TOP

Nessun regalo extra

Nessun regalo supplementare sotto l’albero di Natale dei Red Sox, i regali grossi li abbiamo avuti (specialmente uno) per il Giorno del Ringraziamento e per Natale invece riceveremo al massimo una telefonata con gli auguri dalla zia. Devo essere sincero, io sotto sotto ci speravo in un altro colpetto, semmai non uno di quei colpi di mercato che fanno saltare in aria le redazioni dei giornali, ma su qualcosina di diverso ci speravo; Dombrowski invece ha detto e ribadito che, salvo rivolgimenti improbabili ma sempre possibili, il roster che inizierà la stagione è questo, alla faccia del sottoscritto che continua ad avere (a differenza di parecchi di voi della message board) dubbi sul nostro outfield e che onestamente non è granchè convinto dall’idea di vedere Castillo e Bradley (più il primo che il secondo) come titolari nel nostro lineup.

Ad un certo punto poi era nata nella mia mente (probabilmente un po’ bacata) una folle speranza. Cos’era successo ? Era capitato che l’agente di Johnny Cueto, col suo cliente ancora sul mercato, se ne era uscito con una dichiarazione “urbi et orbi” dove confessava a tutti il desiderio del suo pitcher di giocare coi Red Sox. Lì veramente avevo cominciato a pensare cose folli : “vuoi vedere che possiamo arrivare anche a lui ?” Mi pareva (e lo era) assolutamente fuori di testa che i Sox potessero spendere un’altra cifra come quella richiesta, ma era altresì davvero curioso che un agente facesse una dichiarazione così. Il sogno bagnato è durato non più di tre giorni, dato che dopo quel termine il dominicano ha firmato per San Francisco … che è sempre un posto eccellente dove vivere; chissà solo cosa avrà voluto dire l’agente con quell’uscita ? Chissà se era un tentativo per vedere se Dombrowski si muoveva o chissà semplicemente cosa gli passava per la testa. Fatto sta che andare a prendere un secondo free-agent costosissimo era decisamente troppo, direi proprio che è il caso di accontentarsi di quello (e non è poco) che abbiamo.

Tema “storico” ora ovvero il ritiro della maglia di Wade Boggs. Ammetto di restare, e come me parecchi altri, abbastanza perplesso; non certo per il valore del giocatore che secondo tanti resta quello con la miglior combinazione “occhio/swing” che si sia mai vista e gli svariati titoli come miglior media battuta sono lì a dimostrarlo. Quello che è rimasto sul gargarozzo a molti è stato il finale di carriera, con la firma da free-agent nel Bronx e quella famosa scena con Boggs sul cavallo del poliziotto newyorchese che in parecchi non mandarono proprio giù. Ora, ben dieci anni dopo la sua elezione a Cooperstown, questa decisione mi pare un po’ assurda; se credevi che il giocatore valesse questo onore non aspettavi il 2016; faccio presente che, avuti tutti i requisiti, per decidere di ritirare la maglia di Pedro abbiamo impiegato circa cinque minuti non dieci anni. Facendo il verso a cosa scriveva oggi “Over The Monster” … prima Dwight Evans, poi semmai Boggs. Un’altro discorso sulle procedure del ritiro della maglia : tra i requisiti c’è l’obbligatorietà di essere eletti alla Hall of Fame. Vogliamoci deciderci a togliere questa regola ? Due esempi del perchè mi pare una regola assurda : per Jim Rice (ripeto … J-I-M R-I-C-E) abbiamo dovuto aspettare il 2009, per David Ortiz rischiamo di non ritirare mai il suo numero dato che non credo sia eletto a Cooperstown. Ma siamo pazzi ? Big Papi è semplicemente il giocatore più importante negli ultimi 80 anni, dico il più importante non il migliore, è colui che ci riscattati da un passato di eterni perdenti, non gli ritiriamo il numero di maglia perchè una masnada di inutili giornalisti (gli stessi geni che non hanno ancora eletto Mike Piazza) pensa che non valga la HoF ? Pregasi ritirare il 34 un minuto dopo il ritiro del Lider Maximo !!!!

