E’ tutta una questione di BABIP ?

Ciao a tutti. E’ passata un’altra settimana ed i Sox sono ancora in testa, in un periodo dove per noi abbondano i pareggi, coi White Sox, poi coi Blue Jays ed infine in queste prime due coi Mariners. Se i pareggi sono sufficienti per mantenere il nostro piccolo vantaggio significa che le altre viaggiano a corrente molto ridotta, diciamo che la AL East deve ancora mostrare le potenzialità che venivano prospettate in inverno. E se queste qualità presunte rimassero sulla carta per sempre noi dovremmo essere solo contenti.

Quindi restiamo in testa e molta gente sta cercando di capire il perchè, scrutando le cifre c’è chi dice che la ragione del sorprendente inizio dei Sox sia la famigerata BABIP. Per chi non lo sapesse la BABIP è la Batting Average Ball In Play, insomma … la media battuta che conta solo i turni nei quali il battitore mette la palla in gioco, quindi escludendo strikeout e homerun. Viene ritenuta da molti la statistica “fortunata”, chi ha una media alta significa che ha battuto un sacco di palline nel buco tra gli interni o nella terra di nessuna tra infield e outfield, oppure con la biglia che cade in mezzo agli esterni. Questa cifra ha la tendenza a normalizzarsi, chi ha media bassa tenderebbe a vederla in crescita, chi l’ha alta dovrebbe andare a calare. I Sox in questa classifica sono primissimi, con un vantaggio consistente sulla seconda e con delle cifre che se fossero confermate a fine anno batterebbero tutti i record.

Quindi ? Come direbbero dalle mie parti in Romagna “abbiamo più culo che anima” ? Calma un passo … Che ci possa essere un calo fisiologico ci sta, è nell’ordine logico delle cose, altre cifre lasciano pensare ciò, ma abbiamo anche un nucleo di giocatori che sono davanti alle classifiche che ci lasciano sperare che continueranno ad essere in quella posizione. Diciamocelo pure … col quartetto JD, X-Man, Verdugo e Devers cominciamo a fare pensieri moooolto sostanziosi, sembrano poter trascinare il resto del team, per esempio Arroyo a 333 di avg e 852 di OPS è fantascienza pura.

Confessiamolo tutti … all together now … stiamo cominciando a pensare che questo anno possa essere meglio della quaresima a cui sembravamo destinati. Non tutto luccica, sia chiaro, Richards sembra un lancia-patate e Cordero in attacco pare un impiegato del catasto mentre in difesa ricorda mia zia 85-enne. Detto ciò viviamo meglio che si può questo tempo che, almeno per me, è totalmente inatteso. Oggi le tre capoliste nell’American League sono Red Sox, Royals e Athletics, definire sorprendente questo terzetto è un puro eufemismo, la difficoltà è restarci davanti, come scrisse Lorenzo De’ Medici : “chi vuol esser lieto sia, di doman non c’è certezza”

Share

26 thoughts on “E’ tutta una questione di BABIP ?

  1. Grandissimo rimpianto per JBJ e rammarico per non avere Vazquez come C in questa partita. Ci saranno giorni migliori di questo. Go SOX!!!!

    • Immagino sia il risparmio : Benny prende 6,6 mil, quella pippa di Cordero 800mila. Quando scrivo che è in corso la “tampizzazione” dei Sox lo scrivo non a caso. Poi adesso che Mr.Henry non è riuscito a creare la superleague di calcio col Liverpool immagino che il risparmio “duro e puro” sia una politica ancor più spinta

      • Cordero prende 800 k? Ma vengo io Mr. Henry! Mi accontento di un quarto dell’ingaggio e disto un quarto di secolo dalla zia di Paolo.

  2. Altra serie pareggiata. Può andare ance se è un peccato aver buttato via la prima partita. Le serie da due o da quattro danno un po’ fastidio. Martinez e Gonzalez mi sono piaciuti. Andiamo a New York e sempre Go SOX!!!!

  3. Certamente se questa partita non l’abbiamo portata a casa la statistica BABIP non c’entra proprio nulla. I ns battitori, per la gran parte del tempo, sono stati temperanti e pazienti al piatto lasciando che il partente di Seattle (Nick Margevicius IP 0,1 H2 R 4 ER 4 BB 4) si auto distruggesse. Poi E-Rod, l’unico vero lanciatore che abbiamo, e l’ottimo bullpen hanno chiuso tutte le porte a una possibile rimonta della squadra delle rimonte. Aver splittato con i Mariners non lo considero un cattivo risultato. Purtroppo a New York temo sarà tutta un’altra musica.
    Due parole per finite contro Rob Manfred e il disgustoso accorciamento dei double header a 7 inning. Doveva succedere e è successo. Bum Gardner ha ottenuto una no hit domenica, ma la lega non la omologherà perchè la partita è durata solo 7 inning. Hanno applicato la regola preesistente, che era giusta, perchè le cause legali per l’accorciamento di una partita erano legate solo a imprevedibili eventi naturali. Se invece la no hit non sarà omologata per colpa del prevedibilissimo Rob Manfred è una merda assoluta.
    Pensate anche, allo spreco che avrebbe causato un doubleheader in una qualsiasi delle 10 partite LAD vs Padres giocate fino ad oggi. Tutte partite di una intensità da playoff. Domenica, sulla distanza dei 7 inning LAD avrebbe trionfato con un big inning al 6° e non avremo visto due basi intenzionali consecutive al 10° per affrontare Kershaw in una situazione di 3 on 1 out. Vi consiglio di guardarle tutte se trovate il tempo, anche se è difficile decidere per chi schierarsi

    • Difficile schierarsi, ma ci provo: la squadra senza machado e magari quella contenente Betts … 🙂
      E-Rod è indiscutibile, ma non derubrichiamo Eovaldi, capace di prestazioni incredibili, una grande risorsa !
      Quanto alle doppie partite al 7°, pessima regola, ma figlia di una indiscutibile emergenza … persino peggio, secondo me, il corridore in 2^ agli extra inning ….

