TOP

Chi guiderà i Sox nel 2020 ?

Nella giornata di oggi l’ufficio del Commissioner ha comunicato le sanzioni verso gli Houston Astros e sono di una durezza forse inattesa : un anno di sospensione per il manager Hinch e per il GM Luhnow, poi addirittura licenziati in tronco dal proprietario degli Astros, inoltre verranno cancellate prima e seconda scelta nel draft 2020 e 2021 ed in più ci sarà anche una sanzione pecuniaria.

Cosa aspettarsi ora per i Sox, che sono i prossimi nella lista ? Per i Sox non lo so, di sicuro ci dobbiamo aspettare per Cora una sanzione ancora più pesante di quella comminata a AJ Hinch. Viene accusato abbastanza apertamente di essere parte decisiva dello “schema” Astros e di aver importato a Boston quest’arte incurante di avvisi arrivati dalla Lega; se tanto mi da tanto abbiamo finito di vedere Alex Cora in divisa Red Sox, anche perchè il precedente dato dal proprietario degli Astros licenziando i suoi sottoposti fissa un benchmark che sarà difficile da ignorare per John Henry.

Insomma … se tutto va bene siamo rovinati, a questo punto mi auguro che dagli uffici della Lega venga fatta chiarezza in fretta, cominciare la stagione con una gigantesca spada di Damocle sulla testa sarebbe deleterio per Cora, semmai per qualcun’altro ed anche per la squadra alle sue dipendenze. Che il 2020 nasca sotto pessimi auspici mi pare ormai chiaro. Speriamo bene … mettiamoci avanti col lavoro : voi chi vorreste come nuovo manager dei Sox ?

Share
Read More
TOP

Agente segreto Alex

E’ vero che avremmo desiderato una offseason un po’ più movimentata, ma è ancora più vero che il tipo di movimento che cercavamo non era certo il coinvolgimento in uno di quegli “scandali” che ogni tanto capitano nelle Majors. In pratica l’accusa è che i Sox abbiano carpito i segnali delle altre squadre durante la trionfale campagna 2018 usando la video room dove vengono visualizzate live le immagini per poi semmai dire allo staff quando chiedere il “challenge”. Sembra che oltre che per il challenge fosse usato anche per questi fini e sembra che Cora avesse “imparato l’arte” già durante il suo periodo a Houston.

Tutto è iniziato un po’ più di 2 anni fa (settembre 2017) quando Sox e Yankees (che strano …) si accusarono reciprocamente di rubarsi segnali con videocamere ed orologi “smart”. Furono comminate delle multe e sembrò tutto finire lì. Non è andata così, già durante i playoffs 2018 ci furono addetti degli Astros “rimossi” dello stadio texano e nella off season successiva la Lega fece comunicazioni ben precise sull’uso illegale delle videoriprese e degli apparati elettronici in generale, ma sembra che l’uso continui e collegare gli Astros ai Sox, data la transumanza di allenatori che hanno fatto il tragitto tra Houston e Boston, è stato fin troppo facile.

L’investigazione da parte del quartier generale delle MLB è in corso e i Sox hanno dichiarato che “collaboreranno pienamente”. E’ logico attendersi delle sanzioni, di quale entità non ci è ancora dato di sapere. Mi fa specie solo una cosa : che, nonostante i segnali che i Sox fossero sotto osservazione, abbiano continuato ad agire in questo modo ed in America, un paese nel quale i segreti non restano tali nemmeno nei confessionali, era abbastanza ovvio che poi tutto venisse alla luce. Una cosa simile capitò anche ai Patriots, evidentemente a Boston c’è una tendenza spiccata al “fine che giustifica i mezzi”. Chissà … forse Machiavelli era bostoniano mica fiorentino.