Ultimo tema : come di consuetudine in questo periodo dell’anno escono le quote degli allibratori di Las Vegas sulla nuova stagione. Quote che hanno abbastanza meravigliato il sottoscritto, in pratica ci danno come favoriti per il pennant dell’American League e come terza forza in generale (dopo Cubbies e Giants). Sinceramente non vi pare un po’ troppo ? Che si sia migliorato il personale mi pare lampante, ma che si sia costruito il miglior impianto dell’intero Junior Circuit a me sembra eccessivo. Certo che se avessero ragione i bookmakers verrebbero fuori delle World Series da tramandare ai posteri “Cubs vs Red Sox” … wow … indici d’ascolto che arriverebbero in orbita. Se volete divertirvi i pronostici sono : AL East (Boston) – AL Central (Kansas City) – AL West (Houston) – AL Wild Card (Texas & Toronto) – NL East (NY Mets) – NL Central (Chicago) – NL West (San Francisco) – NL Wild Card (Pittsburgh & Washington)

Non mi resta altro da fare se non gli auguri per le festività cari Fratelli della Nation, divertitevi in questi giorni e poi dopo Capodanno cominciamo il count-down per l’inizio della nuova stagione, sto cominciano davvero ad averne voglia, Natale è bello ma senza il “toc” della mazza sulla pallina mi manca qualcosa

Share
Read More
TOP

Cambi frenetici

Non si può certo dire che Dombrowski stia con le mani in mano, volevamo una Stove League con molti temi su cui discutere ? Eravamo un po’ annoiati gli anni scorsi ? Ora di sicuro non lo siamo e i cambi si susseguono in maniera vorticosa. L’ultimo è la trade imbastita con i Seattle Mariners che ha visto Wade Miley e Jonathan Aro (visto brevemente anche in prima squadra l’anno scorso) andare tra i boschi del Nordovest in cambio di altri due pitcher Carson Smith e Roenis Elias.

Nella bacheca messaggi Lilgoosy (che immagino un po’ sconcertato dopo lo spettacolo andato in onda domenica da Foxboro) chiede cosa ne pensiamo. Io dico subito che non è il tipo di trade che mi aspettavo, mi attendevo una cessione di lanciatori (dove esiste una certa profondità) in cambio d’un rinforzo in altri settori dove siamo più scoperti ed ovviamente mi riferisco al settore esterni. Così non è stato, il cambio è alla pari nel senso che sia in entrata che in uscita vanno un partente ed un rilievo, per i Sox c’è anche da dire che con questa mossa c’è un risparmio nel monte stipendi di circa 5 milioni di dollari e non è male dato le spese ingenti già sostenute.

Cosa perdiamo ? Soprattutto la durabilità di Miley che è uno di quei carretti del lattaio che sai che non si fermerà mai, non è un purosangue ma sai che tiene botta. Cosa guadagniamo ? Anzitutto direi un altro bel braccio nel bullpen come Carson Smith, sembra proprio che DD voglia costruire un bullpen coi fiocchi, il mancino cubano di Guantanamo Roenis Elias lo conosco meno, è un paio d’anni che bazzica il monte di lancio del Safeco e mi pare d’aver visto una sua partita, ammetto che non è molto; Smith è discretamente veloce, per Elias invece leggo di un approccio basato più sulla finesse. Smith farà certamente parte del 25-men roster, Elias non è detto, concorrerà al ruolo di quinto partente in una rotation che al momento chiama Price, Buchholz, Porcello, Rodriguez … e Mister X. Lo scoglio maggiore per entrambi sarà adattarsi al Fenway, ballpark molto amico dei battitori, partendo dal Safeco che invece è un paradiso dei lanciatori.

Un po’ di notiziole brevi su nostri giocatori presenti, passati … o chiaccherati. Lackey va ai Cubs, ad un certo punto s’era anche sparsa la voce che potessimo essere interessati ad un suo ritorno … meglio di no, se le cose van bene Lackey è una grande addizione, se vanno male lui le fa andare peggio. Ci siamo liberati di Cecchini, un’altra speranza mai diventata certezza, pensare che un paio d’anni fa era molto più valutato di Betts; rimanendo nel ruolo i Padres hanno messo alla porta Middlebrooks, la storia non è fatta coi “se” ma mi piacerebbe aver visto la sua carriera senza quell’infortunio che gli fece perdere metà anno nel suo eccellente campionato da rookie, chissà se cambiava qualcosa. Un bersaglio mancato è stato Chapman e verrebbe da dire che abbiamo schivato un proiettile dato che si sta indagando su un caso di violenza domestica che lo coinvolge.

