Vorrei fosse domani

Il 29 ottobre 2013 per me rimarrà nella storia come il giorno più inutile che mai sia sorto, inutile come nemmeno può esserlo un pettine per un calvo, d’altra parte è il destino ad aver deciso che il 29 ottobre è compreso tra gara 5 e gara 6 delle World Series coi Sox avanti 3 a 2. Però domani sorgerà il 30 e l’arteriosclerosi del sottoscritto raggiungerà livelli parossistici e mi conforta molto leggere che non sono solo io. La message board ormai la adoro, m’ha fatto conoscere un mondo che ignoravo esistesse, sapere che c’è altra gente sui carboni ardenti mi fa sentire un po’ meno solo, i trionfi del 2004 e de 2007 furono bellissimi ma furono gioie mie, non sapevo bene con chi condividerli, accidenti … vengo da una città dove se dici strike pensano davvero che sia la traduzione inglese della parola sciopero, stavolta sapere che c’è altra gente che fa suonare la sveglia nel cuore della notte mi da una soddisfazione che non riesco ad esprimere.

Dicevamo che domani arriverà il 30 con tutto ciò che comporta e non nascondo che ho una paura fottuta. Non so neanch’io di cosa o di chi aver paura, so solo che ce l’ho. Ho paura che la squadra senta la pressione di giocare al Fenway, di giocare in una città che sta contando i minuti che mancano al playball; ho paura di Wacha e Soci che comunque sono da prendere con le molle; ho paura dei fantasmi del passato, del Bambino e di Bill Buckner, Bucky Dent mi pare un drago sputafuoco e Aaron Boone è più terrificante del mostro del dottor Frankenstein. Ma nonostante tutti questi timori anch’io non vedo l’ora che passino queste 24 ore abbondanti e vorrei catapultarmi a Boston, non necessariamente al Fenway, mi basterebbe respirare la stessa aria, bermi una birra in pub guardando la partita anche se domani trovare posto in un locale non deve essere facilissimo. Per la cronaca, chi volesse domani andare a vedersi la partita basta che tiri fuori circa 3000 euro, per circa 1900 euro trovi un aereo che ti porti al Logan e con un 1000 extra un biglietto lo becchi (per i bleachers però …).

Tecnicamente cosa aspettarsi domani ? Non lo so … Wacha è forte, ma ormai non contiamo più i pitcher forti che hanno chinato la testa contro i nostri barbudos, la formazione mi aspetto che sia quella di gara-5, col dubbio delle condizioni di Victorino. Ross e Bogaerts non credo che ormai possano essere spostati ed anzi comincio a pensare che il bimbo di Aruba possa anche salire un po’ nel lineup, Lackey normalmente preferisce Salty, però tutti noi ci sentiamo più sicuri con Ross. Sarà banale dirlo ma andare subito in vantaggio è fondamentale, carichi la pressione su chi insegue e la pressione in una gara-6 è un fattore con cui fare i conti, non ci crederete ma quando ieri ho visto i doppi back-to-back di Pedroia e Ortiz ho capito che le nostre chances le avevamo.

Possiamo quindi solo aspettare, sperare in Lackey e fare il nostro gioco e a risentirci domani notte nella bacheca messaggi … se la tensione non mi ammazza prima.

Share

421 thoughts on “Vorrei fosse domani

  1. Proviamo ad aggredire Wacha, cerchiamo di far lanciare almeno 6 inning a Lackey e soprattutto non facciamo cappelle … in ogni caso, si consiglia una buona bottiglia di rosso per protezione coronarie!

  2. Tensione alle stelle e’ vero……….. Tirerei fuori volentieri 3.000 per godermi quello spettacolo del fenway, dove sono già stato quattro volte, e riassaporare quel profumo di baseball ( oltre che di hot dog) che si respira. Sono d’accordo sul lineup ormai credo consolidato e vincente. Se ci penso il terrore che avevo del Bush st…….. Si è sostanzialmente riassunto in un 2-1 senza poi pensare a quella maledetta chiamata o quel maledetto lancio di Salty altrimenti sarebbe tutto diverso. Ma ora ci siamo, domani sarò lì con la mia uniforme il mio capello (che indosso quando vedo le partite) e sopratutto stringendo quel braccialetto che acqusitai a Boston e che al contrario dell’uniforme indosso tutti i giorni con su scritto BIGPAPI 34. Andiamo a vincere a casa ragazzi !!!!