  4. Buongiorno nation!
    Ho apprezzato la mossa di non fare lanciare Richards ma un suo cugino! Spero si possa confermare come strategia durante l’anno

    • Grande il Cugino 🙂 Bella partita, sul punteggio stretto escono identità e carattere della Squadra, Cora sta lavorando bene !!! [GoSox]

  5. Un miracolo c’è stato! E anche Dalbec è salito sul vagoncino, un po’ miracolo anche lui. Ora cerchiamo di farne altri, che ci servono come il pane. Chissà se anche Cordero ha dei cugini?! Go SOX!!!!

  6. Dopo la grande prestazione dello spara patate (Richards deve essersi sentito punto sul vivo dal commento di Paolo) stasera tocca a Pivetta contro deGrom. Sembrerebbe più facile scalare il K2 a zoppogalletto, ma noi siamo comunque fiduciosi. Ogni volta che questa squadra scende in campo si nota un miglioramento.

  7. Come si fa a vincere contro il lanciatore più forte del mondo? Semplice. Si approfitta della sola occasione che ti viene data e non si fa battere il loro attacco. Ci era già successo nel 2013 contro Verlander. Avevamo quindi una strategia rodata e l’abbiamo applicata. Tutto molto semplice 🙂
    Abbiamo gli stessi punti dei puffi di Los Angeles, che ultimamente hanno preso diversi sonori schiaffoni. E’ stato un aprile che ricorderemo a lungo

  8. Hai capito il Pivetta… al momento la nostra come dice Mauro il maestro sembra essere veramente una squadra matura … speriamo solo che non appassisca !

  9. Pivetta vs. DeGrom (che è il mio lanciatore preferito in assoluto al momento eh) finisce con una bella W per il nostro Nick, che è pure 3-0…sono quantomeno felicemente sorpreso…LET’S GO RED SOX!!!

  10. Ma è proprio vero? Ed è la prima che vinciamo lasciando a 0 gli avversari? Certo che ci esaltiamo se è difficile. Con i Mets ci rivediamo a settembre. Contro gli Orioles all’inizio sembrava facile ed è finita male. Perciò ora contro i Rangers, messi male, bisognerà stare moooolto attenti. Anche perché contro i nostri gli altri ce la metteranno sempre tutta, perché siamo davanti. Ma perché giocano ad orari normali solo per il nordamerica? In ogni caso sempre Go SOX!!!!

  11. Nel ’18 erano straordinari Holt (che troveremo ad Arlington) e Nuñez che andavano a ricoprire qualsiasi ruolo in giro per il campo, ma evidentemente c’era dietro un pensiero “forte”, giorni di riposo, serenità, la Squadra pronta a qualsiasi evento, e che quest’anno si sta riproponendo con Hernandez e Cordero! La strategia si fa capolavoro, quando hai la formazione più esposta, senza DH, con JDM nel LF, e contro hai i Mets con il lanciatore più forte e riesci a portarla a casa !!! Pivetta, gara stupenda, i ragazzi molto determinati … effetto Cora !!

    [GoSox]

  12. Non solo andiamo come treni, tutti contribuiscono a rendere la MLB un mondo migliore: BAL porta a casa un walkoff run con due sacrifici battenso di nuovi i MFY. OAK batte a casa il 3-2 nella parte alta del nodo, contri i raggettil Tutti mi coccolano!

  13. Perez poteva essere lasciato per completare il 6° inning. Devers e Bogey gli hanno creato i problemi nel momento sbagliato. Quando ho visto entrare Sawamura e la botta che ha preso subito, ho spento e stanco per il rientro a quell’ora, mi sono messo giù e ho pensato di nuovo quanta difficoltà abbiamo nel competere con gli avversari più facili. Ma non puoi avere contro deGrom tutte le sere. I nostri si esaltano con i migliori. Ora lottiamo almeno per vincere la serie. Go SOX!!!!

  14. La giornata esaltata dalla bella gara contro Texas, grande attacco con HR di Xander, Rafael e JDM (2, peraltro!!), ma sono entusiasta per la bella prova di Eovaldi!! Buon 1° maggio, Paolo e tutta la Nation !
    [GoSox]

  15. Continuiamo così. Peccato che JD abbia dovuto saltare l’ultimo turno in battuta nella prima partita, ma ha recuperato alla grandissima. Questa serie va vinta e poi chissà. Le ultime nostre vittorie le abbiamo ottenute sia con una grande difesa che con un attacco esplosivo. Forse con qualche errore in meno…. E sempre grande Cora!!! Go SOX!!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.