C’è da aggiungere anche qualche notizia più tecnica, anzitutto sono stati raggiunti accordi coi giocatori che dovevano andare all’arbitrato. Ovviamente contratti annuali che vanno dai 27 milioni di Betts (!!!) a cifre minori per JBJ, Benintendi, Hembree, Barnes, E-Rod. Ciò non significa che i giocatori non possano venire tradati, il famoso limite dei 208 milioni è ancora lontano , vedremo se ci saranno poi contratti pluriennali, di tutti questi giocatori i tre che saranno free-agent l’anno prossimo sono Betts, JBJ e Workman, e ci vuole fantasia nel vedere i primi due nei Sox 2021. Ah … abbiamo anche preso un giocatore, Austin Brice. Mi si dirà un “Carneade chi era costui ?”, le cifre non sono particolarmente eccitanti, l’anno scorso a Miami e prima anche un po’ di Cincinnati Reds, … vedremo

Per il momento non c’è altro, vi dico solo che sarò assente qualche giorno nella prossima settimana/weekend, mi faccio una breve vacanza a Roma. Quindi dovesse esserci qualche notizia bomba non sarò pronto ad aggiornare il blog, vuoi proprio che Bloom faccia nei prossimi giorni le mosse che non sono state fatte per tutto l’inverno ?

Share
Read More
TOP

Chiarezza cercasi

Anzitutto Buon 2020 cara Italian Red Sox Nation !!! L’anno comincia, non manca più moltissimo all’inizio degli allenamenti a Fort Myers … e si continua a non capire un cavolo di quale possa essere la prossima campagna che tra tre mesi andrà a cominciare.

Qualche giorno fa, subito prima del Natale, il sito istituzionale delle MLB pubblicò il classico pezzo natalizio dove, per ognuna delle 30 franchigie, venivano elencati i regali che ognuna avrebbe dovuto chiedere a Santa Claus. C’era chi voleva rinforzi nel line-up, chi invece necessitava di partenti ed altri semmai speravano in un potenziamento del bullpen. Arrivati ai Red Sox quello che secondo il sito i tifosi avrebbero dovuto chiedere era una cosa intangibile : letteralmente era scritto “clarity” che se il mio inglese non fa cilecca significa chiarezza perchè anche in alto loco si fa fatica a capire quale sia la politica dei Sox in questo inverno.

Tutti si chiedono : “la famosa politica di riduzione del monte stipendi che fine ha fatto ?” Ovviamente è la domanda che mi pongo anch’io, domanda per la quale non ho uno straccio di risposta; possiamo solo andare per ipotesi visto che ovviamente queste tematiche sono coperte dal massimo riserbo. L’ipotesi più comune è che gli asset offerti in giro non abbiano trovato amatori o che le contropartite offerte sia state così misere da indurre Bloom a non concludere l’affare. Un Betts che chiama uno stipendio da 27 milioni ma che l’eventuale acquirente perderebbe tra 12 mesi ovvio che non invogli una contropartita adeguata e semmai un Price reduce da infortuni vari fa fatica a trovare gente disposta semmai a prenderlo, pur se i Sox si dovessero accollare una bella fetta dello stipendio.

Mi chiedo poi se l’annuncio fatto “urbi et orbi” dalla proprietà di voler ridurre i costi non sia un boomerang, nel senso che chi si avvicina ai Sox, sapendo di questo desiderio dei ns. maggiorenti, non si presenti col l’approccio di voler fare l’affarone, della serie : “per Betts anzichè tre prospetti te ne do soltanto uno.” Forse non cambiava nulla, ma un giocare a carte un po’ più coperte forse sarebbe stato meglio.

Ed ora quindi cosa capita ? Davvero non lo so, ormai molto squadre hanno già portato in porto le trade o le firme dei free-agent che volevano, e con ciò si riduce ancora di più il novero dei possibili acquirenti. E’ possibile che, visti questi chiari di luna, i Sox rinviino di un anno il proposito di andare sotto la luxury tax ? Forse … Si potrebbe anche aspettare che qualcuno abbia dei problemi, se per esempio ad una contender si dovesse rompere uno dei partenti semmai costoro sarebbero più predisposti a prendersi Price. Di sicuro quest’anno c’è la possibilità concreta che il roster che inizia la stagione sia differente da quello che la concluderà, se a fine luglio non dovessimo essere in corsa aspettatevi una svendita a livello saldi di un outlet. Se poi in tutti questi discorsi non scorgete un solo accenno tecnico ma una semplice tematica ragionieristica e siete tristi sappiate che lo è anche il sottoscritto. Non avete idea di quanto mi piacerebbe parlare di baseball … non mi pare però che questo 2020 sia quel tipo di annata.

Share
Read More