  3. Per puro caso ( venne in Italia per allenare la mia squadra di serie C un ragazzo mezzo Italiano nato nei sobborghi di Boston ) tifo i Red Sox dal lontano 1988, il ricordo dei Mets era ancora fresco, avevamo Clemens sul monte, Boggs in terza, Dwight Evans in campo esterno, ma dopo Buckner tutti pensavamo che non avremmo visto vincere i Rossi, magari lo avrebbero visto i miei due figli o i loro figli, chissà.
    Ho sofferto in totale silenzio e mediocrità per 15 anni, con le riviste di vecchia carta patinata e VHS sempre difficili da riprodurre in europa…..quasi giustificando Boggs a cavallo e Clemens con l’odiata casacca dei rivali….fino al 2003, la prima vera mia delusione vissuta, ho provato lo stesso dolore che leggevo sui libri…….
    Poi i miracoli del 2004 e 2007….nel 2007 la bellissima follia che mi sono regalato: viaggio organizzato in 24 ore, prezzo quello indicato da Paolo, ero a Fenway gara 1 con Beckett vincente sul monte…..le sere successive davanti alle TV a gioire con il mio ex allenatore nei Bar di Boston.Pensavo di avere avuto già tanto, tutto….soprattutto rispetto alle generazioni che ci hanno preceduto, ma mi viene concessa altra possibilità…..e questa volta, come dice Paolo, sono ben felice di viverla assieme a voi, con persone che non ho mai visto ma con le quali mi sento di vivere identiche emozioni, sensazioni e identiche paure. Per questo grazie, grazie Italian Nation, ci scriviamo domani notte

  4. Essendo un giorno inutile oggi mi sono rivisto game 2.
    Wacha è un gran pitcher, hanno reliever molto buoni, aggrediscono sulle basi.
    Abbiamo gran bisogno di andare in vantaggio quanto prima, sia per alleviare tensioni ed evitare errori per il panico, sia per i relievers, i cui nodi vengono al pettine (ma non si poteva prenderne uno invece di Peavy?).
    Spero seguano l’insegnamento di Papi: giocare come sanno fare, senza strafare.

    Let’s go Red sox!

  5. Io purtroppo sono in giro per lavoro fino a giovedì notte. Quindi, per prima cosa spero di non dover vedere niente quella notte. Secondo, grazie ad un WiFi decente vedo MLB.TV. sono stravolto dal lavoro e dal sonno per le notti passate a guardare i beneamati. E domani sarò presente con tutti voi, non potrò urlare molto, in albergo non si può…. Ma ragazzi, che strizza. Ci si sente domani. Forza Nation!!!
    P.s. ovviamente anche in trasferta pigiama dei sox comprato a Boston…

  6. Domani notte tutti insieme…non taglio la barba da settembre ormai…e giovedì mattina in tribunale cercando di non svenire in braccio al giudice…World Series da urlo!!!! GO RED SOX!!!

  7. Condivido le paturnie perché ne ho anchi’o non vedo l’ora che tutto vada come vogliamo go sox .da ultimi a quasi campioni ddel mondo che goduria alla facciaccia di valentine

  8. Condivido le paturnie perché ne ho anchi’o non vedo l’ora che tutto vada come vogliamo go sox .da ultimi a quasi campioni ddel mondo che goduria alla facciaccia di valentine

  9. Tensione alle stelle, ormai non penso ad altro… dai che manca poco!!!
    Stasera tutti in trincea a impallinare canarini !!!
    GO SOX!!!

  10. Alla fine del settimo mese di baseball esaltante temo la offseason. Tutti gli anni puntualmente arriva a fare pendant con l’arrivo dell’inverno, le foglie morte, la depressione e la noia (e questi sono solo gli aspetti positivi!). Quest’anno tuttavia non so se il mio organismo, oramai assuefatto a alti tassi adrenalici, riuscirà a sopportarlo. Oramai sono dipendente. Si sono instaurati meccanismi difficili da rimuovere: questa notte, per esempio, mi sono svegliato alle due in preda all’angoscia per essermi perso i primi inning. Vedete a che punto sono arrivato? Come faro a sopportarlo? Anche io ieri volevo che fosse domani, ma temo che domani vorrò che fosse ieri.