Cosa attenderci ancora ? Giuro … non so davvero cosa attendermi, io continuo a non credere che si parta con questo trio di esterni, aver preso gente come Kimbrel e Price e poi giocare con un trio d’esterni non proprio testato mi pare una scelta troppo strana. Un po’ come avere una giacca di gran sartoria per poi abbinarci dei pantaloni dozzinali. C’è anche chi dice che anche il parco dei partenti non sia quello che vedremo all’Opening Day, l’oggetto del contendere è Buchholz, in quel caso però servirà un altro ingresso di peso e c’è chi dice anche che un arrivo di peso è ancora possibile anche senza cessione di alcuno, ed in questo caso significherebbe proprio che Mr. Henry ha fatto a pezzi il porcellino dei risparmi. Insomma … di carne al fuoco ne abbiamo avuta parecchia e potremmo vederne ancora, di sorprese io me ne aspetto ancora.

Share
Read More
TOP

Red Sox risparmiosi

Non sono impazzito anche se dal titolo sembrerebbe. Come sarebbe a dire risparmiosi ? Abbiamo appena servito un contratto che darà 31 milioni di $ per i prossimi 7 anni a Price e siamo risparmiosi ? Si … lo siamo (sto scherzando … per chi non lo avesse ancora capito), lo siamo perchè il nostro record di maggior salario annuo è durato esattamente 24 ore ovvero fino alla firma di Greinke a Phoenix. Cosa stia diventando la MLB penso sia chiaro a tutti, i nuovi contratti televisivi permettono spese che sembravano folli solo pochi anni fa e i 31 milioni che oggi sembrano dettati dalla follia tra tre anni saranno un contratto non dico “team-friendly” ma sembrerà già più nella logica. Comunque sto iniziando ad abituarmi a Price, anche il Leader gli ha dato il benvenuto … ed io di questo non avevo dubbi e quindi direi che possiamo buttarci su qualche considerazione tecnica.

  • Non sono granchè d’accordo con quelli che dicono che Price è un rischio perchè è una Ferrari per la regular season, ma ai playoff sembra una Fiat Duna. OK che i risultati sono quelli, ma considerato che per noi da un paio d’anni i playoffs sono lontani più della Galassia di Andromeda direi intanto di preoccuparci di arrivarci ai playoffs, poi comunque ricordatevi che per esempio quest’anno stava dominando una partita prima che Goins si incaricasse di fargliela perdere.
  • Con Price i mancini della nostra rotation salgono a quota tre e considerando la configurazione del Fenway davvero particolare potrebbe anche non essere l’ideona del secolo. Dato che vendere Eduardo Rodriguez sarebbe giustamente considerata una mossa da TSO, resterebbe Miley, secondo me se ne potrebbe anche parlare
  • Giustamente i nostri maggiorenti ci dicono che la legge che impediva i contrattoni ai pitcher trentenni ed oltre comporta anche l’eccezione e questa è l’eccezione. La differenza nella politica del mercato è stata causata da una decisione dei vertici o dal cambio drastico nel personale ? Oppure se vogliamo dirla in altre parole, Cherington non spendeva molto sui pitcher perchè glielo ordinava Mr.Henry o perchè era proprio lui che pensava di dover agire così ? Domanda non di lana caprina, il giudizio sull’operato del nostro ex-GM cambierebbe molto

Arriviamo quindi al Winter Meeting dei GM, che tra parentesi si svolgerà a Nashville, praticamente nel cortile di Price … anche questi son segnali. Cosa ci andranno a fare Dombrowski, Hazen & Co ? Ci si andrà come dice DD con la mente aperta, diciamo che un’occhiata al mercato degli esterni verrà data, considerate però che ad oggi abbiamo 180 milioni già bloccati per soli 13 giocatori; è vero che abbiamo dopo di questi dei giocatori fortissimi a costo controllato ma non credo che i nostri possano buttarsi nella mischia per una trade che faccia salire di molto il monte stipendi. Ma è anche vero che la coppia Castillo-JBJ non lascia poi tranquillissimi. C’è poi l’altra questione : ovvero provare di liberarsi di Ham-Ram o del Panda; sul Boston Herald di oggi c’è una facezia : Provvedersi d’un closer di rango, Dombrowski : “Fatto”; un partente di primissima fascia , DD : “Fatto”; tradare Ramirez, DD : “Hey … non sono mica Miracle Man.” Ecco … questa rende esplicito il sentimento comune, se Dombrowski riuscirà in quest’impresa allora meriterà davvero un encomio, mettere un TIR di dollari per prendere Price non è un’impresa, liberarsi di certi giocatori sarebbe invece una mossa degna d’una statua equestre

