’attuale posizione di classifica e anche oggi ci sembra un mezzo miracolo. Da irriducibile miscredente tuttavia rifiuto questa spiegazione. La ragione del successo c’è, solo che è difficile da individuare. Più probabilmente non si tratta di un’unica ragione, ma di un concorso di cause più o meno importanti. Trascorso il 25% della stagione tuttavia, possiamo sperare che non si tratti di fattori episodici, ma strutturali.
    Fra i fattori positivi io metterei senza dubbio Farrell. E’ arrivato a Boston con un anno di ritardo, trascorso in quel di Toronto dove ha lasciato un’impronta tutt’altro che indelebile. Devo dire la verità, si è dovuto impegnare per avere il mio cuore 🙂 All’inizio ero scettico e intriso di pregiudizi verso i manager ex lanciatori, che non mi facevano vedere bene le cose. Ora invece devo riconoscergli una capacità di gestione decisamente sopra la media, sia dal punto di vista tecnico che psicologico.
    Alcune scelte possono apparire azzardate (ad esempio lasciare Lester a completare il 6° ), ma per farle occorre coraggio e serena determinazione. Attitudini che traspaiono e comunicano all’ambiente che alla barra c’è un tizio che sa il fatto suo. Dopo quello che è successo l’anno scorso ci vuole proprio. Inoltre il barccio di Lester era ancora bello potente, magari un tantino in difficoltà sul controllo 🙂

    PS Per Roberto. Il classificatore ha dato a Nava la valida su quel pop all’ottavo. E’ un periodo che i pop vanno forte in america. Vabbè, un paio di RBI in più facevano proprio comodo al ns caro Daniel

  3. Roberto

    Grazie mauro!!!stasera invece ho visto un dubront che a mio parere dovrebbe tornare a fare il rilievo..e piú che altro mi sono chiesto..per quale motivo nava sulla valida che ci ha fatto fare il primo punto è corso in seconda quando poteva restare in prima e attendere il successivo turno in battuta?(per la cronaca é stato eliminato senza patemi da aviles)

    • mauro

      Normalmente una palla sul green monster produce un doppio, quindi Nava credo abbia fatto bene a correre.
      L’outing di Doubront non è stato certo indimenticabile, ma ci ha tenuto in partita. Considerando che gli ER sono solo 2 non darei la croce addosso al ragazzo (inoltre il rilevo è un ruolo, non significa lanciatore di riserva o scarso)

  4. pberti

    Mamma miaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  5. Roberto

    Ragazzi che vittoria!!ho rischiato l infarto ma grandi soxxx!!!!siamo c….uti!!!!!:)

  6. Davide

    Vi dirò, a me comincia a piacere questa improvvisazione….

  7. mauro

    Fantastico. Se questi si mettono in testa di essere invincibili …. faranno sfracelli. Peccato che il piccoletto di mio figlio già dorma

  8. Skuffia

    Che nono ragazzi!!!

  9. 2five34

    And the Red Sox win! Oggi rischio grave per le mie coronarie, ma è andata bene. All’ultimo inning vedendo il nostro due up, mi sono detto, ma possibile che Pedroia, Ortiz e Napoli non abbiano prodotto niente oggi? Evidentemente volevano solo farci soffrire. Con Doubront non ci siamo proprio. Non ho capito proprio la scelta di Cleveland di dare la base ball a uno come Gomes, in un certo modo è la decisione che ci ha dato la partita. Se è Tito ad averla presa vuol dire che ci vuole ancora bene. Da domani giochiamo contro la squadra di Papelbon. Ma i Phillies di questi tempi sono molto altalenanti, possiamo battere anche loro, ma dobbiamo avere qualcosa in più in battuta.

  10. diegotelospiego

    forse ha ragione l’articolo: non siamo uno squadrone. Pero’ se si riesce a vincere tanto di guadagnato. Godiamoci il momento. In quanti pensavano di vincere questa serie dopo la prima sconfitta per 3-12. io no di certo. GO SOX GO

  11. Angelo Mozzetta

    Chiamatelo cuore, chiamate le p..le, ma ci sono. E vengono fuori contro un avversario di tutto rispetto…

  12. Ivan69

    I LOVE THIS GAME!!!!

  13. Skuffia

    Per iniziare bene la giornata leggo che stasera lancia “Colpa d’Alfredo” Aceves e non Buchholz …

  14. Roberto

    E no….aceves no…per favore…meglio mettere quello che lancia nell home run derby nell all star game..

  15. Fabrizio1967

    …e il veleno (sportivo), la gioia, la corsa di Big Papi verso Jacoby?
    Mi piacciono, mi piacciono!!!

  16. niccoredsox34

    domanda per i più informati, ortiz contro i phillies starà a riposo o lo vedremo in prima base?

    • franz6201

      GIOCHIAMO IN CASA…ORTIZ DH…GO SOX…

      • niccoredsox34

        che idiota.. hai ragione.. errore mio 🙂

  17. mauro

    Una tegola che ci colpisce nel nostro maggiore punto di forza. Parlo di Clay Buchholzt naturalmente. Ora il pronostico nelle prossime due gare è oltremodo avverso e temo anche per la prossima uscita nel Bronx, anche se Farrell lo esclude. Mi sono abituato a non prendere molto sul serio i msgs minimizzanti dei Red Sox, nel campo infortuni. A volte si comincia con fastidiosi foruncoli e si finisce in DL 60 days in men che non si dica. Speriamo non sia questo il caso.
    Tuttavia non può certo essere stata una decisione presa alla leggera concedere un day off al miglior partente della squadra, proprio ora che eravamo tornati a vertice. Speriamo che mi sbagli ma sento puzza di bruciato.

  18. 2five34

    Ma Aceves partente, fa parte dell’improvvisazione? A me sembra una di quelle cose di cui si dice: Incredibile! Ma devi crederci.

Leave a Reply

Your email is never published nor shared.

You may use these HTML tags and attributes:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>