  11. one more one more…stanotte lavoro per cui non posso incollarmi a mlb ma vi sono vicino..immagino il fenway sarà una bolgia!!partiamo bene e speriamo meglio…come ha detto in conferenza stampa wainwright”vincere due partite al fenway sarebbe un miracolo”…ecco!

  12. Di solito mi vedo le partite registrate alzandomi presto al mattino.
    Però per stanotte ci sto facendo un pensierino.
    Visto che molti l’hanno fatto, scrivo como ho conosciuto il baseball e i Red Sox.
    I baseball mi piace, ma qui in Italia si fa fatica a vedere e seguire.
    Sono andato a lavorare in Colombia e lì, nonostante il calcio sia lo sport nazionale come da noi, in televisione danno minimo una partita al giorno della MLB, e c’è gente che gioca, e bene.
    Poi ho passato un periodo a Seattle da mio cognato che mi ha fatto conoscere i Mariners, quindi in teoria avrei dovuto tifare Mariners… invece non mi entusiasmarono.
    Ma quel periodo è stato bellissimo: ho trovato gente che gioca e parla di baseball, così nel dopo lavoro del cognato era immancabile la partita a baseball al parco.
    Giocando si impara tantissimo, e moltissimo ascoltando i commenti degli amici vedendo le partite.
    Il click per il tifo Red Sox me lo ha dato Lester, con la sua vicenda personale.
    Da luglio sono tornato in Italia, e ho trovato questo blog. Non mi sarei mai aspettato di trovare la Nation qui 🙂
    Da settembre mia figlia gioca a baseball e sul piatto ha l’atteggiamento di Ortiz 😀
    La prima notizia del giorno che le dò è la partita dei Red Sox.

    • Stefano, stanotte non devi fare alcun pensierino.
      Devi alzarti e guardare all’una i Ragazzi in diretta con noi. E basta.
      Io e te (e purtroppo tanti altri…) abbiamo due situazioni in comune: la prima riguarda il padre… non piacevole ovviamente, ma un Enorme Insegnamento di Vita.
      La seconda riguarda i figli invece, pure mio figlio, mancino nel box, Ortizzeggia alla grande… io lo riprendo, poiché nella parte finale dello swing (follow trough) carica troppo il peso sul piede sinistro hai presente? Il Papi finisce il giro con la testa e il busto all’indietro, e lui lo imita un casino… peccato per lui che il più delle volte questo produca pop e timing-off… dato che va sotto la palla e tende a scucchiaiare; però è notevole vedere la potenza dell’imitazione nei bambini…

      • Ciao Davide,
        anche mia figlia ortizzeggia con il peso sul piede sinistro 😀
        Ma soprattutto con la faccia, che sembra voler sbranare la pallina o il pitcher.
        Più che altro vorrei facesse un po’ più di selezione, perchè vuole tirare legnate a qualsiasi cosa le passa davanti 😀

        Beh, stasera vista l’occasione penso di vederla in diretta

  13. Io invece ho iniziato a seguire il baseball dal mio ultimo viaggio a Boston, nell’estate 2005. Non conoscevo nulla di questo sport ma in città, ancora ovunque, si respirava l’aria del 2004. Per questo sono particolarmente affezionato a Ortiz (ma il mio primo amore fu Manny Ramirez, anche se pure Pedey e il Navajo li ho visti debuttare e crescere con noi) perché mi sta accompagnando dall’inizio della mia passione sportiva per i RedSox, dei quali non potevo non innamorarmi. Le Postseason del 2007 le ho seguite in diretta ma in uno streaming pietoso, quest’anno invece ad agosto hanno messo una promozione per MLB PREMIUM a 15 euro e mai spesa fu più azzeccata!
    Rodolfo, non sei l’unico a esserti fatto crescere la barba.. 😀
    Chi è stato così idiota oltre a noi due?? 😀

    • Io.
      E adesso ho timore che tagliandola porti male!!!
      (oppure sono convinto che la fortuna non esiste!)

      • Ovvio che non si taglia, consoliamoci dicendo che fa più uomo va là.
        Io guardo anche le partite nella stessa poltrona e nello stesso posto con gli stessi gadget per non interrompere il flusso positivo.. Ok sto esagerando adesso..