Share
Read More
TOP

The Price is right

Io 217 milioni non so nemmeno scriverli. Quanti cavoli di zeri occorrono ? Posso però mostrarvi una foto di Price davanti a casa sua download

Cosa dire ? Anzitutto vi dico che sono scioccato, io ho saputo la notizia alle 21 di stasera, dopo aver avuto una giornata bestiale guidando per 700 km e litigando anche parecchio, forse se fosse stata una giornata tranquilla sarei rimasto meno sconvolto ma ne dubito. Sono sconvolto per la cifra che siamo disposti a pagare per un giocatore che lancerà una partita e che ne guarderà altre quattro da una posizione privilegiata … e non vi nascondo che cifre simili le pagherei più tranquillamente per chi invece ne gioca 162. Sono sconvolto anche per il fatto che al 2 dicembre la trattativa sia già in porto … e noi di che cavolo parliamo da qui al play-ball ? Sono sconvolto anche per il fatto che il Nemico giochi da noi, lo so … leggevo che la possibilità c’era e si capiva che di sicuro si stava discutendo però non riuscivo a crederci, era più forte di me, il giocatore che più ho detestato per quanto fortissimo non verrà da noi … dai … firmerà coi pigiamini, no ragazzi … nessun pigiama, se un po’ d’anni fa Danilovic avesse firmato per la mia amata Fortitudo credo sarei rimasto meno sorpreso, per i lettori amanti dei Patriots : immaginatevi Tom Brady che si toglie la maglia di New England e si veste col verde dei New York Jets, oppure Rex Ryan che sostituisce il vostro amato Belichick, come vi sentireste ?

In parecchi hanno tirato fuori la scarsa stima (ohhh dolce eufemismo) che ha unito Price ed Ortiz in questi anni, col climax raggiunto per una “tirata” di Ortiz alla stampa in una di quelle serate dove Price tirava allegramente alle teste dei nostri giocatori. Vi riporto la “pacata” dichiarazione del Lider Maximo risalente al maggio dell’anno scorso : “So first at-bat of the season against him he threw at me. I mean, it’s a war. It’s on. Next time he hits me he better bring the gloves. I have no respect for him no more.”  Ed ora ? Io sono fiducioso perchè credo ciecamente al cervello di Big Papi. Guardate ragazzi che Ortiz non è solo un leader immenso, ha anche un cerebro funzionante. Ha anche una voglia immensa di congedarsi con un gran risultato, semmai non il quarto anello, ma non vuole certo vedere un’altra annata andare a putt… prima che da noi inizi la raccolta delle ciliegie; Ortiz sa che ora la possibilità di rigiocare in ottobre è cresciuta, semmai non amerà Price, mica devono andare a cena assieme e probabilmente quando tra un po’ di anni i figli di Ortiz si sposeranno, Price non riceverà l’invito per assistere alla cerimonia, ma chissenefrega, quello che devono fare è sopportarsi civilmente da fine febbraio all’ottobre (si spera) 2016. Credo ci si posso riuscire anche senza richiedere l’intervento dei Caschi Blu dell’ONU.

Non chiedetemi stasera considerazioni tecniche, datemi almeno qualche giorno per metabolizzare la cosa, per rendermi conto appieno della giornata storica appena trascorsa anche se impossibile da pronosticare anche solo poche settimane fa. Quindi ragazzi … Benvenuti nell’universo alternativo !!! Benvenuti in quel posto dove Messi giocherà nel Real Madrid, Cristiano Ronaldo nel Barcellona … e David Taylor Price da Murfreesboro, Tennessee nei Boston Red Sox

Share
Read More