        • Io l’avevo già ma l’ho fatta diventare incolta e inguardabile. Mia moglie sta preparando le carte…

  14. la mia passione invece per i red sox nasce nel 1994 quando appena finite le superiori sono andato a boston tre mesi..si parla quindi di luglio agosto e settembre ’94.andai in una famiglia in zona jamaica plain(non proprio zona chic di boston) e in quella famiglia scoprii tutta la passione che i bostoniani riservano ai red sox:il cane girava con il bavaglio dei red sox,il gatto aveva la ciotola dei red sox,la gabbia dei canarini dei red sox e tutto quello che orbitava nella casa era dei red sox.la sera uscivo con loro e mi portavano al fenway,nei pub attorno al fenway.vedevo le partite con loro e mi parlavano di baseball da tifosi sfegatati ma sempre con la sportività americana che li distingue.mi dicevano degli yankees ma sempre con il sorriso in bocca..che boston era tantissimo che non vinceva un campionato..etc etc!!in questo blog ci sono persone che si vede e si sente che ne masticano di baseball quindi è un poiacere far parte della nation!poi le due vittorie nelle world series del 2004 e del 2007…poi il disastro di settembre 2011…poi l ubriacone di valentine..e ora farrell…e mi dico sempre che comunque vada è stato un successo!!!!ma in cuor mio dico pure…vinciamo ste c…zo di world series!(lo dico in silenzio però perchè io adoro la tecnica del pianto)!:)ciao a tutti e go sox!

  15. mi sto facendo crescere il pizzetto,anche se si vedono i peli bianchi!!!!!
    seguo le finali su un canale spagnolo e non vedo l’ora di sentire la voce del telecronista che grida”i se va’,i se va fuera!!!!!,jonrun para los redsox”….
    forza ragazzi fatemi piangere…..di gioia….

  16. Il mio amore per Boston risale agli anni della mia infanzia. Mi era capitato di vedere libri o film ambientati a Boston. Ma più di tutti un vecchissimo fumetto che ora non esiste più: il Grande Blek, le cui avventure si svolgevano nelle zone attorno a Boston nel periodo della Guerra d’Indipendenza americana.
    Mi ero innamorato di questi posti.
    Ero ancora un ragazzo quando ho avuto il mio primo approccio con il baseball, facilitato dal fatto che abito in Emilia, a Parma.
    Fino a 15 anni non conoscevo i Red Sox. Mi è capitato di vedere delle partite MLB su Tele+. Immediatamente ho unito le due passioni che avevo da tanti anni: Boston e baseball.
    Penso di essere fortunato!
    Molte generazioni di tifosi delle Calze Rosse non hanno avuto la gioia di vedere vittorie alle World Series, io in 15 anni, già 2 volte… nel frattempo non mi taglio la barba!

  17. Ciao a tutti, sono Marco, sono sempre stato appassionato di basket e tifoso Celtics, poi vacanza a Boston nell’agosto 2009, un Yankees – Red Sox vista un pub sotto Fenway e folgorazione, da allora ho scoperto il baseball e una passione unica per le calzette rosse; da 4 anni la prima cosa al mattino è vedere il risultato dei Sox, cerco di leggere tutto quello che posso in proposito. Seguo il Blog da quando è nato ma nn ho mai scritto nulla, ma grazie a Paolo e a tutti voi ho imparato tantissimo sul baseball e sui Red Sox. Ho passato sveglio quasi tutte le notti di qs postseason, seguendo il blog mentre vedevo le partite; ho la barba lunga di quasi 2 mesi , ora leggendo i post di tutti ho trovato il coraggio di scrivere che ci sono anche io, mi farete compagnia anche stanotte ! #GetBeard !!

  18. ,,,oramai sono come gli ZZ TOP….era il 2000 …in un giro turistico di Boston il conducente di un taxi in pieno traffico disse sconsolato che non sapeva se sarebbero stati ultimati i lavori della sotterranea che avrebbero dovuto collegare due lati della baia prima che i nostri beneamati avrebbero avuto nuovamente la chance di vincere LA WS…la sera stessa in un bar dove tutto era tappezzato di verde e di rosso ho sentito raccontare tutte le leggende che accompagnano da sempre i RED SOX .ed è’ stato il classico colpo di fulmine…poi le notte insonni attaccato a Sky per finalmente gioire…fino ad oggi e scoprire il blog e congiungermi alla Italian Nation…grandi tutti…grande Paolo … sempre Go Sox …

  19. Tranquilli ragazzi, è da metà settembre che vado dicendo che saremmo stati noi a vincere l’anello, e ovviamente lo vinceremo perché noi siamo più forti!! E non ci credete quando vi dicono che non sempre il più forte vince, può capitare a volte, certo, ma in una singola partita. In una serie al meglio delle 7 esce per forza fuori la squadra più forte.
    Noi abbiamo dalla nostra la consapevolezza di avere fatto tutto noi, sia nelle vittorie che nelle sconfitte di questa serie siamo stati noi a determinare il risultato finale delle singole partite, quindi siamo noi i più forti, e quindi essendo i più forti vinceremo noi!

  20. ormai in azienda la gente mi ferma e mi chiede notizie dei redsox… a forza di rompere le palle a tutti ho trasmesso per osmosi un po’ della mia passione…ed avere un collega americano e pinstripes rende l’attesa ancora più frenetica

  21. Amore per i red sox nato nel 2004 durante la serie con gli yankees con gli allora barbuti Damon ortiz Ramirez . E poi il calzino insanguinato di curt shilling e la sua tenacia mi hanno definitivamente conquistato. Quante emozioni da allora. LET’S GO RED SOX

  22. Leggo questo blog da un paio di anni anche dalla Germania dove ho lavorato per un paio di anni. Ho scritto solo una volta per sapere come vedere i red sox dopo la scomparsa di ESPN ma ho tanta voglia di scrivere vista l’occasione :)!

    Ero andato a Boston durante la pre-season di football per seguire i Pats (mia grande passione) e un pò per la rivalità con i Jets e i Giants ho sempre trovato estremamente
    antipatiche le squadre di NY.
    Così mentre ero li a Boston mi è capitato di vedere una partita tra Boston vs NY in un pub e mi sono fatto coinvolgere dal tifo per i RedSox e cosi piano piano mi sono appassionato a questo sport sebbene lo segua solo da un paio di anni (anche grazie a questo blog che trovo eccellente)! Che dire…ero andato con l’intenzione di comprare solo merchandising dei Pats e mi sono ritrovato con un guardaroba targato Red Sox e Pats!

  23. Ostia che bello leggere tutti questi post sulle nostre “iniziazioni” bostoniane!
    Lunedi 6 maggio 2002… Arrivo in universita dopo aver passato una domenica amarissima per colpa della mia amata inter che perdeva lo scudetto a Roma. Condita ovviamente dai milioni di sfottò di tutti gli juventini (e ce n’erano tanti).
    Un mio compagno di corso (bostoniano doc, che studiava in italia) mi fece notare come solo lui… tifoso dei Red Sox da generazioni mi potesse capire alla perfezione!
    Non conoscevo nulla di questo magico gioco e di questa magica squadra… ma da allora ho imparato ad amarla…. in modo viscerale… Come solo mi era capitato da piccolo per un altro idolo sportivo: Stefan Edberg!
    Lo sport è meraviglioso e ti sa regalare delle sensazioni uniche e indimenticabili!!!!!
    PS one more… in the name of love!!! Vs Detroit questa frase aveva portato bene… La riscrivo per scaramanzia!!!

  24. Questo commento invece è dedicato a Paolo e Davide perche quelche mese fa commentavamo e chiacchieravamo di John Lackey e di Charlize Theron!!
    Bè dopo 162 partite di RS e 15 di PS… Mi ritrovo in spasmodica attesa di vedere sul monte il lanciatore che come nessun altro quest’anno meriterebbe di portare a casa questa leggenaria W!!
    La poesia del baseball non la si puo spiegare facilemente!! 🙂

    • Perdonate gli errori ortografici ma con il cell non sono proprio in grado di scrivere!!
      Ho le ditona ortizeggianti 🙂

        • Ma ti rendi conto Davide che giocatore è stato Lackey quest’anno!! E tu ce lo dicevi pure!!!!!! E noi a sfotterti!!!!!!!!
          Incredibile… per gioco, per continuita e per leadership!!
          Senza nulla togliere a nessuno ma lo ritengo il nostro miglior partente del 2013!!
          Faccio il doppio del tifo stasera… Proprio per lui!!!
          Dai dai dai

  25. Invidio da morire quelli che mettono la sveglia all’ 1 (o alle 2) perche vuol dire che riescono ad addormentarsi prima!!
    Io manco ci provo… Mi guardero come al solito qualche film 🙁
    Ciao a tutti e… a dopo… anche se non credo che commenterò!
    Il mio silenzio di gara 4 e 5 ha portato bene… Mi sa che ci si sentirà verso le 5!!

  26. Un saluto a tutti, manco dal blog da tanto tempo causa lavoro/famiglia, ma, un po’ embedded, vi ho seguito per gran parte dell’anno.
    Ripenso spesso in questi giorni a quell’incredibile settembre, ed effettivamente veder lanciare Lackey per le WS fa un certo effetto. Due anni fa chiuse la stagione con la peggiore ERA nella storia della franchigia a livello di partenti. Ma tant’è.
    E non so voi, ma nutro un sentimento contrastante, quasi una certa nostalgia. La memoria corre in queste ore a molti ex – giocatori. Sono i feticci del mio pantheon personale, dal colpo di fulmine Daniel Bard al finto cinquantenne Scott “braccio moscio” Atchinson, dal duo A’s Jed Lowrie & Josh Reddick, da Ryan Kalish a Jose Iglesias, fino a Mike Aviles. Gente che non ce l’ha fatta a giocarsela, una gara 6 a Yawkey way.
    Ripeto, non so voi. Ma credo che anche loro stasera, con una serie di birre sul divano, faranno il tifo per i Red Sox.

  27. vediamo di portare fortuna ai Red Sox —— Forza Yankeesssssssssssss i Cardinals vincono la serie 4-3 ihihihihihihih

  28. vorrei soltanto farmi la barba un giorno prima, che chiedo di più?…in fondo è da Agosto…

  29. Alla fine degli anni ’50 andavo a vedere le partite di baseball della squadra di Verona allora in serie A. Poi blackout, finché alla fine dei ’90 un mio figlio inizia a giocare a baseball nella scuola elementare. Si arriva al 2003, quandi mi incuriosisce la rivalità tra Red Sox e quelli là condita dalla famosa maledizione e trovo simpatia per i Bostoniani. Sappiamo come è finito quel campionato. Da statistico esamino le statistiche e da ingenuo arrivo alla semplice conclusione che avendo ingaggiato Schelling la vittoria nel 2004 sarebbe stata quasi ovvia. Capirò poi che in realtà il gioco è molto più complesso ed è una strana miscela di scientificità ed imprevedibilità. Dal 2004 non sono più guarito.

  30. Spero di vedere più strike da parte di Lackey nei prossimi innings. Pedroia si conferma un gatto 🙂

  31. Commento squisitamente tecnico. Ma Bo Jackson e i il suo 5-hours energy ha preso solo a me alle p….??

    • I’m Bo Jackson…. being in the business world now….I need energy…. I’m Bo Jackson… and I drink Lambrusco

  32. Soffriamo già al secondo. Speriamo che Lackey si siatemi un attimo perché almeno ci deve portare fino al sesto. E mi sembra che questa sera lo vedano discretamente..

    • Credo sia l’home plate umpiree che urla ogni strike come se fosse un vitello mentre lo scannano al macello. Scenografia americana.

  33. A vederlo nel primo e ora credo che abbia terminato il riscaldamento durante la partita 🙂

  34. Dai jacobi in 2°. big papi pensaci tu. let’s go red sox. Noooo base ball ancora una volta. Mike Napoli come on

  35. Lo temono talmente tanto che già gli danno la IBB. Molina dice a Joyce: this guy is unbelieveble.. In stagione abbiamo sempre punito le IBB. Dai ragazzi!!

  36. SHAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAANEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!

  37. L’avevo detto che le IBB le puniamo sempre! E che peccato per l’ottimo contatto di Bogaertz..

  38. “Not quantity but Quality!!!!”
    Shane batte solo a basi piene….
    Keep calm and keep rolling…..
    AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  39. Che faccio sveglio l’albergo? No…. Troppo presto. C’è ancora troppa strada da fare. Chiappe strette!

  40. Ho passato parte della giornata ad ascoltare l’hawaiano Israel Kamakawiwo’ole: ha funzionato!!!

  41. E no Dustin. Era una stronzata per te e chiudevamo l’inning. Non ci facciamo venire il braccino. Sempre a fare regali a questi qui

  42. Ragazzi Drew è quello con le palle più in vista di tutti. Una postseason a dir poco ridicola dietro al piatto, senza mai farsi influenzare nella difesa, che rasenta la perfezione! Questo vuol dire essere estremamente forti di testa, e convinti dei propri mezzi.

    • Effettivamente sembra l’unico fuori fase.
      Vabbè ma giocarsi così Ortiz non è nemmeno giusto… Vediamo se questa volta Napoli punisce.

  43. Allora… provo a riprendere un barlume di lucidità… che son quì che sembro un idiota….
    Abbiamo smontato il bambino, perchè SIAMO UN LINEUP PAZZESCO… come a Kelly, come a Lynn, come a Wainwright, al secondo giro ci arriviamo sopra… c’è studio, c’è analysis, c’è adjustments; alla prima ci imbrigli, alla seconda sei morto… non è possibile vada sempre così…

  44. Non credo che a St-Louis si aspettassero una serata così down per i loro pitchers.
    Wacha ha rovinato i piani a Schettino 😀

  45. Lynn l’abbiamo impallinato fin da subito… bene, benissimo!!!
    Sembra di assistere alla partita dei sogni…

  46. quando è destino è destino trovare la valida giusta o il fuoricampo da chi non ne beccava mai uno vuol dire destino predestinati titolo meritato

  47. Quest’inning doveva finire prima o poi. Peccato non sia entrato Il punto di Napoli.
    Adesso guys non ci deconcentriamo e andiamo senza patemi d’animo!

  48. Ero con voi Nation, solo intrappolato in un leggero delay. Ho visto tutto in una pseudo diretta. Ora vi ho raggiunto E’ meraviglioso

  49. si si si …
    sentite questa : Victorino in carriera nei playoffs a basi cariche.
    6 su 8 con 20 RBI !!!

  50. Ahahahaahha….. grandeeeeeeeee…
    ancora Steve Horgan a braccia alzate sull’ Hr di Drew……

  51. ahahahahahahaahahahahahahahah neanche a Major League 3 avrebbero il coraggio di metterla questa…

  52. Ve la immaginate la disperazione degli uccellini? 6 hit à 1 e= 0 run. Noi 7H=6run e poi Ellsbury preso in ballerina si salva. Li va tutto male.

  53. finche’ le cose vanno così bene, perché cambiarlo?
    non da segni di cedimento, almeno per il momento

  54. sto leggendo su boston.com che la polizia sta diramando avvisi di non venir più in zona fenway, kenmore square perchè i bar sono tutti stracolmi. speriamo non succeda nulla

  55. Qualcuno ha capito il motivo per il quale Joyce continua a urlare come un’ossesso a ogni strike? È posseduto forse?

  56. Appunto. Dai Farrell!! Era più scontata del cacio sui maccheroni la valida di Beltran. Non mi piace Lackey che resta sul monte, non mi piace per nulla!

  57. Grande partita di John, ma andava cambiato un pelo prima.
    Adesso speriamo che il giappo chiusa questo inning rischiosissimo!!!

  58. Questo potrebbe essere un out capitale e decisivo per la serie. A meno che non si faccia entrare inconsciamente Breslow. Ma dopo l’incoscienza di quest’inning non mi stupirebbe un’altra follia.

  59. Interrompo temporaneamente il mio scaramantico silenzio perche questo out di Tazawa mi ha agitato parecchio e volevo festeggiarlo con voi!!
    Omaggione al nostro pitcher che ci ha regalato 23out!!
    Un grande questo John Lackey

  60. Comunque grandissimo Lackey, nella partita piu importante della stagione ha avuto il run support che si meritava, per me Lackey assolutamente il simbolo della stagione dei Red Sox.

  61. Che fatica questo settimo inning. La stanchezza comincia a farsi sentire. Faccio anche io un caffè. let’s go red sox

  62. Mi immagino che la palla stia diventando sempre più pesante, mano a mano. Bisogna mantenere la calma, sono loro a dover essere nervosi

  63. Taz (evidentemente) arrivato cotto e bollito, avrà 10/15 lanci no more…
    Anche io pensavo Taz aprisse l’ottavo, ma ho fiducia in Workman…

  64. Tazawa nel braccio ha 2-3 lanci? Perché lancia solo contro un hitter ultimamente. Non si sprecano così i lanciatori comunque, possono sempre servire

  65. Questa squadra è a tre out dalla leggenda.
    From worst to first.
    Sembra la classica favoletta americana agghindata come si deve. Ultimi, la strage alla maratona e adesso… Non si dice ancora!!
    P.S.
    Chi si immagina lo stato psico-fisico in cui adesso starà versando Don Orsillo??

  66. GOOD TIMES NEVER SEEM SO GOOOOOOD
    SO GOOOOODD
    SO GOOOOODD
    SO GOOOOOOOOOOOOOOODDDDDD!!!!!!!!!!!!!

  67. Seguo Red Sox Nation Italia ma non ho mai inserito un commento. Questa notte è un obbligo… Che grandissima emozione e gioia. Siamo dall’altra parte dell’oceano ma ci siamo anche noi!

  68. Avevo giurato di riprendere a scrivere solo se avessimo vinto le WS! Grandi grandissimi!!!!

  69. espn spagnolo “Aqui muere la Maledicion del Bambino”…adesso mi guardo tutti i festeggiamenti e poi vado a tagliarmi la barba che non mi faccio da Agosto. Dovrei svegliarmi fra 2 ore per andare a lavoro…ma vi voglio bene Nation!!!!!!! Nel centenario di Fenway, RED SOX CHAMPIONS 2013!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  70. Siamo il numero uno. Un’annata eccezionale, tanta sofferenza, ma sempre primi, sempre un passo avanti. Le cadute le difficoltà, non ci hanno mai smontato. E’ stato bello stare con voi in questo 2013 favoloso, cento di questi giorni

  71. Tessieeeeeeeeeeeeeeee…you are the only only oooooooooooooooooooooooooooooonlyyyyyyyyyyy!!!!

  72. Seguire tutte le partite qui sul blog insieme a voi è stata un’esperienza fantastica!!! Grazie all’autore del blog, grazie nation, grazie red sox!!!!!! Grandi!!!!!!!!!

  73. Grandi, grandissimi!!!! Eroi, suggerisce mio figlio Valerio!!! Ed Eroi siano !!!!!! Gioia pura. Ringrazio tutta la Nation italiana e soprattutto Paolo, per la meraviglia che è questo blog e per come ci ha aiutato tutti a giungere fino a questo punto!!! E grazie a tutti i giocatori di questi fantastici Red Sox !!!! Auguro a tutti voi una splendida notte, quando riusciremo a dormire …… !!!!!!

    • mi accodo ai complimenti a Paolo per il blog, splendido. Torno a premiazione e rasatura…

  74. Mi mancheranno un sacco queste folli notti insieme a tutti voi della Nation.
    Un branco di pazzi sfasati irrecuperabili!
    World Champions!!
    Thanks to all guys! Vogliamoci tanto bene!!

  75. Una maledizione a MLB.tv per non dare la premiazione.
    Auguro una felice notte a tutti voi e sempre Go SOX!

  76. Raggiante…. Vittoria meravigliosa a coronamento di una stagione unica che porterò sempre nel cuore!!
    E voi… Amici della italian nation… Non mi avete fatto sentire solo… Anzi mi avete reso questa gioia ancora piu speciale!!
    Grazie a tutti… in particolare grazie di cuore al nostro blogger!
    Go sox!!!!

  77. “I think it was a moment and time that enabled us to galvanize in a certain way. It was an opportunity for our players to understand their importance to the city and what the Red Sox mean for the region”
    John Farrell
    Spesso si parla a vanvera, quì in Italia, riguardo alcune cose.
    Negli USA invece, le connessioni fra sport (cultura… CUL-TU-RA) e vita vera sono tangibili.
    Questa notte, nel New England, QUELLE parole non sono vuota retorica, sono REALTA’.
    Grazie a tutti Italian RS Nation, non sarebbe stato COSI’ TANTO bello se non l’avessimo vissuto assieme.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.